Categorie
Archivi

Agosto mio non ti riconosco!

Difficile tornare a scrivere con qualcosa di originale dopo qualche tempo di ‘osservazione’ perché il menu delle news, piaccia o non piaccia, ultimamente è monotematico e finisce per rimescolare sempre la stessa solfa poi, sull’argomento ‘economia & finanza’ nonostante il titolo di studio di ragioniere imponga un minimo di know-how, non mi sento così ferrato. E non vorrei fare come quelli che senza aver mai messo piede su una barca, ai tempi di Luna Rossa parlavano di bompressi, vele e tangoni come fossero il loro pane quotidiano solo perchè ne sentivano parlare da altri.

Lascio volentieri parlare gli esperti di indici, percentuali, rimbalzi, crolli, tassi, macro e micro economie e provo a concentrarmi sull’estate, su questa stagione (almeno nelle intenzioni) per molti magica, per altri meno ma sicuramente l’unica che per quasi tutti è sinonimo di vacanza. Poi che uno riesca a godersela o meno è un altro paio di maniche che però… non voglio srotolare ora.

Pensavo alle estati del passato ed anche se è sempre molto difficile fare dei raffronti perché la percezione della realtà spesso cambia con l’età, se ci si sforza qualche raffronto è pur sempre possibile.

Qualche anno fa i media di questi tempi erano tutti  un brulicare di servizi sugli esodi, sulle nuove tendenze, usi, costumi, passatempi e quant’altro dell’estate. Ricordo (a braccio, non in rodine cronologico) l’estate dei massaggi, quella del fitness, quella dell’immancabile drink sul lettino, della caccia a vu’cumprà,  dei gavettoni, delle treccine ai capelli, dei mini-bikini, delle nevicate (artificiali) in spiaggia. Insomma, come diceva Ezio Greggio ai tempi di Drive-In ce n’era “per tutti i gosti”…

C’era poi la musica, quella suonata intendo. Spesso si trattava di tormentoni ovvero quelle canzoni che finivano un po’ per diventare la colonna sonora che marchiava quella stagione. Non ci sono più manco quelli! Infatti da quest’anno pare che piuttosto che cantare (al pubblico), alcuni cantanti preferiscono (chi più chi meno) cantarsele a vicenda tra colleghi e quindi altro punto fermo (semi)fermo che se n’è andato affanc…

La cronaca delle ultime ore ci regala:

  • le borse di mezzo mondo che continuano ad avere un andamento paragonabile al diagramma del flusso ormonale delle ragazze dell’Olgettina;
  • un Barack Obama che dimostra di non esser immune dal dire cazzate o se vogliamo essere più gentili inesattezze. Dichiara infatti: “L’America resta da tripla A” ma forse si riferiva a quella di AAA CERCASI SOLUZIONE;
  • una città (forse anche un po’ di più di una ma aspettiamo a dirlo con esattezza), Londra, in cui anche Mister-X con i suoi blackticket avrebbe difficoltà ad uscirne vivo.

E da noi invece, cosa succede? Bè, a parte qualche inquietante somiglianza con nazioni che, in questo momento, invidio poco

Diciamo che gli eventi degli ultimi dodici mesi hanno avuto almeno un effetto positivo ovvero che o sono già stati usati tutti durante le liti politiche dei mesi passati (link1, link2 e gli altri ve li risparmio) o la crisi non permette più nemmeno ai piromani di comprarsi i fiammiferi tant’è che quest’anno…

qualcuno di voi ha sentito parlare di roghi, Canadair, sfollati e quant’altro?

Volete vedere che almeno in Italia sono finiti i soldini pure i cerini!?!  … e questo dimostrerebbe che forse non tutte le crisi vengono per nuocere!

 



Post attualmente letto 11.748 volte

Post simili:

28 Commenti a “Agosto mio non ti riconosco!”

  • A chi non ha già nulla non potrà esser tolto nulla, e questa è una cosa che mi ha sempre consolato. Ciao Chit

  • A me quest’estate sembra irreale, a partire dal tempo orribile.

    Un abbraccio

  • Ah Clà (come dice Baglioni) Hai proprio ragione, quest’anno incendi quasi a zero, non ci avevo pensato!!
    La mia estate invece è anomala quest’anno. Innanzi tutto non ho ferie perchè il miocontratto andava fino al 30/06 e mi è stato rinnovato a fine giugno. Poi è un’estate piena di decisione importanti che devo prendere.
    Mah qualcosa deciderò!
    Un abbraccio sentito… Paola

    • Chit:

      Diciamo che di questi tempi il non fermarsi causa lavoro è l’unica cosa di cui non bisogna lamentarsi. Riguardo alle decisioni sono sicuro prenderai quelle migliori 😉
      Un abbraccio grande grande

  • Mmmh, io penso che pure qui stiamo agli asgoccioli. Nella mia fantastica cmune vacanziera si va in giro canticchiando: “DEFAULT”! Dobbiamo ricordarci anche di richiedere la SIAE non si sa mai qualcuno sulla spiaggia ce la freghi! 😉

  • Leggendo il tuo articolo ho avuto una sensazione di nostalgia di un passato che ormai non c’è più.In effetti le cronache sono piene di eventi politici(no comment)ed in Tv è sparita anche quella voglia di cronaca vacanziera(se non per il gossip).
    Guardo q.b.la televisione,ma in questo periodo è un vero mortorio,giusto per far pesare di più a tanta gente un agosto già monotono e triste.
    Hai ragione,forse è una questione di età,di maturità,di tempi che sono enormemente diversi dagli ultimi decenni,fatto sta che neanche le estati son più le stesse,anche meteoroligicamente parlando!
    Condivido con “la meringa”il termine default come tormentone,perchè mai adoperato a sproposito come in questo mese.
    buon tutto
    Lella

  • Felipe:

    La crisi sta facendo i suoi primi amari frutti

    • Chit:

      Veramente i “frutti” di questa situazione sono giù maturati da tempo e solo in pochi hanno continuato a negarne l’esistenza. Ora, i frutti, una volta caduti stanno marcendo e non si può fare a meno di sentirne la puzza… 🙄

  • Aggiungiamo anche che di caldo se ne sente poco e a me è capitato di lavorare col maglione invernale, visto che c’erano 13 gradi. Un’estate insolita. Speriamo non peggio (se peggio si può).

  • questa estate è strana ma forse siamo noi più disincantati, più disillusi
    un po’ di timori li ho pure io, vivo di stipendio e se crolla tutto, non so come finirà.

    • Chit:

      non sei l’unico a vivere di stipendio amico mio… dici che abbiamo sbagliato tutto? Era meglio vivere di rendite finanziarie o intensando tutto a società off-shore forse…

  • Tina:

    Sai che stavo pensando la stessa cosa?

    Ho sempre detestato i tormentoni musicali, ma accidenti, quest’anno c’è un solo tormentone, la borsa sale o la borsa scende, forse se fossero andati in ferie avrebbero fatto meno danni, almeno a livello di sistema nervoso, aprono bocca e boccheggiano come i pesci dentro la boccia di vetro.

    Claudio…non possiamo fare come gli Argentini del 2000/2003 e gli Islandesi?

    Buona serata 😀

    • Chit:

      Come gli islandesi??
      Purtroppo non abbiamo vulcani in grado di ricoprirci di cenere… abbiamo solo politici che ci ricoprono di… [ci siamo capiti no?]

  • su tante cose hai ragione, non c’è manco più l’interminabile coda sulla Salerno-Reggio Calabria… ma incendi purtroppo ce ne sono ancora, nel parco del Cilento (mia madre, che è in vacanza lì, ogni giorno mi dà il dettaglio di canadair, strade bloccate e co). peccato, è un posto meraviglioso.

  • Se già in questo periodo vacanziero l’atmosfera è così pesante, comincio a preoccuparmi per cosa ci riserverà l’autunno… 😐

    • Chit:

      Prima arriviamoci possibilmente con la capacità d’intendere e di volere dopodiché ci porremo il problema. A piccoli passi che i progetti a lungo termine ormai sono fuori moda 🙂

  • goffredo:

    purtroppo il nostro Paese è entrato in crisi dall’inizio dell’euro…guardate cosa presagì un grande scrittore come Biagi nel lontano 1999:
    http://www.youcandid.com/video/6cc4225d7dd583d6996266ccb1cc82fe/

    • Chit:

      Veramente non era il solo ad averlo previsto, peccato che i pochi che non lo hanno fatto sono quelli che avrebbero potuto metterci una mezza pezza almeno, peccato veramente… :-/

  • Consoliamoci. Anch’io che ho una laurea in economia e commercio ne capisco poco.

  • Passo la mano e mi limito ad augurarti un buon proseguimento d’estate!
    8)

Lascia un Commento



Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…