Categorie
Archivi

Cantiamo che (forse) ci passa

Tanto per rassicurare lettrici e lettori che si sono chi pubblicamente, chi in via privata interessati alle ragioni della mia assenza, oggi “rubo” un po’ di tempo alla solita routine di lavori d’ufficio, a quelli casalinghi (perché non ci crederete ma sono ancora con la casa sottosopra per la ristrutturazione) ed alle “sfighe varie di giornata”, come cantava Vasco tanto per… dare un senso a questo blog che forse tutto sommato un senso non ce l’ha!

E’ un periodo di ricostruzione, sia a casa mia, sia nel Paese; io, spero non ve ne abbiate a male, ma da qualche settimana ho deciso di concentrarmi sui lavori domestici dopo gli errori commessi.  Quali errori mi chiedete?

Il primo di assegnare le opere di  muratura e impiantistica alla stessa ditta che ha lavorato alla ristrutturazione della cappella Sistina. A dire il vero non sono sicuro siano esattamente loro ma… i tempi alla fin fine risulteranno più o meno quelli. Il secondo quello di affidare l’appalto della successiva posa, levigatura e verniciatura dei palchetti a personaggi simpatici e di compagnia fin che si vuole ma professionalmente alquanto simili a questi due anche se nel mio caso, vi assicuro…  non c’è stato e non c’è proprio da ridere!?!

Così, preoccupato e occupato da altri eventi, mi rendo conto che ho colpevolmente-ma-volutamente-e-consciamente saltato la celebrazione del 12/11/2011, da molti ribattezzato il nuovo giorno di liberazione nazionale.

In realtà ho volontariamente atteso ed aspettato ad esprimermi, perché a differenza di molti da tempo non credo più a Babbo Natale, credo ancora meno ai miracoli, sono allergico al prosciutto sugli occhi ed insensibile alle folgorazioni e quindi ho voluto attendere, finora perlaltro invano!
Quindi no, non parlerò di Monti. Per lui purtroppo parla già ed in maniera abbastanza cristallina (ed inquietante ndr)  il suo curriculum: io per ora non posso far altro che attendere le sue riforme, senza nessuna ansia o fretta particolare, ben conscio che alla fin fine ne parleranno e scriveranno molti di meno ma faranno sicuramente più danni delle famose armi di distruzione di massa di Saddam Houssein.

In fondo cosa potrebbe mai cambiare in 15 giorni nella guida di un Paese se si “pesca” sempre dallo stesso cappello e le soluzioni possibili escono sempre dalle solite teste di… ?

Credo  nulla, se non lasciare che a fare tutto questo sia un manipolo di risolutori pronti a mettere faccia e firma su leggi chieste da altri, salvo poi tornare nell’oblio lautamente ricompensati per l’ingrato compito assolto. Perchè se qualcuno ha ancora dei dubbi state pur certi che alla fine delle riforme che faranno, quella che molti prima definivano la “scure di Tremonti” ho paura che a confronto sembrerà un semplice ‘cutter’.

In fondo non dobbiamo dimenticare che siamo il paese delle canzonette, siamo stati per due repubbliche il paese del “fin che la barca va” ed ora non cambierà nulla, in meglio intendo. L’unica cosa che ci chiedono solo di cambiare il leit-motiv, quindi mettiamoci sotto ed impariamo bene le parole di quello che ben esprime il nuovo tormentone nazionale…

in un passaggio di questo magnifico brano, il grande Gaber canta:


Liberi, sentirsi liberi
forse per un attimo è possibile
ma che senso ha se è cosciente in me
la misura della mia inutilità.

Vero… che senso ha?

Ebbene, se vi andasse di compiere un piccolo sforzo in cambio di sentirvi un po’ meno inutili, come indicato nel banner in home page, rinnovo l’invito a leggere e (se d’accordo) a diffondere la notizia dell’inqualificabile episodio di discriminazione compiuto dai gestori del parco giochi di Gardaland nei confronti delle persone affette da sindrome di down con la speranza che se la barca riprenderà ad andare, su quella barca, ci sia un posto anche per loro!

 



Post attualmente letto 8.889 volte

Post simili:

33 Commenti a “Cantiamo che (forse) ci passa”

  • Beh dai, magari oltre alla tempistiche, ti ritrovi anche con il risultato in stile cappella sistina 😉

  • L’importante è che la casa diventi proprio come la desideri.

    Un abbraccio e un sorriso

  • Cappella Sistina?!? Quindi sei diventato papa? Beh complimenti 😉

  • Se chiedevi ti avrei suggerito io una ditta seria che lavora veramente molto bene… Sono così rare.

  • Come ti capisco. Mentre scrivo ho di là un muratore e un idraulico.

  • Da due settimane sono iniziati i lavori di ristrutturazione della mia casa.
    Sono solo all’inizio, ma già mi sembra di vivere in una casa bombardata.
    Insomma… sono solo all’inizio e già non ne posso più.
    Ma come si fa a vivere in questo modo?

    Per il resto… sono d’accordo con te.

  • Tina:

    Questa volta non concordo, la sola idea di non avere quella associazione a delinquere al governo, mi fa sentire meglio e nel leggere la soluzione di Termini Imerese gestita da Passera e non da Sacconi, segna un punto a favore del Governo Monti.

    Per la casa…se fossi stato a Torino, saresti già a posto, ti avrei mandato una ditta seria e che non bara sulle fatture ;-))

    Notte buona Claudio ;-))

    • Chit:

      Questi non è che barano sulle fatture… barano sui tempi di attuazione, quasi peggio 🙁
      Per il resto Tina cara dico solo, stiamo a vedere ma stiamo allerta!

  • Chit… mi stai dicendo che le probabilità che finiscano casa tua sono pari alle probabilità che abbiamo noi stato di avere un governo decente?! 😉

    • Chit:

      Non vorrei peccare di presunzione ma a casa mia da ora prendo in mano le cose e… male o bene ma finirà. Per quanto riguarda il governo mi ‘sforzo’ di intravedere il bene, il male l’ho più o meno individuato… stiamo a vedere come andrà a finire 🙂

  • Pino Amoruso:

    Negli ultimi mesi, causa impegni personali e lavorativi, ho tralasciato il mio blog e non seguo il tuo con la stessa assiduità di un tempo. Purtroppo ( e ci ho pensato tanto) la mia indole non mi permette di tacere su uno schifo che si è verificato nel comune in cui abito. Vi invito, se ne hai voglia, di condividere e di “fare rete”su una iniziativa promossa dal circolo IdV di Pioltello e che trovate nel mio blog (http://pinoamoruso.blogspot.com/2011/11/firma-anche-tu.html). Ti ringrazio e ti chiedo scusa se ho occupato un piccolo spazio del tuo blog.
    A presto
    Pino Amoruso

  • Per quanto riguarda la casa, so per esperienza che in queste cose si sa quando si inizia, ma non si sa quando si finisce… In bocca al lupo!
    Per quanto riaguarda il governo…preferisco non commentare! 😉

  • Alcuni Artisti hanno saputo, anche se sono solo canzonette, dire in tre minuti quello che fior di “politici” non osano neanche pensare.
    Benvengano, allora.
    E visto che ristrutturi, ricordati di cambiere il mio link (eh, sì… pubblicità progresso!).
    🙂
    http://transit3.blogspot.com

  • Non so se ripeto il commento, ma non lo vedo e ci rifaccio…
    Alcuni Artisti hanno saputo esprimere, in tre minuti (anche se sono solo canzonette), concetti che i “politici” nemmeno si sognano.
    Quindi, benvengano.
    (Era così, più o meno).
    Visto che sei in ristrutturazione, ricordati di cambiare il mio link (pubblicità progresso):
    http://transit3.blogspot.com
    😮

  • Ciao Chit
    per i lavori ti capisco li abbiamo finiti a settembre e anche io avrei qualcosa da ridire.. tipo che non esistono più le persone che ti fanno il lavoro come si deve.. tipo che prima ti fanno tutte le moine e quando li paghi non li vedi più… e mi fermo.
    Su Gardaland mi vengono in mente solo tante parolacce!
    buona giornata

    • Chit:

      Caro Ernest, i lavori li hai finiti e…questo conta!? 😀
      Per quanto riguarda Gardaland, se a fin di bene sai che le parolacce inq uesto blog sono consentite vero? 😉

  • che criticone, ma se hanno cominciato a ridursi lo stipendio del 70 per cento!! 😀
    ( il problema è che bisogna vedere da che stipendio base si parte: se percepisci qualcosa con svariati zeri, alla fine quello che rimane è pur sempre qualche ” spicciolo ” che ti permette di vivere da nababbo!! )
    brutta faccenda la ristrutturazione di una casa, un’esperienza da non ripete neanche se ti pagano!

  • Ciao Chit, sono tornata…e sono già al lavoro..Splinder chiude e io mi sono dovuta fare un nuovo blog 🙁
    Questa estate l’ho trascorsa negli ospedali per la nonna. Poi, poca voglia di pc. Ora va meglio. Ti lascio il mio nuovo indirizzo:

    • Chit:

      Cara amica, mi spiace molto per le vicissitudini familiari e ho preso nota del nuovo indirizzo. Come vedi dall’assiduità delle mie presenze in rete anche io qualche piccolo contrattempo l’ho avuto ma… passo a trovarti prestissimo, contaci 😉
      Un abbraccio

      p.s. intanto ho già aggiornato il link nei preferiti 🙂

  • ciao carissimo
    non devi giustificarti della tua assenza, anche se ci fa piacere avere tue notizie.
    E’ un periodo un pò così per tanti di noi,per un motivo o per un altro.
    Mi spiace sapere che sei in ballo con la ristrutturazione della casa, perchè bisogna avere nervi ben saldi per non scoppiare.
    Ho fatto anch’io esperienza e non ho certo bei ricordi.
    Spero che la ricostruzione della tua casa sia più veloce e meno dolorosa di quella del nostro paese……
    un abbraccio
    Lella

    • Chit:

      a dolore purtroppo ci siamo, come tempi pure poi mi sono leggermente incaxxato e… anche se non sono Monti le cose hanno preso una buona accelerata. A breve conto di tornare nella blogosfera con più assiduità 😉

Lascia un Commento



Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…