Categorie
Archivi

Archivi per la categoria ‘Personale’

Dalle parole ai fatti

In questi giorni non si fosse notato, risulto un po’ latitante dalla blogosfera ma chiariamoci subito, nessun viaggio a Santa Lusia, nessuna compravendita di ‘voti’, solo la naturale prosecuzione di un cammino iniziato tempo fa. Iniziato quando improvvisamente mi sono sentito saturo, satollo di sole parole ed ho avuto l’opportunità di poter passare all’azione, ai fatti. O almeno provarci.

Chi mi conosce lo sa, non sono tipo da auto-incensamenti, né tanto meno alla caccia di popolarità, quindi bypasso quello che sono stati questi ultimi due anni e come l’evolversi dei fatti mi abbia offerto occasioni di reale impegno (tempo in primis ed in cascata il resto) per obbiettivi che sono poi quelli che un po’ tutti noi perseguiamo nei nostri blog e cioè fare informazioni e lottare per promuovere le istanze di coloro che ne hanno meno. E così, dopo aver collaborato su e giù per l’Italia per questa o quella manifestazione o evento, è arrivata anche l’occasione di crearne uno a Trieste. L’occasione è rappresentata da un convegno a cui la ns. Associazione parteciperà direttamente ed a margine del quale abbiamo organizzato la presentazione del libro ‘Evviva la neve’ di Delia Vaccarello, persona molto sensibile e vicina alle istanze ed alle richieste del mondo lgbt.

Leggi il resto di questo articolo »

Notizie dal fronte…

E’ vero, non aggiorno più frequentemente il blog, non passo più a trovarvi, non partecipo alla vita 2.0, sono sempre in carenza di tempo (e non parlo solo di quello cosiddetto “libero” che da tempo  è diventato un’utopia) insomma, non sono sparito… sono solo diversamente libero.

Ma non vi illudete, torno presto!

Ho deciso: cambio visione del mondo!

Veramente non l’ho deciso io ma gli eventi e l’inarrestabile incedere del tempo.
No, nessuna conversione ma semplicemente grazie ad una nuova, costante, spero non troppo fastidiosa “compagnia”  da stasera la visione del mondo mi diverrà improvvisamente più nitida….

Leggi il resto di questo articolo »

Assente… legittimamente

Due le email oggi di affezionati lettori del blog che chiedevano ‘lumi’ della mia assenza. Questa settimana sono in giro, in parte per il mio impegno di cui tutti ormai sapete con l’Associazione e poi per lavoro. La connessione c’è e, molto più spesso, non c’è mentre il tempo… bè quello non c’è proprio.

Non ho fatto in tempo a legalizzare il tutto ma mi sembra tutto questo mi faccia rientrare d’ufficio nella categoria dei legittimamente impediti. O dite che mi manca qualche avviso di garanzia per aspirare a tanto?

Au revoir, a presto.

[tags]personale,chit,associazione trans genere[/tags]

Semplicemente…

Auguri buone festività 2009

– clicca sull’immagine per visualizzarla –

[tags]personale, natale, christmas,auguri,ricorrenze,chit[/tags]

Ho vinto ma non chiedetemi una mano!

Sei, Bingo, Gulp (non so se esiste un gioco così ma sono sicuro neanche voi) insomma HO VINTO e anche se la lotteria non è quella del Superenalotto la vincita vale molto molto di più. Ritrovarsi così

Leggi il resto di questo articolo »

Amaramente ciao

Forse non dovrei neanche provarci perchè come cantava Guccini “è inutile cercare parole che non trovo per dirti cose vecchie con il vestito nuovo“. E noi in questi ultimi tempi parole ce ne siamo dette, tante, mai banali o vuote. L’ultimo tuo sms diceva “incrocia le dita!”. L’ho fatto amico mio, non osavo quasi scriverti per chiederti com’era andato il colloquio.
Ora so non esser andato come doveva, ora so l’ennesimo “NO” aver colpito in profondità ed irrimediabilmente la fiducia in te stesso e in questo mondo, proprio quella fiducia  nel “giusto” di cui parlavamo spesso, perchè non possono essere stati sbagliati tutti gli insegnamenti che abbiamo ricevuto vero?

Mi mancheranno le nostre chiacchierate, ma soprattutto mi mancherai tu e mi mancherà la certezza che non potevo evitare nulla di quanto successo. Ora mi maledico per aver sempre rimandato il famoso weekend da fare insieme e per non averti potuto dire di persona quel “grazie” per l’aiuto che mi hai dato quando poco tempo fa ne avevo bisogno.

E mica è facile farne a meno ora sai?!?  La tua capacità di ascoltare, di far parlare, di leggere dentro le pause senza bisogno di farle seguire da parole inutili quando parole adatte non esistevano.

Ciao amico mio, vittima un po’ di tutti!


 

 

 

Post di servizio

Un breve passaggio sul blog giusto per dare un cenno di esistenza. E’ stata una settimana pesante! Me lo aspettavo ma, sinceramente, non in questo modo.

Da lunedì sera infatti sono costretto a letto con quella che inizialmente è stata diagnosticata come faringite, poi come forte faringite ma che dopo sei giorni di antibiotici, febbre costantemente sopra i 38° e collo stile Mike Tyson ha fatto venire qualche dubbio anche alla dottoressa. Tant’è che lunedì vado a fare degli esami per capirne di più. Oggi il termometro mi ha fatto scoprire l’esistenza di numeri anche inferiori al precedente ma a questo punto siamo in ballo e balliamo. Ecco spiegata la mia blog-latitanza che, riprenderà subito dopo questo post. Tanto da quel che mi han detto i tempi di recupero dovrebbero essere prolungati quindi avrò tempo per rimediare.

E pensare che quella che incomincia doveva essere una settimana importante, uffa. Martedì dovevo essere a Roma, il fine settimana poi c’era in quel di Viareggio un appuntamento importante insomma… non è mai bello star male, ma stavolta è ancora più brutto!

Buona domenica e buona settimana a tutti, vi aggiorno non appena avrò notizie più precise.

[tags]personale,chit,associazione trans genere,trans,diritti[/tags]

Succede nell’Italia del 2009…

Premessa: stamane il Chit s’è alzato con un po’ di mal di gola, con la sinusite cronica che reclama attenzioni e dopo aver dormito poco. Decido di non recarmi al lavoro con la macchina ma prendo la corriera. Arrivato alla stazione delle autocorriere vengo “annusato” da un cane e portato da due ragazzi in uno stanzino freddo e sporco, mi chiedono di svuotare tutto il contenuto delle tasche, mi viene richiesta la provenienza e la giustificazione di OGNI oggetto in possesso.  Li assecondo ricordandomi una recente modifica di legge in tema e che  i miei genitori mi hanno insegnato che “certe persone”, soprattutto quelle in divisa, vanno assecondate. Ciò nonostante, pur capendo appieno e giustificando l’azione di prevenzione, non riesco a fare meno di chiedere “il perchè” di un simile atteggiamento. Questo è più o meno il dialogo che segue:

[ Personaggi: PU= Pubblico Ufficiale / Collega PU= collega pubblico ufficiale / Chit= io ]

PU: Perchè Lei trema! – intima la voce di uno degli ufficiale.
Chit: Eh cazzo, sono in camicia in uno stanzino di un’autostazione alle 8 del mattino con 38 di febbre.
PU: Bè, noi non siamo dei termometri.
Chit: Si però ho lavorato e lavoro con Vostri colleghi e Vi vantate di essere più svegli dei Carabinieri, così non lo dimostrate!?
Come volevasi dimostrare infatti pochi secondi dopo il suo collega chiede:
Collega PU:  E come mai tutti questi pacchetti (4 ndr) di fazzolettini di carta?
Chit: Sempre per il raffreddore come detto prima e per la certezza dell’impunibilità del reato di spaccio di Kleenex.
Ocio che qui viene il “forte”:
PU: Ma lei dove sta andando?
Chit: Al lavoro
PU: Ma è dipendente?
Chit: Si.
PU e collega quasi in coro: E perchè se sta male non sta a casa se è dipendente?
Chit: Perchè ho sempre detestato chi la ragiona così, mi stanno sulle palle, non li sopporto e se l’Italia è a puttane è anche merito loro! Comunque se Vi interessa sto andando perchè è giovedì, ho un lavoro da terminare e, soprattutto, ho un’etica professionale, conoscete voi il significato di “etica professionale”?
Intanto mi viene concesso di cominciare a rivestirmi e rimettere le cose a posto. Arriva un quarto collega che rovistando tra i miei averi trova un biglietto da visita dell’Associazione Trans Genere e lì arriva la chicca:
Collega PU: Ma lei frequenta questi ambienti?
Respiro a fondo, la mia pazienza in questo periodo non è molta e mi rendo conto di rischiare a parlare ma, mi conoscete, zitto non so stare quindi comincio io l’interrogatorio:
Chit: Ognuno frequenta gli ambienti in cui si trova meglio non credete? Voi girate con i gli animali ad annusare qua e là, io trovo più piacevole stare con delle persone vere! Piuttosto, Voi che avete più esperienza di me, le (eventuali) prostitute lasciano biglietti da visita con recapiti abitativi e telefonici?
Prendo il loro silenzio come momento di debolezza e incalzo:
Chit: Vedete, questa è si un’associazione, ma non di quelle che Voi dovreste combattere, cioè quelle a delinquere. Ma mi rendo conto e non posso darVi torto, la fortuna di vivere in un certo ambiente è che si può “non pensare”. Quello è compito a cui sono proposti i Vostri superiori e voi potete lasciare cellule celebrali e neuroni a riposo. Si perchè (finendo di rivestirmi)… non mi direte che la marea di cazzate che ho visto e sentito stamane sono farina del Vostro sacco vero?

A quel punto si sono passati un rapido sguardo, mi hanno fatto firmare il verbale sul quale ho preteso i nomi di tutti, cane compreso, che tra l’altro era il più simpatico di tutti. Mi hanno fatto notare che la carta d’identità era scaduta e li ho ringraziati per l’avviso e… gliel’ho detto: se me lo chiedevano subito glielo spiegavo che l’altra sera ero vicino a chi fumava una canna! Ma io li capisco, la colpa è dei media che ogni tanto pubblicano certe notizie ma… chi glielo spiega che quella con cui sono arrivato io era una semplice e proletaria corriera e non un Boeing 747 in arrivo da Jamaica o Amsterdam???

[tags]italia,personale,chit,droghe,leggi[/tags]

‘IMPREPARATO’ (per il 2008) ma per il 2009…

Si diceva così a scuola quando non si era preparati e si veniva “beccati”  dalla prof giusto? E così dico a chi passa da queste parti e non trova la classica carrellata degli avvenimenti più significativi dell’anno che si sta per concludere. Ebbene si, durante l’anno avevo messo parte gli avvenimenti che mi avevano colpito maggiormente, queste giornate dovevano essere impiegate per fare ordine e dare organicità al post ma… vabbè, non credo questa notizia vi cambierà l’umore della giornata o il bilancio dell’anno, giusto?

Parlando genericamente potrei dire che quello che si sta per concludere è stato un anno “abbronzato” visto che ‘nero’ è diventato tabù come termine, anche se personalmente mi ritengo fortunato perchè lo concludo portandomi dietro progetti e buoni propositi che nonostante tutto me lo faranno ricordare come un buon anno (sapete che vado sempre controcorrente no?!). Mi preparo all’arrivo di quello nuovo senza proclami, grandi annunci o altro, ma convinto della bontà di alcune scelte fatte e aspetto il giudizio del “tempo”, unico giudice insindacabile del nostro esistere.

Ognuno di voi ha la sua storia, ad ognuno dovrei fare un augurio particolare ma diventa difficile oltre che lungo e contrario alla privacy. Quindi ne faccio uno “generico” e vi auguro che quello nuovo sia un anno dove ognuno di noi più che dare o avere abbia soprattutto la possibilità di ESSERE!

Tanti auguri e… buon tutto!

 


 
 (clicca per vedere la vignetta gentilmente offerta dal brother)

 [tags]personale,chit[/tags]

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…