Categorie
Archivi

Eliminiamo i pannolini agli umani e li mettiamo agli asini; che mondo è?

Questo è il colmo!?

Tempo fa pubblicai un post relativamente lo smaltimento di pannolini e assorbenti e la proposta di Beppe Grillo, post che fu poi ripreso ed inserito in home page di Libero (con ben 1.165 commenti) e portò  al blocco del mio sito da parte del provider per  eccesso di  utilizzo di banda.

La mia era volutamente una provocazione che portò comunque alla ribalta un problema reale e cioè quello dello smaltimento di questi rifiuti su cui quasi tutti convenirono occorreva agire e trovare soluzioni.

Ebbene, è di oggi la notizia che mentre qui da noi si cerca di andare in una direzione, in Kenya con un decreto, è stato imposto di mettere il pannolino agli asini con la giustificazione che “…gli operai che possono spazzare per terra. E’ per questo che paghiamo le tasse…”.

Spero per i kenyoti che il Comune non abbia a libro paga dei patologi perchè se così fosse … comincerei seriamente a preoccuparmi.

Fonte notizia: BBC News 



Post attualmente letto 8.216 volte

Post simili:

20 Commenti a “Eliminiamo i pannolini agli umani e li mettiamo agli asini; che mondo è?”

  • Eliminiamo i pannolini agli umani e mettiamoli agli asini: che mondo è?…

    In quale direzione sta andando il mondo? ……

  • Giusto trovare delle soluzioni, tipo dei pannolini degradabilissimi, ma non eliminateli, vi giuro che sono realmente indispensabili! Non vorrete mica tornare ai ciripan?!? I pannolini sono stati una conquista sociale delle donne! Sono ambientalista convinta… ma questo sacrificio sarebbe troppo grande 😛

  • @ guccia: il progresso non può tornare indietro. Tranquilla, che nessuno rinuncerà alla comodità dell’usa-e-getta per tornare ai vecchi sistemi. Però è assolutamente necessario iniziare ad usare prodotti biodegradabili. Anzi, per dirla tutta, bisognerebbe IMPORRE ai produttori di usare SOLO materiali biodegradabili e far sì che il consumatore trovi sugli scaffali SOLO prodotti ecologici, altrimenti finché continueranno a coesistere le due tipologie, e soprattutto finché quello non biodegradabile continuerà a costare la META’ di quello biodegradabile, la massaia attenta ai costi della spesa, ma priva di un orientamento eco-ambientalista continuerà sempre a preferire il prodotto inquinante 👿
    Sul fatto di mettere i pannolini agli asini… no comment! 🙄

  • @minpepp:penso sia normale che una massaia,ed anche una povera impiegata,cerchino di risparmiare dove possibile
    il problema è un altro come ci faceva notare un blogger sul post precedente di Chit,è che tutto c’è negli assorbenti tranne roba “igenica” e quindi biodegradabile.
    La domanda che mi viene spontanea è se realmente questo problema si voglia risolvere o meno,tutto qui!
    Per i pannolini agli asini si commentano da soli 😉

  • @ Laura: scusa ma non ho capito la tua sottolineatura… non è quello che ho detto pure io? (mi riferisco al fatto della massaia, ma anche ai componenti dei pannolini, argomento in cui sono molto ferrata visto che è il settore in cui lavoro da 24 anni).
    Ripeto, caso mai non fossi stata sufficientemente chiara: ai produttori di pannolini (e perché no? anche di assorbenti) bisognerebbe IMPORRE l’uso di materie prime biodegradabili, che rimpiazzino COMPLETAMENTE le materie prime utilizzate attualmente e che non si degraderanno nemmeno tra 10.000 anni, e che se bruciati possono solo gravemente inquinare l’atmosfera. Un po’ come si è fatto per la benzina verde: si è deciso che la benzina normale non doveva esserci più e la si è fatta sparire dal mercato. Punto.
    Sul fatto poi di risparmiare, il rovescio della medaglia è che bisognerebbe mettere sull’altro piatto della bilancia il discorso del consumo consapevole, l’acquisto di beni che, seppure più costosi, sono meno nocivi per la salute e per l’ambiente, ma qui si entrerebbe in tutt’altro discorso…

  • Oddio anche qua in Italia ci vorrebbero per i cavalli, se vai in giro per Roma ci sono certi ricordini formato famiglia 😆

  • Ma in Kenya si dopano? Comunque ammetto di non aver mai pensato a questo problema… è un bel problemone in effetti, accidenti! 😯

  • Allora a questo punto bisognerebbe mettere un pannolino pure ai cani e cavalli che gironzolano per le strade delle città italiane! 😉

  • Io penso che ad alcuni servirebbero i pannolini per la testa, visto che i loro cervelli partoriscono solenni str…..e! 😉

  • kit:

    concordo con alianorah 😀

  • Chit:

    @guccia, minpepp e Laura: purtroppo non posso entrare in questo vostro botta-e-risposta per mancanza d’esperienza 😉

    @cernobil: potrebbe essere un’idea dici? 😕

    @prostata: hai visto? e noi che ci preoccupiamo della loro sopravvivenza… 🙄

    @Laura: ci sto! brevettiamolo, sai mai che…. 😉

    @Alianorah e kit: più che un pannolino forse servirebbe un preservativo per evitare che ‘espellano idee’ 😆

  • Non posso crederci..meno male che noi abbiamo pochi asini (animali) e tanti di genere molto più umano… :mrgreen: 😆 😀 😛

  • Una volta a dispenser (radio2) ho sentito la notizia che c’è un gruppo di adulti che si incontrano in certi luoghi indossando solo dei pannoloni.
    Pare sia una setta o una culla, cose così. 🙂

  • Oby:

    Beh di certo inquina meno un po di sana pupu di un assorbente sintetico.. o no?

    Io sono per la salvaguardia dell’ambiente, ma dal punto di vista delle donne che scelta c’é? E’ un salvataggio che al momento non si puo proprio fare, meglio pensare a risparmiare acqua o corrente.

  • loredana:

    Ma un argomento diverso non c’è?

    Non per essere critica, ma le giornate cominciano ad accorciarsi dal solstizio d’estate, cioè a giugno, quindi siamo in declino da un po’.
    Il sole è fantastico, ma come la mettiamo con l’effetto che fa ad un sacco di gente e soprattutto alla lunga lista dei miei capi? per non parlare dei pazienti…
    Io non mi arrendo, sono solo stanca, non mi fermo per questo… 🙂
    L

  • Chit:

    @Dolcelei: chissà, magari servono ugualmente 😛

    @dalianera: forse in qualche reparto geriatrico? :mrgreen:

    @Oby: concordo amico mio, quoto in pieno 😉

    @Loredana: se ti consola non sei l’unica che ha a che fare con pazienti sclerati. No, non credo che basti cambiare stagione per limitarli, servirebbe del sonnifero pesante 🙄

  • Secondo me è la lobby del pannolino che è troppo potente.

    PS: Grazie per il link, ricambio più che subito e soprattutto più che volentieri.

  • @minpepp:infatti era una sottolineatura per concordare quello che tu dicevi,era una sorta di “dibattito” come lo ha definito Chit!!
    volevo darti ragione!!! 😉

  • volevano mettere i pannolini pure ai cavalli di roma, se non erro

  • Chit:

    @Signor Ponza: l’onore è tutto mio 😉 :mrgreen:

    @Fulvia Laopardi: non avevo dubbi che in presenza di idee “malsane” ci saremmo stati anche noi italiani 😕

Lascia un Commento



Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…