Categorie
Archivi

Fratelli d’Italia un caz

Sarò breve anche perchè la mia opinione la sintetizza appieno il titolo ma come spesso accade noi italiani ci occupiamo molto di alcuni particolari mentre ce ne sfuggono altri.

Come sapete l’altro ieri sono stati finalmente liberati Rossella Urru e gli altri due cooperanti spagnoli rapiti nove mesi orsono. Dico finalmente perchè credo nessuno meriti di vedere la propria libertà limitata o annullata, soprattutto quando questo avviene in un contesto di aiuti e solidarietà. E sfido a sostenere qualcosa di diverso.

Tanto vorrei dire a riguardo ma credo dopo l’impegno nelle varie iniziative ed i post dei mesi scorsi sarebbe solo un inutile ripetersi.

Tuttavia, fermo restando lo status di libertà di pensiero e d’espressione, a tutti coloro che pensassero ancora di vivere in un Paese si diviso (da sempre ndr) su molti temi ma sempre pronto a stringersi e compattarsi nelle difficoltà, ebbene li invito a leggere i commenti, che poi sono lo specchio dei pensieri dei lettori, che sono apparsi in calce all’articolo sul suo rilascio.

Per la cronaca, prima che qualcuno distrattamente pensi “male”,  il link non è di qualche forum o blog estremista di nicchia ma di pagine del Corriere della Sera e… lascio a voi ogni conclusione in merito.

[qui un piccolo estratto delle dotte esternazioni presenti]

E per tanto che mi piaccia il nostro inno,  non chiedetemi di considerare costoro “fratelli”, mi rifiuto perchè il solo pensiero che esistano sciacalli, cuori aridi di sentimenti e menti ottuse come queste mi fa pensare che il futuro sia molto più buio e pericoloso di quello che pessimisticamente si pensi.

A Rossella Urru ed ai due cooperanti spagnoli va il mio saluto di bentornato ed il mio ringraziamento per quanto fatto e quanto faranno; agli altri ed alle loro idee, anche se non è il mio stile, un sano, sentito e sincero vaffa!!!

Mi perdoni Marco Travaglio per aver parafrasato il titolo di un suo pezzo del 2008 e mi si perdoni lo sfogo ma non volevo ci fossero fraintendimenti riguardo al mio pensiero!



Post attualmente letto 5.797 volte

Post simili:

12 Commenti a “Fratelli d’Italia un caz”

  • Mi sono espresso su G+, ma ritorno a farlo anche qui.
    Credo che nessuno ci obblighi a sentire qualcosa per certa gente, che, tra l’altro, si crede molto intelligente perchè “va contro corrente”. Rendersi conto della propria pochezza è già un segno di crescita. Evidentemente il nostro Paese è zeppo di presuntuosi ignoranti.
    Per me non sono niente.
    Niente.

    • Chit:

      Hai ragione Daniele ma sai cos’è?
      e’ solo che mi illudo sempre che anche nel dissentire possano esistere dei “limiti” e, soprattutto, che almeno su argomenti come solidarietà ed impegno sociale non si speculi troppo ma lo so, sono un illuso…

  • cabialemina:

    tralasciando la storia del riscatto milionario a sostegno terroristi, Contenta che la signorina Urru sia tornata sana e salva, tuttavia non sono molto d’accordo con questi cooperanti pagati adeguatamente per una lavoro comunque interessante. Certo che pulire sederi ad anziani nelle strutture in Italia è molto meno cool

    • Chit:

      Mi piacerebbe sapere se sei forse un cooperante anche tu o parli come addetto al 730 di Rossella e degli altri che fanno questo lavoro. Perchè di cooperanti ne conosco più di uno e nessuno di loro “campa” di questo, forse conosco le persone “sbagliate” o (forse) non sono poi pagati “così adeguatamente”. 🙄

  • Ciao Chit
    sai credo che forse il problema siamo noi. Noi che abbiamo determinati valori e in questi anni abbiamo cercato di spiegarli agli altri che nel frattempo votavano gli affaristi e gli amici degli amici, noi che quando dicevano che la crisi era alle porte ci beccavamo insulti come “comunisti negativi”, noi che abbiamo marciato e criticato il governo precedente e anche questo perchè pensiamo a quelli che stanno male e che ieri come oggi si vedono togliere diritti fondamentali, noi che diciamo grazie a quelli che Rossella Urru perchè hanno il coraggio di fare ciò che altri non fanno e soprattuto ciò che i governi del mondo non fanno pensando invece alle armi, agli affari e al petrolio. Ma d’altra parte noi siamo il paese del re, del duce, della Dc e del Psi, delle stragi rimaste nascoste senza battere ciglio, del berlusconismo e dell’inciucio dal democratici che si dicono di sinistra e la destra. Credo che ci si debba rendere conto purtroppo che siamo in minoranza in questo paese del Grande Fratello. Ma cioò che è sicuro è che non molleremo mai.
    Un abbraccio

  • Aly:

    Scioccata dai commenti (quelli del Corriere) che ho letto sul tuo post.. forse questa gente non sa (o sa e fa finta di niente?) che persone come Rossella Urru non erano lì in vacanza, in gita, a fare un’esperienza “cool”. Era lì per aiutare concretamente essere umani come me e te. Poteva farlo anche in Italia, dicono? E che cosa cambierebbe? Quelli sono meno esseri umani di noi italiani? Di umanità spezzate dalla fame, dalle guerre, dalla malattie, purtroppo ne siamo pieni e ben venga a chi decide di aiutare, specialmente mettendosi in prima linea. Perchè non è questione di fare gli eroi, ma di aiutare chi sta peggio. Sapendo che ci puoi rimettere la pelle… e il caro Baldoni ne è un triste esempio…
    Mi sembrano così illogiche ed egoiste quelle parole che leggo caro Chit… così piene di quell’individualismo che tanto (quello sì) fa tendenza ultimamente. Ma ormai mi sono un pò arresa con gente così, lo ammetto: “non gettate le vostre perle ai porci, perché non le calpestino e, rivoltandosi, vi sbranino”. Ecco, che si tengano la loro beata ignoranza… preferisco parlare con persone come te Chit 😉

    • Chit:

      Scusa il ‘francesismo’ ma penso e credo che non ci sia peggior stronzo di chi lo è veramente… e costoro hanno tutti ma proprio tutti i requisiti per esserlo!

  • Lavorare in paesi difficili fa correre sempre qualche rischio. Però io ammiro chi si lascia tutto alle spalle e affronta questi pericoli per aiutare il prossimo.

    • Chit:

      Diciamo che basterebbe prima di criticare pensare che, per un motivo o per un altro, nella condizione di dover essere aiutati potrebbero trovarsi anche i “critici” e forse alzerebbero meno la voce. Ma la sensibilità non si compra nè si fabbrica e anche questi sono i risultati.
      Let it be… 😉

  • Io ho ammirato la sua determinazione a non arrendersi a chi vuole che le cose non cambino…
    E’ sempre facile essere cinici con gli altri, ma quando quel cinismo colpisce noi, come in questi periodi, allora non è giusto!
    Ipocriti!!!

  • Baol:

    Credo che, ultimamente, Serra, su La Repubblica, si sia espresso più di una volta sul “commento per forza” che sembra sia diventata una insana abitudine.

    Vado oltre quanto hai detto tu, non mi viene nemmeno voglia di pensarci a quello che hanno detto, soprattutto a chi si è espresso in merito al “numero di riscatti che si possono pagare”, sarà un mio limite ma non riesco proprio a considerarli…anche se, ahimè, temo che non siano in pochi.

Lascia un Commento



Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…