Categorie
Archivi

Giappone 1945-2011

Si è visto e parlato molto degli accadimenti giapponesi di queste ultime settimane, anche se spesso diventa estremamente difficile fare il punto di situazioni  in perenne evoluzione. Ed in attesa che passi la fase-alfa e la situazione si stabilizzi, ricevo e pubblico questa vignetta del brother che evidenzia come nonostante siano passati 66 anni, il punto di ri-partenza per quel popolo sia drammaticamente simile.
 
 
Marzo 2011 - dal Giappone terremoto, tsunami e nucleare minacciano il mondo– clicca sull’immagine per vedere la vignetta del brother –

(cliccare qui per vedere la raccolta completa)



Post attualmente letto 8.664 volte

Post simili:

19 Commenti a “Giappone 1945-2011”

  • Spero con tutto il cuore che, come per allora, si sappiano rialzare e rinascere più forti di prima…

  • Tina:

    Credi che da questa tragedia riusciranno a trarre la lezione che le due bombe del 45 non hanno dato?
    Tutti hanno avuto parole di lode per il comportamento composto dei giapponesi, a me ha fatto paura, mi ha fatto pensare a un popolo rassegnato a bruciare se stesso sull’altare del progresso dell’atomo. 😥
    Buona giornata Chit

    • Chit:

      In entrambi i casi non mi risulta alla popolazione sia stata “offerta” molta scelta. L’altra volta la distruzione è arrivata dal cielo, stavolta dal mare… non resta che sperare che la sfiga sia finita!?! 🙄

  • effettivamente il pensieto è stato proprio quello, se poi aggiungiamo che proprio gli USa hanno spinto il giappone a investire sul nucleare nonostante il parere contrario della popolazione giapponese…
    un saluto Chit

    • Chit:

      Gli usa, da buoni “sciacalli” (non riesco a definirli diversamente)hanno annusato il business post-atomica e ci sono sono buttati. Peccato che non avessero spiegato ai giapponesi che quelle che installavano erano atomiche di “nuova generazione” 🙄

  • Ho pensato la stessa cosa riguardo all’associazione nucleare/Giappone..

  • Tuo fratello sa sempre centrare l’obbiettivo.
    Io penso che dovremmo lasciare in secondo piano il nucleare u studiare di più le energie alternative…
    Paola

    • Chit:

      vero, in fondo Verdini & Co. hanno dimostrato che c’è modo di mangiarci su, E ANCHE PROFUMATAMENTE, anche con le energie alternative no? 😉

  • elipiccottero:

    Trovo che tuo fratello a volte sia inquietante, ma certo ci azzecca…

    • ACh - the brother:

      Purtroppo lo è anche la situazione in Giappone e pensando a quante sono le centrali nucleari nel mondo …

  • Il pensiero della similitudine è venuto a molti, me compresa.
    L’augurio che faccio al popolo ( classe dirigente) del Giappone è che questa tragedia li aiuti a riflettere. Mi auguro che facciano qualche passo indietro nel nome della sicurezza. Certi errori pagati a così caro prezzo, non si debbono più ripetere. Le giovani generazioni hanno diritto ad un futuro che in questo momento appare molto compromesso.

    • Chit:

      Riconosco a quel popolo capacità e sensibilità anni luce maggiore di quella italiana quindi credo proprio che porranno rimedio eccome. Sperando solo che non sia troppo tardi…

  • Il nucleare, per come è utilizzabile attualmente, è troppo pericoloso. Dobbiamo renderci conto che non siamo in grado di padroneggiarlo con accettabile sicurezza. E, soprattutto, gli effetti di uno sbaglio non spariscono dopo qualche mese o qualche anno ma possono durare per secoli (vedi Chernobyl ad esempio)

    • Chit:

      Gli effetti immediati sono quantificabili in caso di catastrofi “visibili” (terremoti, alluvioni, etc.). Le radiazioni purtroppo sono subdole ed i suoi effetti per nulla noti, quindi quantificabili purtroppo…

Lascia un Commento



Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…