Categorie
Archivi

Greenpeace invita così a Save our forests

Greenpeace, oltre ad essere per qualcuno uno dei miei soprannomi, è anche una di quelle organizzazioni che questo blog sostiene. Questo che vi propongo è lo spot appena creato per la campagna 2010 che non ha mancato di creare polemiche tra i bigotti  benpensanti per (cito testualmente) Come il corpo della donna è mercificato e sfruttato”. Ma ad essere obbiettivi, anche se il ‘così fan tutti’ non lo reputo una giustificazione, citatemi voi uno spot che non lo sia. A voi il video ed il giudizio:

Personalmente lo trovo estremamente ironico e per niente offensivo, insomma nulla a che vedere ad esempio con pseudo-spot dello stesso genere made-in-Italy di qualche anno fa.
E mi piacerebbe tanto, se proprio si volesse difendere e tutelare la donna, che invece che per un spot ci si cominciasse ad indignare ad esempio per le parole con le quali qualche giorno fa Bruno Vespa ha accolto sul palco del premio Campiello Silvia Avallone per la premiazione del suo romanzo «Acciaio». Chi più chi meno ne avrà sentito parlare o avrà letto qualcosa in merito, perché il comportamento e la frase pronunciata l’imenottero nazionale più famoso del Paese (“Pregasi inquadrare lo spettacolare decollete’ della signorina”) qualche piccola levata di scudi l’ha provocata. Peccato che la stessa sia stata portata avanti più da politici che dalle varie Associazioni ma d’altra parte c’era da aspettarselo visto che certe ‘battaglie’ ormai si fanno più per convenienza che vero e proprio credo, soprattutto in periodo pre-elettorale.

Eppure, non so come la pensiate voi, ma se nel primo caso c’è, o meglio uso il condizionale, ci potrebbe essere un uso strumentale del corpo della donna nel secondo caso mi sembra che ci siano insieme ABuso e pure un filo di violenza verbale.


Post attualmente letto 10.005 volte

Post simili:

19 Commenti a “Greenpeace invita così a Save our forests”

  • Anch’io l’ho trovato molto divertente (si può dire? Meglio ironico…).
    E’ che se non ci metti una bella donna, negli spot, raramente ti filano: dipende anche da quello che vuoi vendere, ma, si sa, spesso un dentifricio lo usano anche le vecchiette.
    Mai, comunque, che si pensi a quelle invece che a una “bonona” magari in bikini.
    Vespa? Qualcuno mi passa il “DDT”?
    😈
    P.S.: non lo dico per piaggeria, ma ti ho messo nella mia colonna di destra, sul Blog. Così è più semplice venire a trovarti. Il che, sia detto, è sempre un piacere.

  • Greenpeace invita così a Save our forests…

    Spot 2010 di Greenpeace che non ha mancato di scatenare polemiche tra i soliti bigotti-benpensanti. Eppure, a guardare bene, in Italia ci sarebbe ben di peggio di cui indignarsi… o no?…

  • Be’, sarà anche ironico però, visto l’argomento, il buon gusto mi pare scarsino.

  • Chit:

    @Daniele: purtroppo il legame eros-pubblicità non lo scopriamo oggi, questa volta almeno mi sembra utilizzato per un buono scopo
    @Dalle8alle5: non sono d’accordo, comunque l’importante è che se ne parli… di foreste, non delle donne chiaramente 😉

  • Non pare granchè nemmeno a me, insiste un po’ troppo. Ma probabilmente data l’esposizione media cui siamo abituati non ci si bada poi molto…

  • …e tutti quei culi che sfilano gratuitamente in prima serata nello scatolone del salotto ..claudio, lascia perdere ..son tutti dei segaioli…vola alto ” plis” 😉
    ….anche io sostengo “grinpis” …deh no !

  • Purtroppo al lavoro non posso vedere il video, me lo riguarderò con calma a casa e poi ti dirò il mio parere.

  • Chit:

    @elipicottero: come dici tu forse siamo troppo abituati a certe cose, ma trale tante esagerazione a questa almeno trovo un “fine”
    @ReAnto: GP tutta la vita!!
    @duhangst: attendo parere 😉

  • Uguale, ma uguale uguale a me, … What is the problem?
    😉 kisses

  • Del resto la Brambilla che è pure una “ministra”: http://www.moheta.it/wp-content/uploads/2009/07/michela-brambilla-super-sexi.jpg ha sponsorizzato il suo Ministero 😯
    kisses

  • diciamo che il risultato è stato raggiunto… farlo conoscere a più persone
    un saluto

  • Tina:

    Se Marina Ripa di Meana, dopo gli …anta, ha fatto tabloid del suo inguine nella campagna animalista con la dicitura esplicita:
    Questa è l’unica pelliccia che indosso
    Non crea problemi lo spogliarello.
    Un solo appunto, letto il post ho pensato che volesse parafrasare la spoliazione del pianeta, il bosco riprodotto sul tanga non si mette a fuoco subito.
    Per il resto…lo stantio “il fine giustifica il mezzo” ci sta tutto.
    Promosso 😕
    Buona giornata Chit

  • a me è piaciuto! Lo trovo ironico, straniante e efficace 🙂

  • Chit:

    @Jessica Moh: non lo vedo infatti… mentre la “pomozione” del Ministero è chiarissima! 😉
    @Ernest: intato, poi non resta che affidarsi alle singole coscienze
    @Tina: Greenpeace ringrazia 🙂
    @Trippi: speriamo di toccare con mano i risultati della campagna..

  • Greenpeace va sostenuto indipendentemente dalla campagna pubblicitaria.

  • ivy:

    all’inzio infastidisce.. pensi, ecco non sanno come attirare e ci mettono la solita donna che si spoglia.
    poi alla fine il trucco è svelato e comprendi che volevano appunto infastidirti (se donna) o attirarti (se uomo) ma con intenzioni ben diverse.

  • Chit:

    @kylie: concordo pienamente!?
    @ivy: infatti, il messaggio è un po’ differente rispetto ai soliti post sessisti trovo…

  • Niente di grave su!!! Anche se lo spot inevitabilmente ricorda quello di Ripa di Meana è la serietà di chi ci sta dietro a fare la differenza, Greenpeace è un altro pianeta!

  • Chit:

    @Romano: il parallelismo è stato voluto apposta, bravo ad averne colto il senso 😉

Lascia un Commento



Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…