Categorie
Archivi

Jeferson Camillo ovvero il Fausto Papetti della politica

In base al famoso detto secondo il quale “Tira più un pel di fi*a che un carro di buoi in salita”, sempre più frequentemente negli ultimi anni è capitato di incontrare nelle varie pubblicità immagini di nudi più o meno espliciti, doppi sensi o allusioni sessuali. D’altra parte dall’esperienza del passato è stato tramandato chiaro e nitido il messaggio che “bene o male ma l’importante è che se ne parli”. Uno dei precursori (forse inconsapevole) di questo binomio eros-pubblicità è stato a mio avviso Fausto Papetti.

Questo blog raccoglie lettori di varia età e a questo punto mi immagino l’espressione divertita (spero ndr) dei più “anziani” e quella della serie “che pupazzo dici?” dei più giovani. Bè, chi è stato Fausto Papetti lo potete scoprire facilmente cliccando sul link; io posso dirvi come mai tanti della mia generazione lo ricordano ovvero per il fatto che negli anni 70-80 era uno dei pochi insieme al catalogo Postal Market-pagina dell’intimo, che utilizzava per le copertine dei suoi dischi immagini di nudo. E non credo d’esser l’unico a ricordarlo per questo piuttosto che per i suoi brani… E ad onor del vero pare abbia venduto anche parecchio in quegli anni grazie alla sua musica (che peraltro non conosco e non posso giudicare) ma anche sicuramente a qualche tetta e qualche chiappa che non guastano mai.

E chissà che proprio a lui non si sia “ispirato” Jeferson Camillo candidato del Partito Progressista brasiliano, che ha pensato bene di girare per la sua campagna elettorale tre spot a sfondo vagamente porno soft, il tutto in base ad una sua massima diventata anche uno dei suoi slogane elettorali in base al quale [cito]

…la politica è come l’amore o la guerra: tutto vale.

Chissà, forse anche per questo il logo dalui scelto per la campagna elettorale è… bè, giudicatelo voi:

Non rimane che augurare agli amici brasiliani che in caso d’elezione i contenuti e le proposte del suo governo siano un po’ più originali ed un po’ meno copia-modifica(poco)-e-incolla di quelle viste in campagna elettorale.



Post attualmente letto 15.676 volte

Post simili:

21 Commenti a “Jeferson Camillo ovvero il Fausto Papetti della politica”

  • Jeferson Camillo ovvero il Fausto Papetti della politica…

    L’originale (????????) campagna elettorale copia-modifica(poco)-incolla del candidato del candidato del Partito Progressista brasiliano per le elezioni di quest’anno….

  • Jeferson Camillo ovvero il Fausto Papetti della politica…

    L’originale (????????) campagna elettorale copia-modifica(poco)-incolla del candidato del candidato del Partito Progressista brasiliano per le elezioni di quest’anno….

  • Ricordo perfettamente, e rimpiango un po’ le copertine dei 33 giri. Con lo striminzito spazio del cd fu tutta un’altra cosa, e la grafica perse peso.Ciao.

  • Ricordo Fausto Papetti, ed anche io lo ricordo per le copertine, credo di non aver mai sentito un suo brano!
    Certo è che il suo alter ego politico brasiliano dovrebbe presentarsi in Italia, per me nel PDL trova subito spazio!

  • Conosco Papetti ma, essendo allora una ragazzina, lo ricordo per la sua musica 😉 che ora verrebbe classificata come un misto fra instrumental e new age. Tutto sommato interessante e meglio di Steven Schlacks. sulle campagne elettorali stendiamo un velo pietoso và 🙂

  • Chit:

    @alberto: conservo una vastissima collezioni in vinile, fatico solo ormai a trovare le puntine di ricambio 🙄
    @duhangst: si, se gli va male in Brasile è sicuramente all’altezza-bassezza del panorama politico italiano
    @Artemisia65: prendo per buono quello che mi dici perché confesso la mia conoscenza essere ‘limitata’ alle copertine :opps:

  • Chit come dimenticare quelle copertine e poi il Postal Marhet!!!!!

  • Papetti era quello delle cassette stereo 8

  • Chit:

    @Ernest: impossibile!?! 😛
    @Oscar Ferrari: confermo, ma seppur in quantitativi minori ha venduto anche dischi 😉

  • ACh - the brother:

    Ebbene sì! Non essendo di primo pelo, le copertine di Papetti me le ricordo. Eccome.
    Per completezza della ricostruzione storica bisognerebbe citare anche le copertine di Panorama e quelle dell’Espresso che più o meno nello stesso periodo facevano a gara a colpi di pupattole seminude.
    Per dare un raffronto temporale/morale non c’era da vedere molto di più di che adesso passa in tv per pubblicizzare acque minerali e jogurt.
    Relativamente all’argomento sesso/campagna elettorale devo dire che le immagini dal Brasile non sono un granchè.
    Stiamo a veder cosa capiterà in Itali.

  • non ricordo Papetti, penso per ovvi motivi, ricordo però le copertine di Lancio story

  • Ma te li immagini quegli spot – in particolare la versione gay of course – qua in Italia quanto tempo avrebbero di vita??? Qualche minuto? Oppure nemmeno un secondo, censura preventiva???
    😛

  • Buone ferie..ti auguro bel tempo! Bacioni 😉

  • Al peggio non c’é mai fine. Ti auguro buone ferie 😉

  • Caro Chit…con le copertine di Papetti c’ho perso qualche diottria!!!!

  • Scusa per il “c’ho” ! 😀

  • daPPaolo:

    ChebbelliquestiricordiChiT!

    Farebbero quasi pensare che ti si rizzi ancora…ma si sa che non è più così, purtroppo.
    Ebbhè… dai, il tuo l’hai avuto con le seghe sui dischi di Papetti da giovane! Certo la fica vera sarebbe stata meglio, ma che ci vuoi fare, proprio a tutti tutti non tocca.
    Ora è tardi, peccato… 🙁

  • Intanto, per quel che ne rimane, buone ferie…
    E poi, sì, come non associare questo musicista alle sue copertine?
    Hai anche ricordato il “Postal Market”. Praticamente le prime dispense gratuite di sessuologia lanciate in Italia!
    😈
    A presto e grazie per la tua attenzione.

  • Buone ferie …adesso toccca a te 😉

  • Lo ricordo :mrgreen:

    Era il Richard Claydermann di quei tempi solo che Papetti suonava il Sax e non il pianoforte (suonava é una parola grossa) e le copertine del francese non erano invece così gustose come quelle di Papetti :mrgreen:

    Quanto al Brasiliano candidato…. ti do ragione in pieno ma permettimi che lo slogan che ha creato é sicuramente più carino di quelli del Cav…..

  • Chit:

    @ ACh – the brother: il contro-commento arriva un po’ in ritardo ma nel frattempo diciamo che in Italia s’è creata la situazione per cui effettivamente .. staremo a vedere 😉
    @Trippi: se non è zuppa, è pan bagnato 🙂
    @amatamari: in Italia hanno speso tanto tanto di più per ottenere un risultato di gran lunga peggiore!
    @Dolcelei: non sono state ferie ma semplicemente un allontanamento condiviso dal lavoro, comunque grazie 😉
    @Romano: lo scopriremo solo vivendo…
    @nadiaflavio: sei in buona compagnia mi sa 🙂
    @Daniele: impossibile, accostamento “scontato” …
    @ReAnto: le ferie sono una ruota ed ha girato anche da me, adesso che sono tornato gira altro ma poco importa 😉
    @Daniele Verzetti, Rockpoeta®: ‘italians do it better’ … anche in tema di copertine 😉

Lascia un Commento



Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…