Categorie
Archivi

Gli USA e la libertà “condizionata” d’espressione

Negli States il Governo ha messo sotto processo Joseph Frederick, studente dell’ultimo anno di un liceo reo di aver alzato nel 2002 un cartello durante il passaggio della fiaccola olimpica nella sua cittadina.

070316_banner_hmed_6p.grid-6x2

Questo cartello recitava ‘Bong hits 4 Jesus‘ (Tiri di bong per Gesu), il bong è una pipa ad acqua usata per fumare marijuana ndr). La preside della sua scuola lo chiamò subito per comunicargli la decisione di sospenderlo per cinque giorni, adducendo a motivazione il fatto che si trattava di? un messaggio che incitava? al consumo di droghe mentre la politica del suo istituto era contro le droghe. Lui si difese dicendo che la frase l’aveva vista scritta su uno snowboard e voleva semplicemente farsi due risate facendosi vedere in tv ma di tutta risposta il giovane si beccò altri cinque giorni di sospensione. La storia è andata avanti ed il 19 marzo si è tenuta la prima udienza. Attori di questa vicenda, oltre allo studente, Kenneth Starr, l’ex procuratore dell’affaire Clinton-Lewinsky, che rappresenta la scuola. In difesa dello studente si è invece vista a Washington Mary Beth Tinker, la ragazza che nel 1965 entrò in classe col fazzoletto nero per protestare contro il ruolo Usa in Vietnam.
In ballo, come ha detto il giudice Stephen Breyer, c’è ben più di uno striscione. Se la corte dà ragione a Frederick, di colpo gli studenti di tutte le scuole metteranno alla prova i limiti alla libertà di espressone negli istituti. Ma un eventuale verdetto in favore della scuola potrebbe davvero limitare questo diritto di tutti. La sentenza è prevista per giugno.

Insomma, in un Paese che la ‘democrazia’ ha la presunzione di esportarla, insegnarla? ed imporla con o contro il volere altrui bè, tutto questo mi sembra veramente un paradosso. Chissà se il suo cartello avesse inneggiato all’occupazione in Iraq o alla guerra in Afghanistan se avrebbe scatenato le stesse reazioni. Penso di no, pertanto deduco che il problema non stia tanto nel manifestare e sostenere qualcosa, ma in “cosa” si sostiene.

Cazzarola, vuoi vedere che Orwell non aveva poi sbagliato di molto?!

Fonte notizia. Cnn.com e WashingtonPost

 



Post attualmente letto 4.944 volte

Post simili:

15 Commenti a “Gli USA e la libertà “condizionata” d’espressione”

  • flo:

    Se non si pu scrivere Bong for Jesus allora che diranno negli States di God Tube?

  • s certo dalla collina sono poi scesa al mare e sono andata anche a lavoro!!!!

  • giudy:

    BUONGIORNO..COME NN ESSERE FELICE DOPO ESSERE TORNATA A CASA??? MI SENTO STANCA MA IL PEGGIO PASSATO…ED OGGI MI HA ACCOMPAGNATA X IL RIENTRO ANKE IL SOLE… E’ BELLO RIVEDERE IL CIELO LIMPIDO.. SPERO KE TU QUESTO FINE SETTIMANA LO TRASCORRERAI DALLA “MAMMETTA” CHE TI VUOLE TANTO MA TANTO MA TANTO BENE…..E LE MANKI TANTO MA TANTO MA TANTO….
    COME SI PUO’ NON VOLER BENE AD UN FIGLIO COME TE???
    UN ABBRACCIO CI SENTIAMO PER TELEFONO QUINDI NON TI AUGURO QUI IL BUON FINE SETTIMANA
    CIAO 😉

  • Ed:

    Gli USA sono belli perch sono vari.

  • KiT:

    in effetti….anche ed ha ragione…. 😕 😕

  • meich:

    Sicuramente una cosa gravissima!!!!!!!Nel nostro paese per una cosa del genere rischi 10 anni di galera,chi invece vende 1 kg di coca il giorno dopo fuori.
    P.S.
    Caro Chittaro,sabato vigilia di Pasqua ci vediamo come avevamo detto x telefono?Se il tempo accompagna ti faccio conoscere la bimba. :mrgreen:

  • Chit:

    @flo; penso sia prevista la lapidazione 🙄

    @valentina; tipico delle nevicate primaverili 😉 meglio così 😛

    @giudy: mi cacci già via? Naaa questo weekend, quello di Pasqua andremo giù 😉 A dopo…

    @Ed; vari o… avariati?! 🙄 😉

    @meich: aggiudicato, appena abbiamo idee chiare per le tempistiche del viaggio ti avviso 😛

  • Direi che la notizia si commenta da sola. Viva la libert? . D’altronde negli stati uniti che stato abolito l’habeas corpus, per il quale in inghilterra a suo tempo invece si fece la rivoluzione…

  • layla66:

    giorno, si capisce che sono a casa influenzata??? Anyway, ma scusa ancora qualcuno crede che l’america sia una “democrazia”? Mi risulta che in nome della democrazia abbia sempre fatto guerre per il proprio tornaconto economico, ha iniziato esportandola in casa propria contro i nativi americani..e guarda che fine hanno fatto: spogliati della loro cultura, ghettizzati nelle riserve e sottopagati quando qualcuno si degna di farli lavorare….Orwell nn solo ci aveva giusto ma stato un precursore…cavolo fosse stato la reincarnazione di Nostradamus???

    P.S. Non dimentichiamo che i coloni erano frutto di una simpatica amnistia inglese ahahahahaha

    P.S. Se qualcuno avesse sky possibile vedere il programma 30 days l’ultimo progetto di Morgan Spurlock ( quello di super size me). Non aggiungo altro ma solo vedetelo se possibile
    ciao ciao layla

  • personalmente non ci trovo niente di male, l’avessero fatto qui due tipi come casini e rutelli avrebbero fustigato il malfattore e mandato milioni di scuse al vaticano :mrgreen:

  • Ciao Claudio,
    sono perfettamente d’accordo con te, per in Italia se stai in un bar parli dello scudetto di cartone rischi di pi! 😉

    PS: Ho scelto questa notizia per il mio post su OKNOtizie 😉

    Ciao e buon fine settimana

  • ..della serie fai cio che vuoi,
    ma non dire cio che fai!
    Poi vieni giudicato(A PRIORI)per chi sei o per cosa fai.
    Magari sbaglio ma suona cosi,
    a presto Claudio.

  • gi:

    certo
    che se avesse inneggiato alla guerra il suo striscione sarebbe stato tollerato: nella fattoria degli animali tutti sono uguali ma alcuni lo sono di pi .. quelli che stanno dalla parte “giusta” ahim.. questo il massaggio

    Gi

  • Chit:

    @Raqquash; non resta che dire God save us 😉

    @FulviaLeopardi; b, riguardo ad assoggettamento al Vaticano gli Usa non che siano da meno :S

    @Giuseppe T.: grazie della scelta 😳

    @fjster: pi o meno Max, il senso quello 🙁

    @gi: per la serie “o con…o contro” 😕

  • Mah, mi sa che Orwell aveva proprio ragione…si sta arrivando a un punto di rottura, e quando questi piccoli equilibri instabili verranno a mancare, cadremo come tutte le grandi societ? del passato…che tristezza, la situazione s’imbarca proprio male…

    Ciao Claudio un baciotto

Lascia un Commento



Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…