Categorie
Archivi

Nucleare e orsi spara-cazzate!

Ho letto ieri con sgomento e un filo di compassione, l’intervista del pregiatissimo Prof. Umberto Veronesi in tema di nucleare rilasciata a La Stampa. Certo, in qualità di Presidente per l’agenzia della sicurezza sul nucleare non poteva non dichiararsi contrario, pena la perdita della poltrona di fresca nomina e di questi tempi si sà meglio non sputare nel piatto in cui si mangia. Di questi tempi proprio no, nemmeno se esso è radioattivo amici miei!

Un piccolo sunto dei passaggi salienti è già stato fatto dal sito Agoravox, che sul tema propone anche un piccolo quiz sugli sponsor della Fondazione Veronesi che, confesso, non avevo mai visto e, apro parentesi, permettetemi di dire… me’cojoni!!!

Chiusa parentesi, volevo comunque tranquillizzare chi non avesse letto l’intervista che relativamente al vero problema, quello dello smaltimento delle scorie radioattive, non c’è problema, infatti [cito]: 

«… Si tende a individuare un unico sito per Continente. In Europa ci sono tre soluzioni allo studio, tutte fuori dai nostri confini. Ma il punto vero è che le scorie sono sì un problema serio e costoso, ma non devono spaventare…»

In un’altra intervista ha parlato di nuovi spot per “sensibilizzare” e informare e mi spavento. Il nostro è un paese sensibile alle immagini più che ai fatti questo, dovremmo averlo capito. Chissà che a breve non ci tocchi sentire parlare, come già per i cassonetti ed i tralicci, di “centrali d’autore” o non ci si ritrovi davanti a spot del tipo “Nucleare, il futuro ti viene incontro” (metti un po’ di gnocca e tutto torna sempre) o ancora a spot che parlino di un “luminoso, caldo e romantico futuro”. Come andrà a finire, Battisti insegna, lo scopriremo solo vivendo.

Per ora rimane l’unica certezza ovvero che in Italia gli “orsi famosi” o “splendidi giganti” (*) che dicono cazzate, da oggi ce ne sono almeno due!

(*) questa l’etimologia del nome Umberto


Post attualmente letto 22.676 volte

Post simili:

37 Commenti a “Nucleare e orsi spara-cazzate!”

  • Oltre agli orsi c’è pure un Trota che spara cazzate… Un nuovo zoo di mostri 😆

  • Sulla mia scrivania giace, da un pò di mesi, il DVD inviato a un pò di famiglie: “Fatti un’idea sul nucleare!”.
    Come saprai tale oggettino è stato giudicato inappropriato e fuorviante.
    Tanto io un’idea ce l’ho già, sul nucleare e puoi capire qual’è.
    Adesso è importante che si faccia il referendum, visto che quello buono se lo sono scordato.
    Nonostante Maroni e i tentativi di questo Governo di farlo andare fallito, non dobbiamo fargliela passare.
    Un abbraccio.

    • Chit:

      Viste le ultime scelte recenti in tema finanziario (leggasi election day non voluti) credo che difficilmente troveranno fonti e risorse per andare avanti con questo progetto, comunque… doveroso monitorare!?! 😉

  • spero che questo progetto non vada avanti, che il prossimo governo non sia in mano al nano malefico e che tutto finisca in una bolla di sapone 🙁

  • Il nostro è un paese “sensibile” come i preservativi…. non si sente un cazzo ….scusate il francesismo..ma sono appena uscito dalla Sorbona.
    Per quanto riguarda le centrali nucleari , i siti dove costruirle potrebbero essere due …Arcore e il giardino di casa di Veronesi
    Ciao Claudio tutto a posto e niente in ordine ..oppure tutto a posto e tutto in ordine .. 😉

  • Pur non essendo medico, mi è successo di avere qualche perplessità di fronte a certe affermazioni mediche di Veronesi.
    Figurati su quelle che fa su argomenti dove lui non è “esperto”.

  • “Le scorie sono sì un problema serio e costoso, ma non devono spaventare”. Ah, beh, no di certo. Chiaro. 8)

  • ACh - the brother:

    Viene da pensare che nuocccia di più una sigaretta che non eventuali radiazioni e che quindi rollarsi una cartina con un po’ di uranio o plutonio (a parte il costo) sia molto meno dannoso.
    Non ho le basi scientifiche di Veronesi, ma mi è difficile essere ottimista come lui e farla così facile.
    Anche se dai tempi di Chernobyl la tecnologia del nucleare è progredita (anche se i morti, i malati di cancro ed i deformi retano), sono dubbioso sul fatto che si possa dar per scontata la sicurezza ed in ogni caso non mi è di conforto sapere che le scorie delle nostre centrali non saranno stoccate in Italia. Non è per questo il problema dello smalimento cessa di essere tale e l’idea che sia qualcun altro a farsi carico dei miei rifiuti non mi pare sia sufficiente a a farmi accettare il nucleare come scelta energetica obbligata.
    Sulle fonti energetiche alternative c’è molto da dire (non è tutto oro!), ma ritengo che sul nucleare ci sia molto da riflettere prima di proporlo come unica salvezza per potere un domani collegarsi in internet o guardare la televione.

    • Chit:

      Vedi brother, purtroppo per te no, per me e qualche altro neanche basta sapere che altri avranno in carico le scorie (a quale prezzo poi? ndr) ma alla maggior parte degli italiani interessa il ‘giardino pulito’, poco importa se per ottenerlo si è buttata l’immondizia solo oltre il recinto… 😉

  • ACh - the brother:

    PS:
    l’illustre professore potrebbe scendere dalla sua poltrona di presidente per il nucleare e chiedere lumi al governo a proposito delle voci che circolano riguardo al taglio dei fondi per i malati di patologie gravi (tra le quali anche il cancro) contenuto nel decreto milleproroghe da utilizzare invece per sanare la situazione di allevatori in arretrato con il pagamento delle multe sulle quote latte.
    Tanto per sapere …

  • E’ tutto un problema caro amico..siamo il paese più misero, che deve importare energia dagli altri..pure quella nucleare dalla Francia. Siamo quelli che dipendono dal bello e cattivo tempo che c’è nei paesi che ci vendono gas e petrolio..siamo un povero che ha bisogno di tutti, un paese indecente che deve vendersi per non rimanere al freddo.
    Bacioni a te ^_^

    • Chit:

      Il fatto che questi Paesi siano governati da gente che si chiama Gheddafi e Putin mi fa pensare male, molto male! … ma forse sono io che sono malizioso e questi sono solo delle coincidenze, vero? 🙄
      Comunque se è vero che siamo “poveri” lo siamo soprattutto nella buona volontà di guardare avanti a prescindere dal proprio tornaconto immediato!

    • @ dolcelei:
      Concordo: dal punto di vista energetico siamo un paese povero e siamo perciò costretti ad importare energia. E’ ovvio che a quel punto non si può fare tanto gli schizzinosi sul fornitore. Prendere e ringraziare.
      C’è un però.
      A partire dal boom degli anni ’60 abbiamo vissuto al di sopra delle nostre possibilità (non solo noi italiani) confidando che il progresso fosse inarrestabile e che il futuro sarebbe stato sempre roseo e favorevole. Nel 1974 siamo tornati con i piedi per terra (leggi austerity), ma solo per un certo periodo, dopo di che via di nuovo verso l’infinito ed oltre.
      Bottiglie di plastica al posto di quelle di vetro, vaschette di polistirolo per gli alimenti, programmi televisivi non stop 24 su 24, trasporto su treno progressivamente peggiorato e più costoso dell’automobile, apparecchi elettronici in stanby …
      Ed anche chi non era d’accordo è stato costetrto a subire perchè quello era il progresso. Adeguarsi ed andare avanti.
      La filosofia del benessere ha vinto sui pochi grilli parlanti e, anche se c’erano, gli educatori ad una esistenza sostenibile (non mi riferisco ai demagoghi) sono stati messi in minoranza. Nessuno se li è filati.
      Siamo un paese energeticamente povero, d’accordo, ma pochi sono disposti alle rinunce perchè la vita piace comoda.
      Che comodità equivalga a necessità e che la necessità imponga il nucleare … vorrei che riflettessimo con attenzione.

  • Il problema per come la vedo, è che se anche fosse praticamente impossibile gestire male la cosa, in Italia riuscirebbero a fare dei disastri con il solito giro di mazzette. In un paese in cui dopo 20 anni dalla chiusura non abbiamo ancora chiuso con le centrali del passato, in cui non si riesce neanche a smaltire decentemente la spazzatura non radioattiva, in cui si inzia il gioco dello scaricabarile non appena si sente la parola smaltimento… Posso immaginare come andrebbe a finire! Per non parlare poi della scelta dei siti o della costruzione delle centrali!! Non oso pensarci

  • Sta cosa del nucleare mi mette ansia visto che faranno una centrale alle porte di Venezia…

    • Chit:

      Più ancora di dove le faranno c’è da preoccuparsi di chi (nel caso) le costruirà e, almeno in Italia, di quanto vorrà mangiarci su a scapito delle norme di sicurezza …

  • Baol:

    Anche io passo da qui eh! 😉

  • Tina:

    Il governatore in salsa verde del Piemonte ha dichiarato che un luogo dove conservare le scorie c’è Trino Vercellese, scorda che ci sono ancora da smaltire le scorie della centrale chiusa con il precedente refendum.

    Claudio, ma sul serio non sapevi di questa insana passione di Veronesi? 😈
    Ma da uno che è favorevole agli OGM cosa ti aspettavi?

    Sono del parere che un paio di settimane prima serve scrivere quanto più possibile postando foto dei disastri che il nucleare comporta, mostrare le immagini di Quirra in Sardegna, il poligono che testava armi all’uranio impoverito che ha causato morti e malattie tra uomini e animali, l’interesse economico non è nella centrale che sarebbe pronta tra venti anni, ma nel costruirla, vuoi mettere quanti soldini la Imprengilo sfilerebbe dalle nostre tasche?
    Messina e Reggio Calabria stanno scivolando sott’acqua e questi vermi ci vogliono costruire un ponte…acc…dopo cena non bisogna incazzarsi e io ci riesco sempre 😈

    Buona serata Claudio, the brother nel suo ultimo intervento ha scritto quello che volevo scrivere, ho solo messo il pezzo mancante 😀

    • Chit:

      Temo purtroppo serva a poco perchè purtroppo la gran parte della gente ascolta e/o si informa poco dal web ed infatti i risultati… lasciamo stare via…
      Una cosa comunque è sicura: un tema come questo non mi vedrà assente o indifferente, puoi scommetterci 😉

  • decisamente uno zoo!

  • Mi raccomando: il 12 Giugno (bastardi!) andiamo tutti a votare il referendum.
    E anche se qualcuno dovrà farsi anche le Amministrative (tipo a Trieste e Gorizia), non rendiamo la vita ancora più facile a chi ci vuole, come sempre, imbrogliare e imbrigliare.

  • Ma invece di parlare di nucleare perché cavolo non si inizia a parlare di più di energie rinnovabili e a sensibilizzare la gente su questo tema? Fotovoltaico, eolico, solare termico,… sono le uniche energie veramente verdi. Sono costose certo, ma solo la diffusione di queste potrà veramente ridurre il loro prezzo e poi, di nuovo, bisogna decidere cosa si vuole, se delle scorie altamente inquinanti e pericolose o pagare un po’ di più. In ogni caso, in Italia i politici devono smettere di sparare cavolate basate sul sentito dire….

  • angelo azzurro:

    Chissà che quello che sta succedendo in Giappone, a proposito di nucleare, faccia riflettere chi di dovere.Il nucleare presenta troppi rischi,assultamente da evitare!
    Si alle energie alternative, anche a costo di sacrifici ( che non saranno mai pesanti quanto avere un pericolo nucleare che ti soffia sul collo)

    • ACh - the brother:

      @angelo azzurro: mi hai preceduto; proprio ieri sera riflettevo su quanto sta succedendo in Giappone con il nucleare. Ma molto probabilmente tra qualche giorno i nostri politici/scienziati ci rassicureranno: quella centrale è sicuramente di vecchia concezione, mentre quelle italiane saranno all’avanguardia, di nuovo tipo, ecc.
      Mi vengono i brividi.

  • C’ha già pensato il “compagnone” Chicco Testa…”chi fa polemica sul nucleare è uno sciacallo” quindi occhio…qui http://www.mainfatti.it/nucleare/Terremoto-Giappone-e-rischio-nucleare-Chicco-Testa-fa-propaganda_035135033.htm

    • Chit:

      Sai, in questi ultimi anni “qualcuno” m’ha definito prima coglione, poi farabutto… sciacallo mi sembra quasi un complimento… 😛 😉

  • Ciao Claudio intanto ti ho preso la foto… la metto su fb. Chiaramente io sono contraria.. ma ultimamente sento in tv alla radio sempre più persone che vogliono convincerci ad essere a favore! mah… te l’immagini qui in Italia una centrale nucleare e dun terremoto come in Giappone?…. meglio non pensarci…

    ps: sei riuscito a scappare dalle Ferrovie dello Stato?

    Paola 😛

    • Chit:

      Scappare???
      Magaaaaaari avessi potuto, sono un pirata della strada che per 60 giorni è trasporto-pubblico-dipendente… God save me (visto che il prefetto non l’ha fatto) 😉

Lascia una replica per Artemisia65



Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…