Categorie
Archivi

Profughi afgani come Mike Rowe?

Che l’Italia, nonostante cosa dicano i destristi o i cinquestallati, non brilli di sensibilità verso il prossimo soprattutto quando straniero è cosa risaputa e ormai non mi stupisce più di tanto.

Che a non brillare di questo tipo di sensibilità siano anche gli abitanti di Trieste, confesso… mi fa più male che in altri casi.

Perchè?

Semplice, perchè Trieste ed i triestini sono una di quelle zone e realtà che storicamente hanno vissuto e pagato sulla propria pelle cosa volesse dire ritrovarsi “ospiti” di un paese o di uno stato straniero anche se non lo si voleva o desiderava.

Per questo NON capisco assolutamente tono e tipologia di alcuni commenti a questo articolo sul “giornale” ‘Il Piccolo’ in riferimento ad un gruppo di profughi afgani che stazionano sulle rive del fiume Isonzo.

 

Ma, anche se contro la mia natura, ho imparato negli anni che è bene non perdere troppo tempo a tentare di capire o giustificare taluni “personaggi” e le loro posizioni. Soprattutto quando seguono più una logica(?) bovina di ragionamento di gruppo e poco di razionale.
Ma questi sono miei pensieri e mie supposizioni di cui si può anche non tenere conto.

C’è invece, in nome della cosiddetta memoria storica, da tenere presente che non più tardi di due mesi gli stessi immigrati sono stati INVITATI nell’ottica dell’iniziativa “Puliamo il mondo” promossa ed attuata  di concerto con autorità locali e provinciali a ripulire le rive del fiume Isonzo. [link all’articolo]

Che forse forse per i “lavori sporchi” (MA SOLO PER QUELLI, pare) vada bene che ci siano e partecipino alla vita sociale?

A voi le conclusioni, io non mi vergogno a dirvi che… ci ho pensato!

 



Post attualmente letto 8.381 volte

Post simili:

6 Commenti a “Profughi afgani come Mike Rowe?”

  • LorenzoC:

    Ma il fatto che l’Afganistan sia dall’altra parte della terra e che il “profugo” non si materializza misteriosamente sull’Isonzo ma qualcuno ce lo porta, non ti fa pensare che ci sia una differenza tra chi fugge senza nulla e chi viene mandato?

    Tu continua pure a pensare di essere un genio e gli altri scemi. Continua a pensare che siccome tu la pensi come gli “intellettuali” che scrivono sui giornali o che parlano in TV allora significa che ci hai preso e non che ripeti gli slogan di propaganda.

    Spero solo che quando salterà tutto per aria io e te non saremo vicini altrimenti dovrò trovare il tempo e il modo per sputarti in un occhio prima di schiattare.

    • Chit:

      Caro lama “anonimo” e senza palle (visto che hai messo un indirizzo mail fasullo e questo la dice lunga sulla tua credibilità) non penso di essere un genio, assolutamente e chi mi legge lo sa.
      Non sono (volutamente!) entrato in merito a come uno arrivi o chi ce lo porti qui, anche se so bene non essere il teletrasporto a farlo.Però, in compenso, so bene che le motivazioni che li spingono a lasciare il loro Paese NON SONO quelle di una vacanza a scrocco. Solo qualche deficiente può credere questo.
      E lo potresti sapere anche tu se volessi, esistono parecchie associazioni in cui puoi andare a parlare con loro ed ascoltarli, ma come direbbe Donnie Brasco…
      che te lo dico a fare!

  • In effetti i triestini sono sempre stati più accoglienti di altri. Speriamo trovino una soluzione presto.

  • Questioni molto complicate, che presumono un’apertura mentale che non tutti hanno.

    • Chit:

      Infatti Dan non volevo farne una questione ma solamente evidenziare l’incongruenza ma… mi rendo conto per un lama sia un po’ troppo come sforzo capire ciò, pazienza… 😉

Lascia un Commento



Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…