Categorie
Archivi

Roma città eterna e… forse un tantino razzista?

Quando si trattano argomenti come il razzismo e le forme di discriminazione è sempre molto difficile trovare le parole giuste per esprimersi, quindi parto da due immagini:

Quella a sinistra è stata scattata martedì mattina nel centro storico della città capitolina, dopo un blitz anti-abusivismo condotto dal I° Gruppo della Polizia Municipale che ha portato al fermo, all’identificazione ed alla schedatura di chi non risultava in regola con la legge (guarda caso tutti stranieri ma… questo è probabilmente solo una coincidenza).

Quella a destra invece è un’immagine scattata ad un sopravvissuto ai campi di concentramento tedeschi. L’azione di assegnare un numero ai prigionieri e successivamente tatuarglielo (haftlinge) faceva parte del processo di demolizione dell’integrità dell’uomo: gli ebrei finivano così per non avere più una propria identità ma per esser considerati solo un numero e nulla più. Erano tatuati tutti meno che i prigionieri politici, cioè i tedeschi, che benché detenuti e contrassegnati con un triangolo verde, non erano “numeri” perché comunque considerati cittadini.

Forse è proprio per questo, per il fatto che i connazionali venivano comunque e sempre considerati in maniera diversa che mentre vengono messi in atto questi raid della legalità da parte della polizia municipale altri personaggi, che dall’accento tutto sembravano fuorché extracomunitari, possono tranquillamente delinquere davanti agli occhi di una pattuglia di vigili che s’è guardata bene dall’intervenire, come dimostrato da questo servizio della trasmissione ‘Le Iene’:

 



 

Secondo me per non dare troppo l’impressione di avere due pesi e due misure almeno un triangolino verde addosso a Dartagnan & Soci potevano metterglielo, non trovate?

Però a pensarci meglio forse buona parte dell’elettorato capitolino non l’avrebbe presa troppo bene…

 

 

 



Post attualmente letto 11.199 volte

Post simili:

18 Commenti a “Roma città eterna e… forse un tantino razzista?”

  • elipiccottero:

    Non solo Roma è razzista. E il fatto di aver studiato i motivi per cui i gruppi “diversi” vengono resi riconoscibili non mi rende meno difficile vivere in un mondo in cui, sempre più, anche chi si professa aperto in fondo non lo è affatto… 🙁

  • infatti li c’è il sindaco degli altri!

  • Baol:

    Non mi ricordo più chi, facendo una battuta, disse che l’Italia è una società multirazzista.

    Arriveremo ad odiarci l’un l’altro sul pianerottolo? 🙁

  • Difficile dire cos’è giusto fare… A me non piace neppure l’illegalità ed il fatto che ci siano tanti venditori ambulanti abusivi e privi di documenti.
    Giusto aiutare chi viene in Italia e vuole lavorare in maniera onesta ma è giusto anche non tollerare l’illegalità. E non trovo che l’Italia sia più intollerante di altri stati europei, casomai è il contrario.

    • Chit:

      Concordo con ciò che sostieni e scrivi, ed appunto per questo mi stupisco di come ‘taluni’ (guarda caso i più “deboli”) vengono trattati con un peso ed una misura ed altri (italiani pluripregiudicati e disadattati come nel video) con un’altra, tutto qui!?
      Esiste un “lodo” che mi son perso verso i ns. connazionali? … 🙄

  • Disgustoso/disgustosi e senza vergogna!

  • Mai sopportato la bilancia con due pesi e due misure! Che tipo di legalità è??? Semplicemente vergognoso quel che succede sotto gli occhi dei vigili che non intervengono! La legge dovrebbe essere uguale per tutti, ma questo video conferma che ci sono deroghe a discrezione.
    Il berlu insegna… 👿

  • La legge è uguale per tutti, ma si capisce benissimo dal video che non siamo tutti uguali davanti alla legge..

  • Tina:

    Sapevo che si calavano nella fontana per fare man bassa, ma che usassero il rastrello non dentato e la pala no…la legge è uguale per tutti…è astrattismo mentale nostro, il video mostra che molte volte la bilancia è tarata in partenza.
    Quoto Giulio, anche a me non piace l’illegalità, da qualsiasi parte arrivi, pur non giustificandolo, in qualche modo assolvo solo chi, spinto dalla fame fisica, entra dentro gli ipermercati e mangia sotto le telecamere di sorveglianza.
    E questo non è certo un invito a farlo.
    Buona serata Claudio 😉

  • La speranza è che altri venti comincino a soffiare in questo Paese.

Lascia un Commento



Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…