Categorie
Archivi

Sovraffolamento carceri verso la soluzione

carceriL’ultimo grido d’allarme (non di coloro che stavano per morire) ma dei nostri politicanti risale e non più di quindici giorni fa e l’aveva lanciato proprio il ministro Angelino Alfano lamentando il sovraffollamento delle carceri in Italia.

Confesso, non sono al corrente delle cifre esatte ma non fatico a crederlo. E prendo atto che, in attesa che venga risolta la grana relativa ai detenuti stranieri presenti nelle nostre carceri e venga meno l’immobilismo dell’esecutivo eurepeo , “qualcosa” per ovviare al problema del sovraffollamento nel nostro Paese sta già succedendo proprio sotto i nostri occhi.

Succede infatti che dopo i casi “storici” di chi in tribunale non riesce nemmeno ad arrivarci  perchè trova la sua sentenza su una strada (Federico Aldrovandi), mi corre l’obbligo ricordare come sempre più spesso anche chi in questura o tribunale ci arriva non è detto che prima o poi ne esca. Vivo intendo.
Prima Aldo Bianzino (morto due anni fa e attualmente senza giustizia nè interpellanze), poi la vicenda di Niki Aprile Gatti (vicenda non dimenticata solo per l’ostinazione della mamma e di un manipolo di blogger con a capo l’Incarcerato) e pochi giorni fa la vicenda terribile, assurda, terribimente assurda di Stefano Cucchi.

Eh si, siamo diventati un Paese in cui da un lato si chiede la certezza della pena e dall’altro è sempre più difficile arrivare anche solo alla sua determinazione. E, laddove accadesse e magari fosse contraria a quanto si sperava, qualcuno insegna che c’è sempre la facoltà di non accettarla. Peccato questa regola, così come la legge, non sia più uguale per tutti!

C’è da riflettere e molto attentamente senza lasciarsi distrarre o annoiare dal solito teatrino del “rimpallo” di colpe e responsabilità, soprattutto c’è da non dimenticare mai queste vicende perchè si sa, questo è il rischio visto che noi italiani siamo un popolo più appassionato delle trame che dei finali e troppo pesso tendiamo a dimenticarcene.

[tags]italia, attualità,sentenze, alfano,carceri,federico aldrovandi,aldo bianzino,niki aprile gatti,stefano cucchi[/tags]



Post attualmente letto 7.300 volte

Post simili:

14 Commenti a “Sovraffolamento carceri verso la soluzione”

  • Sovraffolamento carceri verso la soluzione…

    Sempre da più parti politiche (a seconda degli “imputati” ndr) e sempre più spesso si sente invocato il bisogno della ‘certezza della pena’; Ecco, non so come la pensate Voi ma credo che molti si accontenterebbero della certezza di riuscire a farse…

  • Sovraffolamento carceri verso la soluzione…

    sempre più spesso si sente invocato il bisogno della ‘certezza della pena’; Ecco, non so come la pensate Voi ma credo che molti si accontenterebbero della certezza di riuscire a farsela leggere una sentenza!…

  • Un problema italiano verso la soluzione: il sovraffollamento delle carceri…

    Sempre da più parti (alternativamente a seconda degli “imputati”) e sempre più spesso si sente invocata la ‘certezza della pena’, mi accontenterei della certezza di riuscire a sentirla una sentenza!…

  • Per quanto riguarda il problema del sovraffollamento delle carceri io avrei un’idea per risolverlo: mettiamo tutti i detenuti (quelli con condanna definitiva) a costruire nuove carceri. Così eliminiamo il problema delle carceri sovraffollate, dei detenuti che si annoiano e non imparano un mestiere che potrebbe essere loro utile una volta scontata la pena e risparmiamo pure soldi dei contribuenti 😉

  • Mai dimenticare queste problematiche, mai.

  • fosse almeno un metodo nuovo, lo usava già Pol Pot…

  • mi pare di aver letto da qualche parte che la Russia chiede la pena di morte. Vero?
    In Italia si è cercato di alleggerire le carceri con l’indulto. Pare a questo punto, visto che non sono passati così tanti anni che sia davvero servito a ben poco. proviamo con un’amnistia totale?

  • il fatto che in un paese come quello Italiano, che si dice democratico, uno possa fare un elenco come hai fatto tu la dice lunga. In un paese dove le cose funzionano non si sarebbe in grado di fare un elenco di casi, non ci sarebbero, o quanto meno sarebbero estremamente limitati e spalmanti su un lungo periodo. Questi invece sono purtroppo molto vincini l’uno all’altro

  • Chit:

    @Giulio GMDB©: resta il problema, una volta costruite, di mantenerle le strutture…
    @Romano: come vedi nel nostro piccolo ci si prova.
    @Oscar Ferrari: dubito però farà la stessa fine.
    @enrico: un Lodo per tutti! (potrebbe essere lo slogan della prossima campagna elettorale)
    @paz83: indubbiamente, troppo “vicini” per non farci caso… 🙄

  • si fa prima e si risparmia
    si snellisce la giustizia
    non si sovraffollano le carceri
    e pensa te pure a gratis
    che le spese del funerale toccano alla famiglia
    rapido, semplice, economico e …. definitivo 🙁

  • Non ho ancora smaltito il senso di schifo.

  • Caro Chit, innanzitutto ti ringrazio per questo post. Ma esprimo tutto il mio disgusto per alcuni commenti. Come quel “si annoiano” riferito ai detenuti. Forse è dettato dall’ignoranza, allora invito ad informarsi su quello che accade nelle carceri, un luogo di tortura e omicidi.

    Il problema non si risolve costruendo nuove carceri ,ma trovando pene alternative per la maggioranza dei carcerati che sono tossicodipendenti e ringraziamo la nuova legge sul rato di clandestinità,le carceri nuove si riempiranno più di prima.

    Il problema non è il sovraffollamento,ma la mancanza di civiltà. Andate a leggere i dati, e vedete quanti detenuti contraggono gravi malattie, denutrizioni, continui pestaggi, celle di isolamento.

    Penso proprio che non si annoiano…

  • Fa molto disgusto tutto ciò che succede nelle carceri ed a pagare soprattutto sono quelle persone che in fin dei conti non hanno nè ammazzato, nè violentato ma che hanno solo crimini minori…

  • Chit:

    @Artemisia65: per le famiglie dei carcerati un po’ meno..
    @Sciuscia: non sei il solo!
    @l’incarcerato: su questo concordo anch’io, come concordo che non è solo un problema di spazi ma di come poi vengono gestite all’interno di essi le persone. Fermo restando che un po’ di sovraffollamento, a quel che è dato a sapere, esiste ed è comunque un problema!
    @paola; purtroppo a rimetterci sono spesso i più deboli.

Lascia un Commento



Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…