Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘calcio’

Italia seconda anche nel campionato di “Repubblica delle banane”

bananaRepubblica delle banane é un’espressione coniata dallo scrittore inglese O. Henry e considerata [cito]

espressione dispregiativa che generalmente sta a indicare una piccola nazione

‘Piccola nazione’ inteso non tanto come estensione geografica o numero di abitanti ma come “valori”.

Ebbene, secondo alcuni siamo un Paese in declino, secondo altri siamo il lenta ma progressiva ripresa, secondo altri ancora per molte cose guardando al futuro abbiamo più motivi di ottimismo e di serenità di tante altre nazioni europee e non che ora come ora sembrano lontane anni luce dalla nostra realtà.

Sarà?!?! …

Di sicuro c’è il fatto che l’attualità di queste ultime ore ci mette difronte a due episodi in un qualche modo collegati a questo frutto.

Leggi il resto di questo articolo »

Italia e Ucraina viste dal web

Come molti di voi sapranno il prossimo 8 giugno prenderà il via in Ucraina e Polonia la 14ª edizione dei campionati europei di calcio e da qualche giorno è in corso una polemica tra Olanda ed Ucraina per questo spot della NLE (compagnia energetica olandese, sponsor della federazione) che… vabbè, guardate voi stessi:

Leggi il resto di questo articolo »

Genova per noi… che l’abbiamo vista in tv

Volevo scrivere una piccola riflessione sui fatti accaduti e lasciati accadere l’altro ieri sera a Genova, sopratutto pensando e ripensando a quei giorni del 2001 in cui nelle stesse strade i manganelli non si facevano molte premure di dove e come colpissero. Poi però vi confesso che la rabbia ha avuto la meglio sulle parole quindi prendo in prestito queste parole di una canzone del grande Paolo Conte:


Con quella faccia un po’ così
quell’espressione un po’ così
che abbiamo noi prima di andare a Genova
che ben sicuri mai non siamo
che quel posto dove andiamo
non c’inghiotte e non torniamo più.

[Paolo Conte – Genova per noi (1975)]

e ringrazio il brother che ha pensato bene di riassumere i pensieri in questa vignetta:

Leggi il resto di questo articolo »

Camorra batte mafia 1-0

Forse pochi di voi se ne ricordano ma poco meno di un anno fa veniva arrestato ad Agrigento con l’accusa di associazione mafiosa, Nicola Ribisi, boss della zona nonché tifosissimo della locale squadra di calcio, l’Akragas. Quando la domenica successiva, dopo la vittoria della squadra il presidente dell’Akragas Gioacchino Sferrazza dai microfoni di un’emittente radiofonica aveva espresso solidarietà nei confronti di quello che ha definito un “amico fraterno dedicandogli la vittoria appena conseguita s’alzò un vero e proprio polverone. Si dissociarono dallo stesso Sferrazza e dalle sue dichiarazioni il Sindaco, il questore, alti dirigenti della federazione e del Coni, politici (quando c’è da indignarsi loro non mancano mai). Il tutto giustificato se non dalla ricerca di legalità almeno dal buon senso e risulta obbiettivamente difficile dare torto a costoro.

Così quanto ieri sera, al termine della partita di Europa League con gli svedesi dell’Elfsborg, il giocatore del Napoli Emanuele Blasi ha orgogliosamente dato sfoggio davanti alle telecamere di Sky di una maglia con la scritta “Cosentino & Co. sempre presenti” m’aspettavo, se non altro per par-condicio, almeno un sussulto, un motto di rabbia, una denuncia. Invece NESSUNO (ho aspettato apposta fino a questo pomeriggio) tra sindaci, questori, dirigenti e politici (eppure sbaglio o c’è aria di elezioni?) e media ha proferito parola e dato risalto all’accaduto. Eppure credo che difficilmente Blasi facesse riferimento a Adriana, Alba, Aldo, Alfredo (2 persone), Anna (3), Antonietta … in parole povere ai Cosentino residenti in città.

Leggi il resto di questo articolo »

La psicologia economica non si applica al calcio

Di quest’ultima tornata elettoral-referendaria m’è rimasta impresso questo dialogo tra Berlusconi e un bambino all’uscita del seggio:

Berlusconi, economia e la psicologia

Ben “300 miliardi di vecchie Lire” gli costava, avete sentito bene??  Ed io che gli avevo creduto e pensavo quello della mancanza di soldi fosse solo  “un problema psicologico“…

Comunque da domani Papi e gli altri grandi della terra si ritrovano sotto il mio ufficio, semmai scendo un momento e glielo chiedo.


La RAi e le Maledette immagini da Vienna (sottotitolo: tiè)

raiIeri sera c’era la semifinale del campionato europeo di calcio Germania-Turchia!

E guardandola ho metabolizzato due pensieri distinti: il primo, di esser stato “fortunato” testimone di una partita magnifica, il secondo che urge riforma del settore radiotelevisivo, uh si si. Non chiedetemi di che tipo, come, etc. che quelli sono affari di altri, ma urge rimodernamento.

Parliamo prima della partita: è stata stupenda per agonismo e sportività, un’altalena di emozioni come raramente accade. La seguivo su Rai1 quando l’immagine è saltata una prima volta e da studio è stato giustificato il tutto con un “salto delle immagini da Vienna. Il problema è stato generale, non solo della Rai“. Solita carrellata di “esperti”, allenatori, opinionisti, deficienti di turno e replay per ingannare il tempo e torna finalmente la partita. Bella, avvincente, giocata con il cuore, soprattutto dai turchi quando improvvisamente ZAC, altro salto dell’immagine!
**”?$$=+’ç° è stata la mia imprecazione all’apparire nuovamente da studio dello sfigato presentatore di turno che parla di “salto delle immagini da Vienna”. Quindi?

Leggi il resto di questo articolo »

Tutto come da programma elettorale

Anche questo era uno dei punti fermi del nuovo Governo.

Vi ricordate la polemica di qualche tempo fa tra Spagna ed Italia?

Gli italiani chiedevano a gran voce esplusioni veloci e…

loro ci hanno buttato fuori ai quarti di finale!?!

Amen!

Calcio e politica, strani incroci

Piccola riflessione sugli intrecci tra attualità e sport, in questo caso il calcio.

Premessa: lungi da me difendere un personaggio del genere ma avete notato che ogni qualvolta si parla di frequenze televisive salta fuori, mentre finisce dentro, il nome di Cecchi Gori? Nel 2001 gli costò la Fiorentina, oggi che non c’ha manco più un trancio di Valeria Marini cosa gli pignoreranno al povero Vittorio?

Tremonti annuncia: “Colpiremo i petrolieri!”. Guardando la classifica del campionato scorso noto che al primo posto c’è la squadra di Moratti (petroliere), al secondo la Roma (proprietà di Italpetroli) e terza la Juventus ma il mercato dell’auto è già in crisi da se. Se non è conflitto di interessi questo?!?

[tags]attualità, sport, vittorio cecchi gori, calcio,moratti[/tags]

Milan-Inter [vignetta di ACh]

Il derby visto da ACh
(vignetta gentilmente offerta dal brother)

Fredde considerazioni sulla domenica calcistica

download

La ricostruzione dei fatti, come spesso accade, è discordante e non sarà mai univoca e certa.

C’è chi parla di fatalità e di tragica aggressione ma una cosa fin da ora è sicura: se non si ha motivo più che fondato, le domeniche in cui si gioca il campionato di calcio, è vivamente consigliato stare alla larga da autostrade e autogrill.

 

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…