Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘catene informatiche’

Meme – Sei cose che mi piace fare

In questi giorni purtroppo il tempo scarseggia, quindi ne approfitto per adempiere ad alcuni impegni rimasti arretrati. Il primo lo ricevo da Sciura Pina, Maviserra e Serendipity riguarda l’ennesimo meme, questa volta del filone “personale” nel quale mi viene chiesto di indicare sei cose che mi piace fare. Vado ed elenco le prime sei che mi vengono in mente cercando di non rimettere quelle già indicate da altri, cosa non facile essendo più di due mesi che gira il meme:

  • stare a contatto con la natura, con i suoi odori ed i suoi suoni. E’ una cosa che mi rilassa molto e ricerco volentieri perchè ha l’effetto di farmi vedere con più obiettività gli eventi;
  • sperimentare, scoprire e conoscere, non potrei vivere senza la curiosità e la voglia d’interessarmi alle cose che mi circondano;
  • perdermi nei miei pensieri; anche se poi il mio senso pratico inevitabilmente mi riporta con i piedi per terra;
  • ritrovarsi con i vecchi amici e fare casino fino a tardi in buona compagnia;
  • guardare la partita della mia amata Juventus secondo i dettami del buon rag. Fantozzi; “calze, mutande, vestaglione di flanella, tavolinetto di fronte al televisore, frittatona di cipolle per la quale andava pazzo e rutto libero!”  (link al video – durata 22″);

Si lo so, so contare! Le cose sono cinque e non sei perchè la sesta cosa c’è eccome, ma è di quelle cose che si fanno e non si dicono nè scrivono quindi… fidatevi sulla parola che sono sei anche se non l’ho scritta!  Dovrei nominare qualcuno che prosegua il meme ma come sempre accade lascio a voi l’eventuale scelta se aderire o meno.

N.b. In attesa di trovare adeguata sistemazione e risalto all’interno del blog, la vignetta del giorno del brother è stata posizionata qui a fianco nella sidebar. Per vederla è sufficiente cliccarci sopra.

Meme R&R – Rimpianti e rimorsi

La nominescion è della cara Alianorah ed è pure di vecchia data (la nominescion intendo, non l’amica ndr). Non è che me ne fossi dimenticato, solo che l’attualit ha catturato l’attenzione di un po’ tutti me compreso quindi adempio solo ora al mio “dovere”.

Cinque cose che avrei voluto fare:

  • il giro del mondo zaino in spalla, invece ho fatto solo un InterRail per l’Europa e sono dovuto pure rientrare in Italia anzitempo per problemi familiari;
  • chiedere il perchè quando arrivato a Trieste la prima volta all’età di tre anni e messo in asilo nessuno mi capiva quando parlavo ed io non capivo gli altri. Tempo (e tante seghe mentali) dopo capii che si trattava di un asilo sloveno essendo quelli di madrelingua italiana già esauriti;
  • vivere in una casa con molto terreno attorno per accogliere tanti animali, spesso li trovo molto più sensibili e sinceri di tanti ‘umani’, forse anche per questo alcuni amici e conoscenti con cui mi trovo meglio sono un ibrido (vero O’Animale? tanto per citarne uno a caso);
  • studiare ed interessarmi di certe materie quando era ora (questo non è vero ma sono stato pagato bene per scriverlo!);
  • nascere ricco e benestante per vedere, come cantava Jannacci, l’effetto che fa.

Cinque cose che forse sarebbe stato meglio non fare:

  • a sedici anni aver saltato il provino con una grande squadra pensando “farò il prossimo”. La settimana dopo si ruppe per la prima volta il tendine e fu l’inizio della fine di una carriera che faceva sperare in un grande futuro ormai… alle spalle;
  • dare libero sfogo al talento ed all’inventiva sopratutto in età adolescenziale (chiedere ai miei genitori l’ammontare delle cifre sborsate a titolo di rimborso danni per le mie marachelle… possibilmente senza ricordargli le marachelle stesse);
  • essere sincero e leale anche a scapito della popolarità . A quarantanni posso affermare con ragionevole certezza che questo comportamento non paga! Sincerità e lealtà probabilmente sono valori estinti in era paleozoica;
  • un lavoro da scrivania, mi soddisfano molto di più i lavori manuali e “di fatica”;
  • dare voce al cuore anzichè a logica e buonsenso ed essermi impantanato per tanto tempo in situazioni spesso illogiche e, nel migliore dei casi, senza senso o a senso unico, l’altro però!

Sono bravo e non nomino nessuno ma va da se che ci fosse qualche meme-dipendente interessato a riprenderlo non lo sgriderà!

[tags]blogosfera, meme, alla conquista dell’islanda, catene[/tags]

Alla conquista dell’Islanda

islanda.jpgRicevo non una ma ben due nominescion da La Tela di Aracne e OscarFerrari e quindi… me tocca sto’meme!

Quella che in questo post propongo si potrebbe tranquillamente definire “socialmente utile“, si tratta di superare le obsolete, nonchè vessatorie, barriere culturali e linguistiche tra bloggers. Cerchiamo di essere onesti, quanti di noi frequentano blog in lingua islandese? e qui scatta la catena, il Meme.

Ecco le istruzioni per i nominati:
Dovreste andare nella Top Posts di WP in lingua islandese, scegliere il post o il viso (io, confesso, una l’ho scelta al di fuori visto che le top di Wp erano inflazionate) che più vi aggrada e postategli un commento. Va bene qualsiasi cosa, tranne il ”ciao, volevo farti i complimenti per il blog, ti va uno scambio link?”.  Saluti, frasi poetiche, quello che volete ma rigorosamente in italiano o dialetto delle vostre parti o delle parti di qualcun altro. Ripetete la procedura per tre volte e pubblicate, ovviamente linkandoli, i blog islandesi che avete scelto. Passate poi alle nomineiscion indicando i prossimi 5 blogger da mandare allo sbaraglio nella terra dei ghiacci.  Se tutto va come deve andare, in Islanda il Bruno Vespa locale farà uno special sull´improvviso interesse dei blogger italiani verso la loro bellissima terra. Intanto do il buon esempio, i miei tre prescelti sono:

  • Buria: scelta perchè dopo attenta lettura ho ‘intuito’ che il suo blog parli di arte culinaria;
  • Esterester: perchè il nome elevato alla seconda mi ha incuriosito;
  • Birta Rós perchè nel post aveva delle foto ed ho capito che cosa (presumibilmente) diceva nel post.

Ora, passo la patata bollente a Alianora, Curly, the Captain’s Charisma, Signor Ponza e John Doe.
Motivazione? Per tutti la stessa; hanno fantasia e spirito a sufficienza per “stupirci”. Per i ringraziamenti lasciate pure qui il commento, per gli insulti vi rimando all’ideatore del meme. In bocca al lupo!

Aggiornamento ore 21.42: viene aggiunto all’elenco anche il Paz. Anche lui ci può regalare emozioni e poi ha appena traslocato quindi perchè non fate un salto nella sua nuova casetta?

Aggiornamento ore 17.54 del 22/02: dopo attenta valutazione viene ammessa ad unanimità anche la Skilly perchè… perchè è semplicemente Skilly, se non l’avete mai conosciuta andate su www.radiosnj.it ogni giorno dalle 17 alle 18

 

Dire, Fare, Baciare, Lettera, Testamento… 20 anni dopo!

Su esplicito invito del Cap’s eccomi nominato per l’ennesimo meme

dire-fare-baciare-lettera-testamentoDIRE: si, nonostante non mi faccia molti problemi a parlare a volte vorrei riuscire a ‘dire‘ qualcosa in più a determinate persone. A coloro che quel che ricevono dal prossimo lo danno per scontato e… non serve ricambiarlo, a quelli che ti giudicano per uno sguardo o una notte insonne, a quelli che la sanno sempre più lunga di te, a quelli che l’umiltà non sanno dove stia di casa. E poi vorrei riuscire a dire a mio padre “scusa”… noi sappiamo il perché.

FARE: mi piacerebbe riuscire a disporre di tempo e soldi per potermi rimettere on the road, come feci da ragazzo. Andare in giro per il mondo senza meta e senza tempo, potermi fermare difronte ad ogni cosa che saprà emozionarmi, monumento, panorama o persona che sia . Perchè troppo spesso c’è già qualcosa o qualcuno che ci aspetta più avanti e ci impedisce tutto questo.

BACIARE: il primo pensiero ed il primo bacio vanno alla mia dolce metà che mi sopporta e a mia madre perché mi ha voluto un bene dell’anima che, forse, solo in questi ultimi anni di lontananza sto riscoprendo a fondo. A dir la verità ritengo il bacio un bellissimo gesto e bacerei il mondo ma… non credo che il mondo sarebbe altrettanto contento…

LETTERA: scrivevo molto da giovane, poi le email hanno mandato in pensione penna e calamaio. Negli ultimi anni ho scritto tre lettere a persone cui volevo comunicare qualcosa d’importante e devo dire che tutte e tre hanno apprezzato molto il manoscritto perciò credo proprio che continuerò a farlo.

TESTAMENTO: non mi viene in mente in questo momento UN solo bene da lasciare. Mi riservo l’aggiornamento di questa parte del post alla prima vincita milionaria.

Cosa si fa alla fine del meme, le nomination bisogna fare, vero? Li ha già nominati tutti il Cap’s quindi… mi rimetto come sempre al vostro buon cuore e vi auguro una buona domenica.

 

Cose che non avrei mai pensato di vedere ed invece ho visto

Ieri sera riflettevo sulla frase “non avrei mai pensato di…“.  Allora, ideona del venerdì, perchè non elenacare le prime cinque che vi vengono in mente che avete visto e/o vissuto e non avreste mai pensato di farlo? Incomincio io:

  • non avrei mai pensato di vedere un marito ridere e scherzare allegramente con l’amante di sua moglie (chiaramente ‘ignaro’ del fatto);
  • di dover pagare più tasse per mantenere dei miei connazionali a combattere in zone di guerra;
  • di vedere in una sola stagione calcistica la Juve retrocessa in serie B, l’Inter vincere uno scudetto e, di conseguenza, dover gioire per una Champions League conquistata dal Milan;
  • che una persona che da ragazzino cantava e suonava convinto canzoni come   ‘la locomotiva’ e ‘l’avvelenata’ di Guccini un giorno potesse candidarsi nelle liste dell’UdC;
  • che un giorno avrei visto il mondo andare lentamente ma inesorabilmente a rotoli…

Come tradizione non nomino nessuno, tutti liberi di riprendere o dimenticare questo post. Buona giornata.

 

Meme di Ferragosto (e dintorni)

Ricevo da Alianora il “testimone” e, da bravo blogger, compilo anch’io il mio elenco.

Le cose che vi infastidiscono di più (non meno di cinque, non più di dieci).

Non fate l’elenco di ciò che vi fa più arrabbiare (es: la maleducazione, l’arroganza) o che fa oggettivamente schifo (l’alito pesante, pestare una cacca), ma proprio delle cose che, in modo del tutto arbitrario, soggettivo, e anche illogico o irrazionale, vi fanno uscire dai gangheri, salire la pressione, vedere rosso, sbarellare o, come si dice efficacemente a Napoli: “azzeccare la nervatura”. Libero sfogo dunque alle vostre idiosincrasie! Unica regola: evitare eccessi di volgarità!

1) addormentarmi davanti alla tv ed essere svegliato dal volume della pubblicità
2) realizzare al momento del “bisogno” che il rotolo di carta igienica è finito e dovermi alzare per prenderne un altro
3) il “rumore” del coltello sul piatto o del gesso sulla lavagna, insopportabili!
4) pagare pochi euri con una banconota da 20 e ricevere di resto solo monete
5) quando mi offrono il caffè e dicono “ho solo zucchero di canna, va bene lo stesso?”… e che te devo dì, de no?!
6) il pannello di controllo hardware che mi dice “la periferica funziona correttamente” quando così non è
7) scoprire che le sigarette sono aumentate quando le sto comprando con i soldi ‘contati’ (in base al vecchio prezzo) e il tabaccaio non ha pacchetti da 10

Siccome ho deciso che voglio farmi odiare dagli amici blogger ma per altre motivazioni che non siano un passaggio di meme, anche in questo caso non passo il testimone a nessuno ma lascio al vostro libero arbitrio la scelta se farlo o meno. Sono convinto che perderò qualche posizione nella classifica di Technorati ma ne guadagnerò in quella degli amici che non volevano essere nominati 😉

[tags]meme di ferragosto, meme, catena[/tags]

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…