Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘crisi economica’

Agosto mio non ti riconosco!

Difficile tornare a scrivere con qualcosa di originale dopo qualche tempo di ‘osservazione’ perché il menu delle news, piaccia o non piaccia, ultimamente è monotematico e finisce per rimescolare sempre la stessa solfa poi, sull’argomento ‘economia & finanza’ nonostante il titolo di studio di ragioniere imponga un minimo di know-how, non mi sento così ferrato. E non vorrei fare come quelli che senza aver mai messo piede su una barca, ai tempi di Luna Rossa parlavano di bompressi, vele e tangoni come fossero il loro pane quotidiano solo perchè ne sentivano parlare da altri.

Lascio volentieri parlare gli esperti di indici, percentuali, rimbalzi, crolli, tassi, macro e micro economie e provo a concentrarmi sull’estate, su questa stagione (almeno nelle intenzioni) per molti magica, per altri meno ma sicuramente l’unica che per quasi tutti è sinonimo di vacanza. Poi che uno riesca a godersela o meno è un altro paio di maniche che però… non voglio srotolare ora.

Pensavo alle estati del passato ed anche se è sempre molto difficile fare dei raffronti perché la percezione della realtà spesso cambia con l’età, se ci si sforza qualche raffronto è pur sempre possibile.

Leggi il resto di questo articolo »

Tanto affannarsi quando poi tanto…

Io vorrei… non vorrei… ma se vuoi…

Queste parole di Lucio Battisti sono quelle che più e meglio di altre, caratterizzano questo periodo. Giornate frenetiche, senza un attimo di tregua, che vedono il mio tempo suddiviso tra l’organizzazione e lo smazzamento del lavoro e lo smazzamento e basta (l’organizzazione da tempo ormai l’ho abolita) dell’ordinaria amministrazione di una casa, di una famiglia e della propria vita dove mai come in quest’ultimo periodo, la sensazione che volere non sia potere, si dimostra ineluttabilmente vera.

A pagare questa crisi di tempo c’è inevitabilmente anche il blog.

Leggi il resto di questo articolo »

NO CASH DAY: da che sponsor viene l’invito

Da qualche anno ormai le “giornate per” si sprecano. Il più delle volte riguardano temi più o meno delicati o poco considerati dai media tradizionali, che trovano in queste giornate spazio e visibilità per far parlare di se. Una vera e propria emorragia tanto che diventa estremamente difficile e complesso seguire. Senza dimenticare che, nessuno me lo toglie dalla testa, a ideare queste giornate sono a volte anche dei buontemponi dotati di una buona, buonissima dose di ironia e che questa, più che la reale utilità dell’iniziativa, sia l’obiettivo.

 

Non si spiega diversamente il ‘NO CASH DAY’ ovvero la prima giornata mondiale contro l’utilizzo di denaro corrente indetta per martedì 21/06/2011. Sul sito dell’evento sono riportate le motivazioni di questa giornata, alcune a mio avviso comprensibili e condivisibili (il denaro contante è sporco, inquina, può essere perso o danneggiarsi), altre (sono costose, sono falsificabili, favoriscono l’evasione) forse meno ma… lascio a Voi il giudizio finale.

Leggi il resto di questo articolo »

Periodi storici a confronto

L’arte è uno strumento efficace per farci riflettere attentamente sul passato e sul presente e per proiettarci verso il futuro.

Proviamoci allora, mettendo a confronto queste due immagini:

Quarto Stato
(Pellizza da Volpedo, 1901)

Leggi il resto di questo articolo »

Siamo il Paese degli ex o un ex-Paese?

Ammettiamolo: stiamo vivendo un periodo di merda ma almeno l’attualità ci offre continuamente spunti per arricchire la nostra cultura. Chiaramente se si ha la pazienza e la voglia di leggere ‘dentro’ le notizie.

Premetto che nel mio curriculum scolastico sono presenti studi (forse è eccessivo ma concedetemelo) tecnici, quindi materie come il latino le conosco poco o nulla. Come “fonti” di sapere in questo caso sfrutto i familiari più stretti, amicizie e la rete.

Non più tardi di qualche mese fa uno dei tormentoni fu la telefonata tra Il direttore generale Rai Mauro Masi e il presidente Agcom Giancarlo Innocenzi, in cui si parlava dell’eventuale blocco ex ante della trasmissione. Che voleva dire? Rapida ricerca, valutazione delle risposte ricevute e lo rapportai ad un più attuale ‘a priori’.

Ieri, nelle 27 pagine di rinvio a giudizio del Gip di Milano, in un passaggio tale provvedimento viene così spiegato:

Leggi il resto di questo articolo »

Le priorità della Fiat per il 2011

Dicembre 2010 - La Fiat detta in 36 pagine le condizioni per nuovi investimenti---
– clicca sull’immagine per vedere la vignetta del brother –

(cliccare qui per vedere la raccolta completa)

E se gli studenti fossero solo i primi?

Ieri sera guardavo un servizio sulle proteste degli studenti contro la riforma Gelmini, seguite dall’inevitabile opinione di questo o quel politicante di turno, quasi tutte concordi nel sostenere che gli studenti sbagliano a protestare in questo modo e che la polizia ha fatto il suo dovere. Ora, tralasciando le forze dell’ordine sulle quali non vorrei esprimermi perché ormai da tempo fatico a comprenderne certi comportamenti e riconoscerle come tali, parliamo dei politici (o presunti tali).

Tutti, indistintamente, dopo avere omaggiato questo o quel tetto della loro presenza, hanno sostenuto che questa protesta è [cito] “fuori luogo, esagerata, ingiustificata, dettata dall’ignoranza, strumentalizzata”, che la vera protesta è quella che si era portata avanti finora civilmente con qualche scioperello e qualche assemblea qua e la. Inspiegabile quindi quest’escalation di violenze e disordine? No signori, secondo me tutto terribilmente normale e preventivabile tanto che solo in un Paese che vive di favole come il nostro riesce a diventare l’eccezione.

Leggi il resto di questo articolo »

Stimoli alla produttività aziendale

Ottobre 2010 - Marchionne ospite da Fazio
– clicca sull’immagine per vedere la vignetta del brother –

(cliccare qui per vedere la raccolta completa)

The new people of italian street

In principio, nell’A.D. 1952 per la precisione, grazie alla proposta di una senatrice, le strade dell’italico suolo improvvisamente si riempirono di prostitute. Chiuse le case chiuse infatti alle stesse non restò che scendere a basso. Qualcuno cominciò a chiamarle lucciole e solo con il tempo capii che era un modo come un altro per considerarle una razza in via d’estinzione, un po’ come l’omonimo uccello… (inteso come coleottero ndr).
Quasi mezzo secolo dopo, per l’esattezza nei primi mesi dell’A.D. 2005, le strade dell’italico suolo improvvisamente cominciarono a brulicare di fumatori, “confinati”, ghettizzati, messi alla pubblica berlina ed al pubblico giudizio. Ci furono polemiche ma pian piano anche questa categoria divenne un “arredo urbano” comune a molti luoghi, diventando uno spot-vivente poco indirizzato alla tutela della salute.Pian piano la gente si abituò a questa visione e i fumatori diventarono “consuetudine” per il nostro apparato visivo. Pare chiaro il fine: così come in passato venivano pubblicamente condannati eretici…. in questo ultimo mezzo secolo è stato riservato il medesimo trattamento (leggermente più ‘soft’ grazie all’abolizione dell’uso di ghigliottine & affini) a prostitute e fumatori. In fondo sempre di persone ‘viziose‘ si tratta no?

Quello che però mi sfugge è la possibile “colpa” o il “vizio” di questa nuova categoria di persone che da qualche tempo popola strade, angoli e piazze di tante città italiane, in questo caso Trieste:

Leggi il resto di questo articolo »

Pomigliano: referendum e fraintendimenti (di ACh)

Giugno 2010 - Referendum Fiat a Pomigliano d'Arco
– clicca sull’immagine per vedere la vignetta del brother –

(cliccare qui per vedere la raccolta completa)

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…