Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘disinformazione’

La bufala dall’alto dei cieli della sexy hostess

E’ da qualche giorno che si parla con insistenza di un video girato nella cabina di un’aereo ad alta quota in cui l’equipaggio, come dire… inganna il tempo!?!

In realtà si tratta dell’ennesima bufala. Pare il video altro non sia che il ‘trailer’ di un film porno

Infatti il video è noto da anni negli ambienti aerei e la compagnia di cui faceva parte quest’equipaggio era la AOM poi diventata Air Liberté, compagnia che fu acquistata nel 1999/00 da Swissair e ceduta solo un anno più tardi con la motivazione di “essere fonte di perdite per la società” (e se così fosse dategli torto).

Ora che avete letto questo post fatto con una semplice ricerca su Wikipedia se volete potete andare a dare risposta al Sun che si chiedeva tutto questo.

Tra l’altro (pare) ne esista anche un altro che non tarderà ad uscire, scommettiamo?

p.s. a riprova che si tratta di una bufala s’è occupato della vicenda sul suo sito anche paolo.attivissimo

Roma-Manchester: eccola nel video le verità!

Come molti di voi sapranno domani è giornata di Champions League di calcio, con tra gli altri il match Manchester-Roma, quel match che lo scorso aprile fece molto parlare vuoi per il 7 a 1 rifilato ai lupacchiotti vuoi, soprattutto, per gli incidenti avvenuti allo stadio Olimpico.

Maledetti hooligans” pensai lì per lì e vi confesso che non avrei cambiato idea tanto facilmente se non mi fossi imbattuto in questo video su Youtube. E’ stato girato nel settore inglese poco prima della partita. Se avete la pazienza di aspettare 1 minuto e 10 secondi dall’inizio del video potrete notare una temibilissima hooligan con capelli bianchi dell’approssimativa età di 60 anni ‘derubata’ della propria telecamera da parte dei solerti poliziotti e malmenata quando cercava di farsela ridare. Nel dubbio ce n’è anche ragazzino di passaggio

http://www.youtube.com/watch?v=2–bs4OEiIg&eurl=http%3A%2F%2Fnoantri%2Esplinder%2Ecom%2Fpost%2F11763069%2FI%2520maledetti%2520ubriaconi%2520siete%2520VOI

Queste invece le angiolesche dichiarazioni di facciata delle autorità italiane all’indomani della partita.

Perchè questo post? Perchè oggi è anche un giorno importante per Carlo Parlanti, è il giorno della risentenza e voglio pensare che possa pian piano anche per lui arrivare il giorno della verità. Forse non sarà ancora oggi ma, questo lo dimostra, che a volerla cercare da qualche parte, la verità c’è sempre basta avere la pazienza e la costanza di andarla a cercare!

Se voleste partecipare con il vostro blog ad un’azione di sensibilizzazione della vicenda di Carlo sul web siete pregati di inviarmi una mail all’indirizzo chit_67@hotmail.com.

ANDIAMOLE A CERCARE e TIRIAMOLE FUORI LE VERITA’!

Clemente Mastella e la sua etica del web

Vi ricordate il post di qualche mese fa un post sul Sen. De Gregorio e la “sua” etica del web?

mastellaEbbene, quando Clemente Mastella ha aperto il suo blog ed ho notato una certa interattività e scarsa censura (sembrava ndr!) da parte sua nella pubblicazione dei commenti e vi confesso che sono rimasto piacevolemente stupito. Non dico di essere arrivato a ricredermi sul “personaggio” Mastella ma, per una frazione di secondo, vi confesso, ci ero quasi cascato.

Allora mi son detto “Chit, chi meglio del Ministro della Giustizia può aiutarti con il caso di Carlo Parlanti? Chi meglio di lui può dire come stiano veramente le cose e quali siano le possibilità e le strade da seguire?“. E così mi sono permesso a più e più riprese di inviare email a lui, al giornale del suo partito (che come insegna Report paghiamo NOI!) ed inserire commenti nel suo blog ma nulla, nessuna risposta anzi, addirittura una censura dei miei commenti!

Siccome mi hanno insegnato che domandare è lecito, rispondere è cortesia ho pensato che non aveva risposto perchè forse era impegnato in qualche importante discussione o riforma in Parlamento, forse perchè stato “distratto” dal congresso del suo partito a Telese, forse chissà cos’altro.  Invece scopro che il nostro Ministro ha pensato bene di “distrarsi” andando al Gran Premio di F1 a Monza sempre a nostre spese (paghiamo sempre NOI!)

Che ne dite, volete provare ad aiutarmi ed andare sul blog del Ministro e chiedere anche Voi informazioni su Carlo Parlanti? Vi costa solo qualche minuto del vostro tempo e ve ne sarei molto grato anche perchè vorrei vedere la sua reazione difronte ad una mole crescente di sollecitazioni…. semprechè questo weekend non sia impegnato ad un altro Gran Premio o altrove.

 

Quotidiani copia-e-incolla

Queste le home page dei due principali, o almeno i più cliccati, quotidiani online italiani. Per un attimo ho pensato d’aver letto lo stesso due volte poi, guardando bene, bè….

A volte mi chiedo se ha poi così senso avere tanti quotidiani (come nome), pagarceli quando poi questi sono i risultati… mah?!

[tags]italia, attualità , giornalismo, massmedia[/tags]

Giornalisti e informazione

ABOLIAMOLI!

chicco.jpg pegperego_ranger_wanted.jpg

Se esistesse correttezza ed equità nell’informazione da tempo avrei voluto vedere un titolo di giornale così, invece no.

Ieri ho viaggiato in treno ed ho avuto tempo e modo per dedicarmi alla lettura. Devo dire che il tutto non è stato molto edificante perchè ha rafforzato in me l’idea che da tempo mi son fatto circa la (dis)informazione da parte dei media o almeno larga parte di questi. Piatto forte del giorno erano le droghe, senza fare troppe distinzioni tra leggere, pesanti o cos’altro (e questo posso anche accettarlo in linea di massima) ma mettendo bene in evidenza l’aumento di utilizzo nei giovani e la correlazione (NON provata e per questo scorretta!) del passaggio spinelli, cocaina, eroina, morte!
Di secondo il menu offriva gli incidenti stradali; morti due giovani, altri due in fin di vita. A differenza dell’argomento precedente però qui nessuno ha avuto la presunzione di “giustificarne” la morte ricostruendo le tappe della loro vita.

Per logica in questo secondo caso avrei voluto leggere un articolo di forte condanna verso aziende come la Chicco e la PegPerego essendo provata (molto più che sull’argomento droghe) la correlazione passeggino, girello, triciclo, bici, auto. Invece no e questo mi fa molto incazzare!

[tags]Attualità , giornalismo, mass media, droghe[/tags]

Aspettando la verità su Federico Aldrovandi

Stamattina voglio parlarvi di un fatto avvenuto nel lontano settembre 2005 a Ferrara che ha portato alla morte di un ragazzo di soli 18 anni in circostanze alquanto oscure. Il suo nome era Federico Aldrovandi e questi, brevemente, i passi salienti della sua vicenda.

All’alba del 25 settembre 2005 Federico, 18 anni, torna a casa dopo aver trascorso una serata in compagnia d’amici. Così ricostruiva i fatti una nota della questura: «Alle 6.25 personale di Polizia interveniva su segnalazione di alcuni cittadini che avevano riferito del comportamento strano di un giovane. Poco dopo, il giovane è stato colto da malore».

Caso chiuso. Morto per cause naturali, durante il trasporto in ospedale. Overdose, si dirà poi.

Tre mesi dopo Patrizia, la mamma di Federico (che ringrazio per esser sempre stata disponibile a rispondere ad ogni mia richiesta), apre un blog per chiedere nuove indagini. Emergono testimonianze che parlano di un controllo piuttosto energico da parte degli agenti intervenuti. Secondo i consulenti della famiglia ci sarebbe stata una violenta colluttazione tra quattro agenti e Aldrovandi, sottoposto ad una immobilizzazione forzata con schiacciamento della cassa toracica. Il 9 gennaio 2007 c’è la richiesta di rinvio a giudizio per quattro poliziotti. Il 20 giugno prossimo si terrà l’udienza preliminare durante la quale si deciderà se mandare a processo i quattro agenti accusati di omicidio colposo.
Ma, e questa è la novità più eclatante e per molti versi inquietante, dalla questura arrivano nuovi reperti, sconosciuti agli atti dell’inchiesta. Dagli «originali » delle telefonate ai tamponi imbevuti del sangue del ragazzo. E con essi affiorano dubbi e sospetti, ai quali d corpo il legale della famiglia del giovane: «È la prova di come in questa inchiesta il materiale di indagine sia stato accuratamente selezionato, dato o non dato a seconda della convenienza. Per fortuna qualcosa è cambiato»

Perchè ho deciso di trattare oggi quest’argomento? Perchè, chi mi conosce e mi legge lo sa, sono una persona che non sopporta ingiustizie, abusi e disinformazione. Se poi, come sembra in questo caso, mi ritrovo questi tre fattori”casualmente” tutti insieme bè, non posso non fermarmi a riflettere. Ciò che mi ha ulteriormente convinto a trattare l’argomento è una foto del cadavere di Federico pubblicata nel 2006 da ‘Liberazione’ che lascia decisamente poco spazio all’immaginazione circa l’accaduto. A volte in questo blog ho trattato argomenti e postato immagini e video “forti”; questa volta ometto volontariamente la pubblicazione di questo documento che tuttavia ognuno di noi può tranquillamente cercare (e trovare facilmente) su google. In questi ultimi due giorni ho letto molto riguardo a questa vicenda e mi son chiesto se non fosse il caso di dare anch’io nel mio piccolo il mio contributo a mantenere viva l’attenzione su una vicenda triste che, questo è il fatto sconvolgente, domani potrebbe toccare ad ognuno di noi. E se quel qualcuno, vicino a se, non avesse l’amore e la pazienza della mamma di Federico chissà come finirebbe quella vicenda…

Temo che il rischio più grave in questi casi sia che la notizia cada nell’oblio o nell’indifferenza, pertanto ringrazio fin da ora chiunque abbia voglia e contribuisca a non far spegnere i riflettori su questa vicenda, grazie.

 

Numeri, corsi e ricorsi della settimana

In viaggio verso Torino (fatto questo che mi impedirà per qualche giorno di essere presente nei Vostri blog e per il quale mi scuso fin da ora) qualche piccola riflessione su numeri e corsi e ricorsi “storici” di questa settimana.

Notizia della settimana sicuramente la morte dello studente 15enne causa uno spinello (almeno così dicono i benpensanti). A leggere i dati Istat 2007, considerato il numero (totale) di giovani in Italia e considerata la percentuali degli stessi che si dice fare uso di spinelli (il 64%) ho considerato che se veramente la situazione causa-effetto fosse vera in Italia la moria degli stessi sarebbe pari se non superiore a quella descritta dal Manzoni ne ‘I promessi sposi’ per la peste.

Notizia del giorno: Berlusconi si è nuovamente sentito male durante il suo tour pre-elettorale. Era già successo lo scorso anno, deduco che il consiglio migliore (in tutti i sensi) da dare al Cavaliere sia quello di ritirarsi in quel di Arcore a vita privata. Il tutto per gioia forse nè sua nè di Veronica ma…sicuramente nostra.

Buon weekend a tutti.

[tags]Attualità, droghe leggere, Berlusconi, disinformazione[/tags]

Droghe leggere e “palle” pesanti!

L’argomento è ormai all’ordine del giorno da una settimana. Ho già letto post sul tema nei blog dei miei amici Gloria e Max (e forse altri che ora non ricordo) e lì, come qui, ribadisco il mio concetto: BASTA con questa moda di trovare i colpevoli prima della giustizia! Non se ne può più!!
Capisco il bisogno e la sete di giustizialismo ormai dilagante, capisco le faide interne ai partiti e le prossime elezioni ma non se ne può veramente più!

Premetto; se uno si fa una canna e si schianta con un pulman carico di bambini è un benemerito coglione e non nell’eccezione elettorale del termine. Però, perchè esistono dei ‘però’, io comincio con il dire che paghiamo (e profumatamente) un Ministero della Giustizia e delle forze dell’ordine. Ergo, che siano “loro” e solo loro a fare indagini prima e trovare i colpevoli poi, e se ci riescono, possibilmente condannarli. Perchè dico questo? Perchè ho ancora ben in mente la strage di Erba e la “caccia all’immigrato” lanciata immediatamente da taluni personaggi di verde vestiti!
L’autista del pulman s’è fatto una canna il giorno prima ed il giorno dopo s’è schiantato con il pulman. Bene vada in carcere ma prima dica cosa ha fumato e dove l’ha comprata perchè… dev’essere roba veramente buona per durare 24 ore!
Se invece è uscito di strada perchè, azzardo, era il 5° giorno di fila che stava su un pulman per portarsi a casa la pagnotta (e mi risulta che siano in molti tra autisti e camionisti a fare turni disumani) ebbene… sciacquiamoci la bocca tutti prima di parlare. Perchè se è vero che gli effetti della cannabis sono ancora tutti da provare; che la manipolazione delle informazioni, il giustizialismo e la demagogia postuma e posticia faccia peggio è invece risaputo!
Io, nel frattempo, attendo e… non cambio idea sulla necessità di liberalizzare le droghe leggere ma, soprattutto, di fare chiarezza ed un’informazione corretta e completa.
Un ultima domanda: in questa tragedia, c’è ancora qualcuno che si “preoccupa” (a patto che qualcuno l’avesse fatto) dei bambini feriti e ci da notizie di loro come sta andando il decorso, etc.??

Meditiamo gente… meditiamo…

[tags]Attualità, droghe leggere, massmedia, disinformazione[/tags]

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…