Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘droghe leggere’

Capita a Vigevano…

[clicca per ingrandire][ notizia tratta da: Corriere.it ]

…Dal pizzaiolo è arrivata allora un’altra giustificazione: avrebbe detto che la marijuana serviva per un gruppo di colleghi che ne fanno uso come palliativo al “calore e alla spossatezza dovuti alla lunga esposizione vicino ai forni a legna presenti nelle pizzerie”, soprattutto d’estate…

Non l’ho provata ma dopo aver letto la giustificazione del pizzaiolo mi viene il fondato sospetto che la marijuana fosse veramente di ottima qualità, di sicuro Vigevano da oggi, oltre che una delle capitali della calzatura, grazie al pizzaiolo può aspirare anche al titolo di capitale della ‘sola‘ …

Buoni sentimenti e hashish

Purtroppo quelli maschili non ho mai avuto il piacere di conoscerli. Ho conosciuto solo una nonna, e che Nonna!, e sono sicuro un pacco del genere non me l’avrebbe mai mollato. Magari anzi, senza il magari, a casa poi mi faceva un ‘culo a capanna’ ma questo sono sicuro non l’avrebbe mai fatto:

Droga: guida sotto effetto hashish, a giudizio
Imputato 81enne a Roma: ho fumato sigaretta di mio nipote

Leggi il resto di questo articolo »

Bossi fonda il nuovo partito

Il clima politico in Italia è troppo avvelenato, serve più Peace & Love.

Per quello quando stamane ho letto quest’affermazione del Senatur ho deciso: io sto con Bossi!  Verranno aperti a breve i gazebo per la scelta del simbolo del nuovo partito, questi al momento quelli in concorso:


(clicca sull’immagine per ingrandirla)

Per le primarie sono in corsa al momento: Claudio Martelli (ex Psi) nome in codice “Bob“, Kareem Abdul Jabbar (stella Nba anni ’90) nome di battaglia “el cìt“, Vasco Rossi (cantante) soprannominato “aspiratutto“.

ULTIMA ORA: pare abbia dato la propria disponibilità anche il gruppo dei Negramaro, si occuperà della parte artistica del nuovo partito.

0002.jpg

Numeri, corsi e ricorsi della settimana

In viaggio verso Torino (fatto questo che mi impedirà per qualche giorno di essere presente nei Vostri blog e per il quale mi scuso fin da ora) qualche piccola riflessione su numeri e corsi e ricorsi “storici” di questa settimana.

Notizia della settimana sicuramente la morte dello studente 15enne causa uno spinello (almeno così dicono i benpensanti). A leggere i dati Istat 2007, considerato il numero (totale) di giovani in Italia e considerata la percentuali degli stessi che si dice fare uso di spinelli (il 64%) ho considerato che se veramente la situazione causa-effetto fosse vera in Italia la moria degli stessi sarebbe pari se non superiore a quella descritta dal Manzoni ne ‘I promessi sposi’ per la peste.

Notizia del giorno: Berlusconi si è nuovamente sentito male durante il suo tour pre-elettorale. Era già successo lo scorso anno, deduco che il consiglio migliore (in tutti i sensi) da dare al Cavaliere sia quello di ritirarsi in quel di Arcore a vita privata. Il tutto per gioia forse nè sua nè di Veronica ma…sicuramente nostra.

Buon weekend a tutti.

[tags]Attualità, droghe leggere, Berlusconi, disinformazione[/tags]

Droghe leggere e “palle” pesanti!

L’argomento è ormai all’ordine del giorno da una settimana. Ho già letto post sul tema nei blog dei miei amici Gloria e Max (e forse altri che ora non ricordo) e lì, come qui, ribadisco il mio concetto: BASTA con questa moda di trovare i colpevoli prima della giustizia! Non se ne può più!!
Capisco il bisogno e la sete di giustizialismo ormai dilagante, capisco le faide interne ai partiti e le prossime elezioni ma non se ne può veramente più!

Premetto; se uno si fa una canna e si schianta con un pulman carico di bambini è un benemerito coglione e non nell’eccezione elettorale del termine. Però, perchè esistono dei ‘però’, io comincio con il dire che paghiamo (e profumatamente) un Ministero della Giustizia e delle forze dell’ordine. Ergo, che siano “loro” e solo loro a fare indagini prima e trovare i colpevoli poi, e se ci riescono, possibilmente condannarli. Perchè dico questo? Perchè ho ancora ben in mente la strage di Erba e la “caccia all’immigrato” lanciata immediatamente da taluni personaggi di verde vestiti!
L’autista del pulman s’è fatto una canna il giorno prima ed il giorno dopo s’è schiantato con il pulman. Bene vada in carcere ma prima dica cosa ha fumato e dove l’ha comprata perchè… dev’essere roba veramente buona per durare 24 ore!
Se invece è uscito di strada perchè, azzardo, era il 5° giorno di fila che stava su un pulman per portarsi a casa la pagnotta (e mi risulta che siano in molti tra autisti e camionisti a fare turni disumani) ebbene… sciacquiamoci la bocca tutti prima di parlare. Perchè se è vero che gli effetti della cannabis sono ancora tutti da provare; che la manipolazione delle informazioni, il giustizialismo e la demagogia postuma e posticia faccia peggio è invece risaputo!
Io, nel frattempo, attendo e… non cambio idea sulla necessità di liberalizzare le droghe leggere ma, soprattutto, di fare chiarezza ed un’informazione corretta e completa.
Un ultima domanda: in questa tragedia, c’è ancora qualcuno che si “preoccupa” (a patto che qualcuno l’avesse fatto) dei bambini feriti e ci da notizie di loro come sta andando il decorso, etc.??

Meditiamo gente… meditiamo…

[tags]Attualità, droghe leggere, massmedia, disinformazione[/tags]

Il Ministro Amato e lo shock… della proposta o suo personale?

Leggo con un mix di stupore e di preoccupazione (per la sua completa capacità d’intendere e di volere) la proposta definita ‘shock’ del Ministro Amato per combattere il fenomeno della diffusione delle droghe tra i giovani.

“Perchè non prevedere un uso più ampio di questo controllo e renderlo più sistematico, ad esempio all’uscita delle discoteche e a scuola? (e perchè no anche all’uscita di supermercati, Ministeri, oratori e delle cartolerie? ndr) … effettuare anche sugli studenti i controlli sull’assunzione di stupefacenti. Controlli finora riservati, appunto, esclusivamente agli atleti in gara…. Per gli studenti, immagina il ministro, potrebbero diventare obbligatori test anti-doping tra i banchi. I ragazzi potrebbero dover sottoporsi alle analisi “ad, esempio, dopo le interrogazioni”. Forse in caso di prestazioni “sospette”. E se lo studente dovesse risultare positivo, spiega Amato, dovrebbe scontarne le conseguenze. “Perderebbe punti. E chiaramente l’interrogazione non sarebbe valida…”

Ebbene, mi domando ma che cos’è tutto questo, un gioco? Un videogame?? “Punti”, squalifiche, interrogazioni invalidate (magari anche con il 2 a 0 ‘a tavolino’ per la maestra e la squalifica del banco!).

Ma Sig. Ministro Amato, Lei veramente crede a quest’idea?
Ma davvero pensa che iniziare questa specie di “campagna moralizzatrice coattiva” mirata ai soli giovani possa portare a dei risultati???

Purtroppo il Ministro Amato non ha un sito nel quale possa scrivegli. Pertanto lo invito direttamente da qui ad informarsi meglio su quello che è stato il proibizionismo in America e, sopratutto, su quello che ha comportato.
Auguri!?!

Fonte notizia: LaRepubblica

 

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…