Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘Ecologia’

DeforestazioneZero la nuova campagna di Greenpeace

Tutti noi a volte abbiamo comportamenti ai quali non badiamo molto e ci sfugge forse cosa comportino. Questo video non  ha la presunzione di farli evitare ma credo vi possa far riflettere, almeno lo spero.

[ Video promo del progetto deforestazionezero promosso da greenpeace  ]

Sul link dell’iniziativa potete trovare delle guide illuminanti su come far se non del bene almeno ‘meno male’ al nostro già maltrattato pianeta.

Cambieranno ora i rapporti Italia-Svezia?

Fino ad oggi gli interscambi diplomatici e culturali tra Svezia ed Italia non è che siano stati molto frequenti. Chiariamoci subito, tanto per sgombrare il campo da dubbi o altro; colpa degli svedesi!

Ma si dai, troppo “seriosi” questi qui, vengono in Italia una volta ogni morte di Papa (l’ultima nel marzo 2009) e di cosa si occupano una volta arrivati nel Belpaese? … di «Innovazioni per un futuro sostenibile», ma si può?!? Sti scandinavi scendono al sud dell’Europa (non se ne abbiano a male TrotaPadre e FiglioDiTrota ma questo dice la geografia!), arrivano e cominciano a tritarci gli zebedei con (riporto testalmente dal sito dell’ambasciata svedese): “la sfida che il cambiamento del clima comporta e la necessità di investire su sistemi innovativi efficaci che possono contribuire a risolvere il problema del clima per le generazioni future“. Chissà se lo sapevano i reali di Svezia che stavano facendo questo discorso in un Paese che aveva appena deciso di ripartire in quinta nello sviluppo si ma… del nucleare!?!

Leggi il resto di questo articolo »

La marea nera arriva a Trieste!


[ Foto scattata ieri andando a lavorare con il cellulare ]

Prima che si scateni il panico preciso che al contrario di quel che sembra trattasi solo degli esiti delle ultime forti precipitazioni, anche se con tutte le petroliere che ultimamente vengono a “svernare” da queste parti e lavano impunemente (ma tutti lo sanno!) al largo le loro cisterne non vorrei che prima o poi…

E visto che sole da queste parti ultimamente se n’è visto poco, mi tornano in mente le parole della canzone del sole: O mare nero o mare nero o mare ne…

Ecologia & ambiente? Una questione di L…

Non so voi ma in un mondo in cui tutti (a parole) si preoccupano della sua salute (salvo poi fare capricci quando c’è da firmare qualche accordo), in cui il pianeta è uno dei grandi immancabili temi di ogni conferenza mondiale (salvo poi non cambiare mai un’ostia dell’andazzo intrapreso da secoli), in cui si parla e tanto di ecologia e del suo futuro, che un Paese vicino al nostro, molto vicino (geograficamente e politicamente) metta in moto le pale mentre da noi l’unica cosa che girano sono le palle bè…. un po’ incazzare mi fa!?!

Acqua: parliamone anche scherzando ma parliamone!

Quello dell’ambiente è un problema che troppo spesso viene affrontato dai media quando la natura si ribella e lo dimostra con qualche calamità come tsunami, uragani, valanghe o terremoti.  Ormai i media e chi avrebbe, tra gli altri, il compito di educare e sensibilizzare su questi temi preferisce cavalcare le notizie (spesso drammatiche) di questi eventi piuttosto che fare in modo che tutto ciò non accada.

Leggi il resto di questo articolo »

L’ENI può rimettersi la cravatta

Quello energetico è un problema serio. La gran parte delle persone ragiona pensando “io il mio lo faccio per risparmiare” ma, non basta. Tutti gli sprechi (e ce ne sono molti) ricadono poi inevitabilmente sulle bollette di tutti. E chi fa qualcosa per limitare gli sprechi? Pochi o nessuno. L’Eni per esempio da due anni ha lanciato l’iniziativa ‘Eni si toglie la cravatta’ (già commentata dal sottoscritto) con la quale “autorizza” i dipendenti nel periodo estivo ad andare in ufficio senza la stessa. Si, lo vedo il vostro sorriso stampato sul volto e so che non è molto ma è pur sempre qualcosa no? Ed allora ho deciso di aiutarli ed aiutarvi a sorridere un po’ di più! Oggi infatti ho scritto loro una mail informandoli di una nuova e rivoluzionaria trovata.

Nell’Iowa State University infatti hanno messo a punto questi due prototipi di giacca e cravatta a pannelli solari (sul design non mi pronuncio) che, in teoria, offrono all’indossatore piena autonomia e addirittura tanto di custodia nella cravatta per ricaricare il cellulare.

A voi considerazioni e conclusioni, io mi limito ad informarvi e non mettendo (finchè posso) giacca e cravatta non posso essere molto d’aiuto. Magari se un domani faranno anche la polo… chissà. Intanto spero che l’Eni non mi prenda troppo sul serio altrimenti vista l’aria che tira sui posti di lavoro ultimamente non vorrei diventasse la nuova divisa aziendale obbligatoria. Chiaramente, le due iniziative vanno in conflitto in quanto la cravatta o s’indossa o non s’indossa.

Link notizia

[tags]Attualità, energia, ecologia[/tags]

Meno rifiuti? Yes we can

Pensate parli di nuovo di politica? Naaa, anche se visti gli spunti ne avrei una voglia… però restiamo comunque ‘in tema’, infatti parlo di rifiuti, magari non della società come i politici ma di quelli materiali. Alzi la mano chi ha letto questa bella notizia?

ecologos-dispenser.jpgProvate un momento a pensare di applicare questo tipo di distribuzione anche ad altri prodotti quali oli, latte, etc. Pensate a quanti ne consumate nel vostro nucleo familiare, a quanti contenitori (quasi sempre di plastica) buttate via periodicamente e poi pensate se questi rifiuti improvvisamente non esistessero più. Voi andate al vostro supermercato, comprate il quantitativo che volete voi (altro risparmio) del prodotto che vi interessa, lo imbottigliate, lo pagate e quando è finito riportate il “vuoto” al supermercato che provvederà a sterilizzarlo mentre voi potrete ripetere l’acquisto utilizzando un altro contenitore.  

Non so come la pensiate voi, ma io questa iniziativa la reputo a dir poco sensazionale! Questa iniziativa mi risultava essere già in fase di sperimentazione (anche se c’è poco da ‘sperimentare’ ndr) in alcuni supermercati della Liguria e nelle Marche ed invece oggi  scopro che è operativa da tempo anche in Piemonte e non solo; se siete interessati a promuovere l’iniziativa nel vostro territorio esiste un sito in cui è possibile saperne di più.

Io ho già provveduto a stamparmi un po’ di documentazione che porterò al mio supermercato e mi auguro anche ognuno di voi faccia altrettanto. E’ un classico esempio di come VOLENDO si può fare qualcosa per l’ambiente e poco m’importa se queste notizie le dovrebbero dare i Pecorari-Scani, le associazioni ambientaliste o i media; non lo fanno loro? FACCIAMOLO DA SOLI!!

Se ci credete diffondete il più possibile l’iniziativa che tra l’altro, oltre all’ambiente, sposa alla perfezione un’altra emergenza molto forte, quella del risparmio (e forse anche per questo non ce ne parla nessuno)! E scusate se è poco…

Link all’iniziativa (con elenco dei punti vendita in Piemonte)

[tags]attualità, ambiente, rifiuti, ecologia [/tags]

Inquinamento: gli uccelli cantano meglio ma si procrea meno!

inquinamentoDa una notizia apparsa in rete pare che gli storni che mangiano vermi contaminati dagli estrogeni cantano meglio e attirano più femmine di quelli non contaminati. Non so se sia vero ma ne prendo atto!

Qualche giorno fa però ricordo di aver letto un’altra notizia piuttosto allarmante in cui invece s’incolpava, tra gli altri fattori, anche l’inquinamento ambientale dell’aumento del tasso di infertilità maschile.

Traggo la conclusione che l’inquinamento faccia bene solo a certi “uccelli” ed agli altri non gli si può neanche dire “canta che ti passa“!

 

Assisi e i cassonetti d’autore

E’ di oggi la notizia che il comune di Assisi ha commissionato dei cassonetti artistici decorati da pittori italiani. Il primo è stato fatto da tale Massimiliano Bardi e posizionato nel centro storico di Assisi. Dall’amministrazione l’invito a tutti gli artisti che hanno voglia di farsi conoscere ma soprattutto piacere di abbellire la città. (Fonte notizia)

Pronta la replica da Napoli: «bè, da mò che noi li decoriamo!».

Qui di seguito una piccola galleria d’immagini tratte dall’ultima biennale della munnezza tenutasi nel capoluogo campano e provincia.



(clicca sull’immagine per ingrandirla)

Per completezza d’informazione sull’argomento, perchè credo sia sempre bene far parlare coloro che queste vicende le vivono direttamente, vi consiglio la lettura di questo post estremamente indicativo di come le colpe non siano solo di camorra, governo o chi altri ma anche, E TANTO, della maleducazione e del menefreghismo proprio di tanti di coloro che oggi magari protestano!

[t

Fallito il rientro dei cervelli in Italia ci rimangono questi

Croci

Fallito il tentativo per il rientro dei cervelli in Italia non ci rimane che ‘arrangiarci‘ con quelli che sono rimasti.

Io ne ho identificato uno!

Si chiama  Edoardo Croci, è attualmente Assessore alla Mobilità, Trasporti e Ambiente  del Comune di Milano, ed è colui che dopo l’introduzione dell’Ecopass a Milano (l’ennesima tassa su un’altra tassa, il bollo auto) ha avuto il coraggio di dichiarare tronfio:

«Risposta forte dei milanesi al sistema Ecopass».

Peccato che al sig. Croci non sia venuto in mente che, con il potere salariale ai minimi storici, trovo quantomeno discutibile l’idea di attribuire all’iniziativa e non  ai costi il merito dei risultati di quest’ennesima italica vaccata!

Il suo curriculum recita che, tra le sue molteplici attività, svolge “attività di ricerca in materia economica“; mi vien da pensare che non si sia ancora trovato!

 

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…