Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘elezioni 2008’

Le elezioni viste da sinistra

L’analisi delle ragioni politiche e non del risultato le lascio volentieri ad altri più adatti ed esperti del sottoscritto. Io provo a riassumere in questa vignetta il mio che più che un punto di vista è, ahimè, una dolorosa constatazione.


(clicca sull’immagine per ingrandirla)

Vignetta ideata dal sottoscritto ma realizzata e perfezionata dal brother che ringrazio per la preziosa collaborazione e spero di riuscire presto a coinvolgere in questo blog.

MALE che vada ci puo’ solo andare BENE

Ed eccoci qui a commentare i risultati elettorali. Mancano ancora i dati di alcune regionali ma, diciamolo chiaramente, non possono cambiare il panorama che si è venuto delineando dal voto. Ieri sera, confesso, sono andato a dormire con un po’ di acidità di stomaco, come quando si mangia controvoglia un piatto riscaldato ma poi riflettendo con calma a letto mi son detto; Chit, ti devi vergognare! Sei fortunato, vivi in uno splendido Paese che in questi ultimi venti mesi si era appannato e aveva rallentato la sua repentina ascesa. Da oggi però finalmente si cambia!
E’ tornato il sole, sparirà l’Ici, spariranno i rifiuti da Napoli e la Campania, verranno detassati gli strordinari, via bolli auto e moto, calerà il sipario sulla nuova cordata che salverà Alitalia, verrà inasprita la legge Giovanardi-Fini, ci sarà il blocco dell’ingresso degli extracomunitari nel nostro Paese e lo stop ai loro matrimoni per evitare l’imbardastimento della razza-padana, ripartiranno le grandi opere, aumenteranno le pensioni e, soprattutto, Rete4 sarà salva e ci sarà la devolution!

E’ per tutto questo che io oggi sto già meglio e voi?

[tags]italia, elezioni, politica interna, elezioni 2008[/tags]

IO VOTO perchè questo non è un cartone animato

Sapete chi sono costoro?

statler waldorf.jpgSono due personaggi del Muppet Show (i miei preferiti della serie ndr), si chiamano Statler e Waldorf, i due odiosi vecchietti che dalle loro postazioni in platea stroncano con ferocia tutte le esibizioni. Un po’ come abbiamo fatto tutti, chi più chi meno, in questi anni. Ma siccome oggi e domani non va in onda un cartone animato spero che gli italiani muovano il loro culetto dalle seggiole e vadano a votare. E non mi si tiri fuori la storia della delusione, del non sentirsi rappresentati o altre cazzate di questo tipo. Dopo aver tanto scritto, discusso e quant’altro ora si può agire ed io lo farò perchè il voto mi risulta essere ad oggi in democrazia l’unico mezzo legale che mi è concesso. E poi, vi confesso, perchè mi piacerebbe tanto svegliarmi martedì mattina e scoprire di vivere ancora in un Paese che he le palle!!
E se così non sarà pazienza, io, almeno le mie le avrò messe in campo dopodichè… vada come vada. E’ una sfida molto difficile e sono preparato quasi a tutto, quello che è certo è che non me ne starò con le mani in  mano a vivere un futuro deciso solo dagli altri.

Buon weekend e buon voto a tutti (quelli che ci andranno, naturalmente!)

[tags]italia, elezioni,  politica interna, elezioni 2008[/tags]

I coglioni hanno cambiato partito

NE HO LE PROVE!

[Pagina 9 del ‘Programma 2008’ del Popolo delle Libertà]
Una casa per tutti: “Piano casa” per costruire alloggi per i giovani e per le famiglie che ancora non dispongono di una casa in proprietà attraverso lo scambio tra proprietà dei terreni e concessioni di edificabilità. Ogni Regione determinerà i criteri di assegnazione su cui costruire le graduatorie; piano di riscatto concordato con le Regioni a favore degli inquilini di alloggi pubblici;

Ha il suo fascino come proposta non trovate? Solo che questa, più che una “novità” a chi vive in Friuli è sembrato più che altro un terribile dejavù. Infatti questo esperimento qui in Friuli è già stato fatto proprio durante la sua ultima legislatura e vediamo un po’ com’è andata a finire.
Correva l’AD 2002 e per la costruzione di alloggi destinati ad una fascia media della popolazione venne creata una srl ad hoc composta da Ater (ex IACP) per l’83,59% e una serie di Comuni interessati dal progetto ognuno dei quali con circa l’1%. Presidentedella srl (casualmente) il presidente Ater, l’ex leghista Alberto Scotti. L’alto e nobile scopo era quello di costruire, attraverso questa società e grazie all’apporto degli Enti locali, alloggi da rivendere a coloro avessero avuto i requisiti cioè a famiglie meno abbienti che comunque si potessero permettere un mutuo magari trentennale.
In questi cinque anni di “attività” (le virgolette sono volute!) risultano costruiti ben due complessi, uno a Prata di Pordenone (24 alloggi) e uno a SanVito (14 alloggi). A SanVito gli stessi risultano completati, assegnati e venduti mentre a Prata ne rimangono a tutt’oggi (e credo lo rimarranno a lungo) ancora otto invenduti. Infatti i proprietari degli altri appartamenti già venduti hanno intentato tutta una serie di contenziosi legali per “gravi errori costruttivi e progettuali” che hanno fermato la vendita degli alloggi rimanenti. Questo ha attirato l’attenzione della Corte dei conti che ha chiesto all’Ater spiegazione della costituzione della Srl per un lavoro che poteva benissimo svolgere direttamente cosicchè lo scorso anno la direzione centrale dei Lavori Pubblici le ha intimato di “uscire immediatamente dalla società vendendo le quote in suo possesso”.
La cosa ha fatto incavolare non poco i Comuni che da partner di minoranza si sarebbero ritrovati ad essere unici gestori di una società inutile. Quindi, controproposta: sia l’Ater ad acquisire le quote dei Comuni e gestire gli alloggi restanti. Dopo un tira e molla le ultime notizie parlano dello scioglimento di questa società il cui ‘operato’ (peraltro minimo in 5 anni!) non giustifica assolutamente il costo della stessa e, soprattutto, non ha arrecato nessun vantaggio se non ai membri del Cda che hanno percepito, oltre agli altri emolumenti anche quelli provenienti dalle cariche ricoperte in questa società. Insomma, l’ennesima “società parcheggio” per pochi eletti magari trombati nelle elezioni.
In conclusione cosa rimane di quest’iniziativa e questa società? In cinque anni di attività costruiti numero 36 alloggi di cui 8 invenduti e numerosi contenziosi penali a carico della proprietà. Lauti stipendi, ricompense ad amministratori e consiglieri e (sicuramente) anche fior fior di consulenze probabilmente ben pagate (non ne ho la certezza ma sono ragionevolmente certo di non sbagliarmi).

Questo è UNO dei motivi per il quale quando sento parlare di piano-Berlusconi per l’edilizia (io) mi tocco gli zebedei; questo è solo UN motivo per il quale (io) non darò a costui mandato per fare altri scempi di denaro pubblico; questa UNA delle ragioni che mi fa credere che, se è vero che il PdL è al 46% nei sondaggi, allora significa che i coglioni hanno cambiato partito!

[tags]italia, elezioni,  politica interna, pdl, berlusconi, edilizia[/tags] 

Con Federica Zarri politica & letto binomio perfetto

californication.jpgIeri ho avuto una conversazione telefonica di prima mattina con un mio amico di Roma che mi chiedeva notizie circa la presenza di reggiseni appesi ai passamano dei mezzi pubblici. Complice la data (primo aprile) ho pensato ad uno scherzo tanto più che anche lui come me è dotato di un cellulare senza cioè diavolerie come macchine fotografiche, telecamere, telepass o bancomat incorporati e quindi non era in grado di mandarmene una prova visiva. Ci abbiamo anche scherzato su concludendo che poteva tranquillamente essere una forma di campagna elettorale dopodichè abbiamo deciso di comune accordo che era meglio andare a lavorare occupandoci più del Pil che del pel!

Però, mi conoscete, sono curioso quindi ho indagato e ho scoperto, nell’ordine, che la telefonata non era una bufala (vedasi foto sopra) ma che, per fortuna, non si trattava di un partito bensì della pubblicità di una nuova serie di telefilm dal titolo Californication che va in onda su Jimmy dal mese scorso. Anche perchè, mi son detto, “con tutto quel che ha di serio di cui occuparsi la politica oggigiorno vuoi mica che si occupino di sesso …”.

federica-zarri

Oggi invece scopro con immensa gioia e un po’ di sorpresa (ricordandomi delle polemiche su Wladimir Luxuria) che in Italia c’è anche chi lo sta facendo, ebbene si. Lei è tale Federica Zarri, di professione fa la pornostar e per passatempo la politica, o viceversa non so, fatico sinceramente a capirne le differenze.

Ha infatti ben due siti; www.federicazarri.com (sito erotico) e www.federicazarri.it (sito politico). Qual’è la sua missione politica (visto che l’altra è più facilmente intuibile)? Tenetevi forte, riformare il mercato dell’hard in Italia, con l’aiuto di Michela Vittoria Brambilla e il “sostegno” di Silvio.
L’intraprendente Federica ha fondato un circolo delle Libertà a nome suo nel quale è possibile anche leggere bozza di quella che sarà o dovrebbe essere la ‘Legge Zarri’. Ironia della sorte il circolo in questione ha sede indovinate a Lecco (giuro!), ma d’altra parte non poteva essere diversamente no?

Credo sia il segno inequivocabile che la politica è andata veramente a puttane, forse già tanti anni fa, ma dev’essersi trovata talmente bene che a quanto pare continua a frequentarle anche oggi!

Brogli, ora ho capito

Berlusconi: «C’è un problema grandissimo, quello dei brogli».

Non avevo capito che la sua paura era quella di non riuscire più a FARLI, chiribbio!!

[tags]italia, elezioni,berlusconi, politica interna, pdl[/tags]

ITALIANI, semo in una botte de fero!

Tempi duri per i politici nel mondo. Mai come in questo periodo possiamo affermare che il detto “tira di più un pel di…” sia rispondente a verità.

Prima il governatore, ex, di New York Eliot Spitzer alias ‘Mr. number #9’ che dopo aver tentato una estrema difesa difesa con tanto di moglie al fianco è dovuto capitolare sotto le accuse di un’avvenente girl in carriera. Un po’ come in Italia con il caso Mele solo che la Zenobi non aveva un sito su MySpace, non s’è beccata 4 milioni di click in un giorno bensì solo una denuncia per diffamazione. Per evitare problemi il sostituto di Spitzer, David Paterson, ha messo subito le mani avanti dichiarando “ho già fatto dal 1999 al 2001” per la serie ‘inchiappettatemi su altro ma non su questa storia”.
Poi Reza Zarei, capo della polizia e beccato nudo in un bordello con sei prostitute. Lui sostiene che stava solamente tenendo corsi di aggiornamento alle stesse prostitute, altri, più saggiamente, che solo chi è senza peccato può scagliare la prima pietra. Siccome i “coglioni” non hanno patria nè confine pochi giorni dopo è il caso  di Vaclav Klaus, presidente della repubblica ceca, sorpreso all’uscita di un albergo con una hostess (aerea) venticinquenne.
Lo spagnolo è Rodrigo De Santos, popolare, attivista ultracattolico è stato beccato a spendere 50 mila euro in bordelli con carta Visa. Non male per uno che si rifiutò di celebrare nozze gay e partecipa alle processioni portando vergini.

E in Italia? Archiviato il ‘tempo delle Mele’ e dei rifiuti (amorosi e non!),in base ai sondaggi sembrerebbe che il nuovo che avanza altro non sia che il vecchio che torna, ma tranquilli, “lui” queste cose non le rischia, “lui” … è in odor di santità, che culo!

[tags]attualità, politica, elezioni, scandali[/tags]

Discorsi elettorali, argomenti e autogol

La politica in questi anni è diventata sempre di più immagine e sempre meno sostanza ed azione. Ormai i leader  di partito sono seguiti da persone che ne curano l’immagine, scrivono i discorsi insomma, che lasciano il minimo spazio all’improvvisazione ed al rischio di gaffes.

Domenica ha fatto tappa qui a Trieste Walter Veltroni e mi sono stupito non poco del suo discorso:


(clicca sull’immagine per ingrandirla)

Perchè? Beh, perchè è venuto a farlo in una delle città con più anziane d’Italia.

Secondo voi è strategia o delirio?

Milly D’Abbraccio entra in politica?

MILLY_DABBRACCIOPiccolo strappo al mio impegno di non parlare di politica fino a dopo le elezioni. Stamane infatti ho appreso che Milly D’Abbraccio sarà candidata nel partito Socialista alle elezioni amministrative per il rinnovo del Consiglio Comunale di Roma. Siccome di mignotte, bipartisan e bisex, il Parlamento è storicamente sempre stato  pieno sinceramente questa notizia non mi ha scandalizzato molto.

In quella precedente c’era Clementina Mastella, sedotta e abbandonata dalle sirene del centro-destra, per la nuova abbiamo già una candidata.

Nella sua intervista di presentazione della candidatura infatti è riuscita a dire di essersi messa in questa nuova avventura perchè stanca dell’etichetta che un mestiere come quello della pornostar ti lascia attaccata addosso. Ha confessato di non rinnegare “il cinema” (pietre miliari della sua filmografia rimangono ‘una famiglia per pene’, ‘la professoressa di lingue’ e ‘l’Onorevole’) che l’ha portata a farsi conoscere dal grande pubblico, di essere «stanca di quel genere» e subito dopo, proprio a rimarcare le sue volontà, di voler scrivere prossimamente un libro dal titolo «Il sesso secondo Milly» oppure «La filosofia del sesso». Insomma, un taglio netto con il passato!

Il suo slogan elettorale? Pare sia “vota Milly, una donna coraggiosa che sa mettere a nudo le cose“. Non so cosa ne pensiate voi ma fino a questo punto quello della sig.ra Emilia Cucciniello mi è sembrato lo slogan più credibile!

 

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…