Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘istruzione’

Perchè l’Istat conta tra i disoccupati anche il lavoro minorile?

C’è niente da fare, senza un po’ di “pressione” addosso i media non ci vogliono proprio far stare.

E così, in mancanza (solo in questi giorni, non illudetevi) di un indice Mib troppo negativo, di uno spread a 500, di un’inflazione prossima alla doppia cifra (ma non Vi illudete, ci arriveremo) e di altri mirabolanti indici di questo o quello, approfittano della nostra anestesia-celebrale-perenne che ci impedisce di andare oltre al titolo e ci propinano da venerdì lo stillicidio delle cifre riguardanti la disoccupazione giovanile:

… nel secondo trimestre 2012 gli occupati di età compresa tra i 15 e i 34 anni sono diminuiti di quasi un milione e mezzo di unità (1.457.000) rispetto allo stesso periodo del 2007, passando da 7.333.000 a 5.876.000, con un crollo del 19,9%…

Per carità, non che quello della disoccupazione si tratti di un non-problema, tutt’altro ma… come??

Disoccupati in età compresa tra i 15 e i 34 anni???

Leggi il resto di questo articolo »

E chi lo dice che la scuola non è una buona palestra di vita?

Spesso si parla e sparla, a seconda dei relatori, dei contesti e della convenienza del momento (comunque mai o difficilmente di quella del popolo ndr) della scuola, di come con i tagli progressivi, costanti ed implacabili di questi ultimi decenni, siano venuti meno il suo valore formativo ed il suo ruolo educativo. Fino ad arrivare ad un punto in cui, potendo, si potrebbe pensare di citare un’intera classe politica in causa per “dismissione di ex funzione pubblica“.

Tanti sostengono che la scuola negli anni sia finita (o l’abbiamo relegata, punti di vista) sempre più distante dalla realtà. Eppure, leggendo oggi le terribili notizie che provengono dal fronte mercato del lavoro (disoccupazione mai così alta tra i giovani) e guardando qualche immagine presente sui quotidiani io… non l’ho mai trovata così vicina e propedeutica alla triste realtà futura di molti.

Non fosse altro per le modalità in cui entrambe queste realtà ti portano a conoscenza del futuro…

Leggi il resto di questo articolo »

Tremonti parla di università e si guadagna una laurea in cazzate!

“se c’è una fuga di cervelli, vuol dire anche che c’è una fabbrica di cervelli”

Un po’ come dire che se la moglie ti lascia non ti lamentare, significa che avevi una moglie o qualcosa del genere visto che sono coglione non capisco sempre bene i loro messaggi…

Questo è solo uno dei passaggi con i quali il Giuletto nazionale, durante un incontro ieri all’università di Pavia,  ha deliziato la sua platea e… mandato per traverso il mio caffè di stamane ma questa è un’altra storia.

Vabbè mi direte, si sa, in campagna elettorale così come in guerra e amore un po’ tutto è permesso.

Lo so, sono un inguaribile illuso e non so perché ma continuo sempre a sperare di leggere o sentire da chi (in teoria) ci governa (o dovrebbe) qualcosa di minimamente intelligente e sensato, ma più passa il tempo più mi rendo conto che la speranza è vana, molto vana.

Ma veniamo al punto.

Leggi il resto di questo articolo »

Istruzione, sesso e pedopornografia

La “porno-prof” espulsa dalla scuola per i filmini girati in rete. Motivazione del direttore scolastico regionale : “ha dato disposizione di sospendere dal servizio l’insegnante i cui comportamenti tenuti fuori dalla sede scolastica, sono risultati gravi e in contrasto con l’azione educativa”

Prof pedofilo riammesso in classe. Condannato in primo grado a 2 anni di carcere e 3000 euro di multa per aver divulgato nel 2001 foto pornografiche di bambini con il computer della scuola.

Se queste sono le “regole” ed i “parametri” capisco perchè l’Istruzione in Italia non funzioni!

Inghilterra: vende verginità per pagarsi gli studi

virginity_4_saleUna ragazza inglese, Carys Copestake, di 18 anni ha messo in vendita su un sito web utilizzato da prostitute la sua ‘prima volta’ per 10.000 sterline, circa 15 mila euro.

Nell’annuncio il cui titolo era «Virginity For Sale £10,000», la ragazza scrive:

«Penso che il titolo dica tutto . Sono una studentessa vergine di 18 anni e mi devo pagare gli studi, così vendo la mia prima volta per riuscire a farlo. Sono bruna, carina, occhi verdi, taglia 34 C di reggiseno (una terza piena, ndr) e ben proporzionata».

La notizia è stata letta da un cronista di People che s’è presentato a Carys come un cliente arrivando perfino a raccogliere delle confidenze della ragazza su questa sua decisione, da buon giornalista poi tutte pubblicate in un articolo sul suo giornale. Con il giornalista che aveva pubblicato la storia poi non se n’è fatto più nulla, colpa di una richiesta di sconto dello stesso e (voglio sperare) di un minimo di remore dello stesso. Ma avvicinata nuovamente da un cronista la ragazza ha dichiarato «Mi hanno offerto dei soldi in contanti, vado a farlo questo giovedì». Pertanto se qualche lettore avesse fatto qualche ‘pensierino’ vi informo che il tempo è scaduto!

Dicono che la “prima volta” sia spesso uno choch e poco divertente, che questo sia un modo come un altro per rendere meno brutto il ricordo? Una cosa è certa, non mi permetto di dare consigli a chi ha figli ma, se vi capitasse di ricevere una richiesta di contributo agli studi da parte di vostra figlia… accontentatela prima voi.

Fonte notizia: Corriere.it

 

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…