Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘jan palach’

Jan Palach 1969-2009

    
… per non dimenticare …

(clicca per vedere la vignetta)

Il 19 gennaio 1969 moriva a Praga Jan Palach. Era uno studente universitario di ventuno anni.
Si era dato fuoco tre giorni prima in piazza San Venceslao per protestare contro l’occupazione della Cecoslovacchia da parte delle truppe del Patto di Varsavia avvenuta nell’agosto dell’anno prima e (come si legge tra gli appunti ritrovati su un suo quaderno) per “scuotere la coscienza del popolo … sull’orlo della disperazione e della rassegnazione”.

Dimmi chi sono quegli uomini lenti
coi pugni stretti e con l’odio fra denti;
dimmi chi sono quegli uomini stanchi
di chinar la testa e di tirare avanti …
(Francesco Guccini – “Primavera di Praga”)

Al suo funerale parteciparono centinaia di migliaia di persone.

Dimmi chi era che il corpo portava
la città intera che lo accompagnava
la città intera che muta lanciava
una speranza nel cielo di Praga

Altri dopo di lui si tolsero la vita nello stesso modo. Di loro non si ebbe però notizia. La censura fece in modo che non ci fossero altri martiri da dover giustificare.

Tutto questo accadeva quaranta anni fa.

Anche se da allora molta storia è passata, di quanti altri Jan Palach non sapremo mai nulla?

Testo e vignetta a cura del brother.

[tags]Cecoslovacchia, jan palach,ricorrenze[/tags]

Canada e fire challange

fire-challangeE’ di qualche giorno fa la notizia che nell’Ontario in Canada (attento Sig. Ponza!) pare dilagare tra i giovani la moda di cospargere il proprio corpo di spray infiammabili e poi darsi fuoco. Risultato di questa operazione è una fiammata, il più delle volte indolore e nulla più, salvo qualche “contrattempo” come quello che ha portato un 14enne in ospedale con gravissime ustioni su gran parte del corpo. Nonostante questo la moda dilaga…

Quando ero piccolo io e molti lettori di questo blog dovevano ancora nascere, un episodio simile ma con motivazioni molto diverse e più profonde, fece molto scalpore. Per la cronaca correva l’anno 1968, il protagonista si chiamava Jan Palach ed il luogo era una piazza di Praga dove lo stesso si diede fuoco in segno di protesta contro l’invasione sovietica nel suo Paese che aveva represso i moti nati con la Primavera di Praga. Oggi come oggi lo ricordano solo qualche attempato dalla memoria lunga come il sottoscritto e i versi di una canzone di Guccini.

Leggi il resto di questo articolo »

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…