Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘libertà d’opinione’

Clemente Mastella e la sua etica del web

Vi ricordate il post di qualche mese fa un post sul Sen. De Gregorio e la “sua” etica del web?

mastellaEbbene, quando Clemente Mastella ha aperto il suo blog ed ho notato una certa interattività e scarsa censura (sembrava ndr!) da parte sua nella pubblicazione dei commenti e vi confesso che sono rimasto piacevolemente stupito. Non dico di essere arrivato a ricredermi sul “personaggio” Mastella ma, per una frazione di secondo, vi confesso, ci ero quasi cascato.

Allora mi son detto “Chit, chi meglio del Ministro della Giustizia può aiutarti con il caso di Carlo Parlanti? Chi meglio di lui può dire come stiano veramente le cose e quali siano le possibilità e le strade da seguire?“. E così mi sono permesso a più e più riprese di inviare email a lui, al giornale del suo partito (che come insegna Report paghiamo NOI!) ed inserire commenti nel suo blog ma nulla, nessuna risposta anzi, addirittura una censura dei miei commenti!

Siccome mi hanno insegnato che domandare è lecito, rispondere è cortesia ho pensato che non aveva risposto perchè forse era impegnato in qualche importante discussione o riforma in Parlamento, forse perchè stato “distratto” dal congresso del suo partito a Telese, forse chissà cos’altro.  Invece scopro che il nostro Ministro ha pensato bene di “distrarsi” andando al Gran Premio di F1 a Monza sempre a nostre spese (paghiamo sempre NOI!)

Che ne dite, volete provare ad aiutarmi ed andare sul blog del Ministro e chiedere anche Voi informazioni su Carlo Parlanti? Vi costa solo qualche minuto del vostro tempo e ve ne sarei molto grato anche perchè vorrei vedere la sua reazione difronte ad una mole crescente di sollecitazioni…. semprechè questo weekend non sia impegnato ad un altro Gran Premio o altrove.

 

Gli USA e la libertà “condizionata” d’espressione

Negli States il Governo ha messo sotto processo Joseph Frederick, studente dell’ultimo anno di un liceo reo di aver alzato nel 2002 un cartello durante il passaggio della fiaccola olimpica nella sua cittadina.

070316_banner_hmed_6p.grid-6x2

Questo cartello recitava ‘Bong hits 4 Jesus‘ (Tiri di bong per Gesu), il bong è una pipa ad acqua usata per fumare marijuana ndr). La preside della sua scuola lo chiamò subito per comunicargli la decisione di sospenderlo per cinque giorni, adducendo a motivazione il fatto che si trattava di? un messaggio che incitava? al consumo di droghe mentre la politica del suo istituto era contro le droghe. Lui si difese dicendo che la frase l’aveva vista scritta su uno snowboard e voleva semplicemente farsi due risate facendosi vedere in tv ma di tutta risposta il giovane si beccò altri cinque giorni di sospensione. La storia è andata avanti ed il 19 marzo si è tenuta la prima udienza. Attori di questa vicenda, oltre allo studente, Kenneth Starr, l’ex procuratore dell’affaire Clinton-Lewinsky, che rappresenta la scuola. In difesa dello studente si è invece vista a Washington Mary Beth Tinker, la ragazza che nel 1965 entrò in classe col fazzoletto nero per protestare contro il ruolo Usa in Vietnam.
In ballo, come ha detto il giudice Stephen Breyer, c’è ben più di uno striscione. Se la corte dà ragione a Frederick, di colpo gli studenti di tutte le scuole metteranno alla prova i limiti alla libertà di espressone negli istituti. Ma un eventuale verdetto in favore della scuola potrebbe davvero limitare questo diritto di tutti. La sentenza è prevista per giugno.

Insomma, in un Paese che la ‘democrazia’ ha la presunzione di esportarla, insegnarla? ed imporla con o contro il volere altrui bè, tutto questo mi sembra veramente un paradosso. Chissà se il suo cartello avesse inneggiato all’occupazione in Iraq o alla guerra in Afghanistan se avrebbe scatenato le stesse reazioni. Penso di no, pertanto deduco che il problema non stia tanto nel manifestare e sostenere qualcosa, ma in “cosa” si sostiene.

Cazzarola, vuoi vedere che Orwell non aveva poi sbagliato di molto?!

Fonte notizia. Cnn.com e WashingtonPost

 

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…