Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘Ligabue’

Da oggi (per qualche tempo) più che Walk Of Life…

Son stati giorni che han lasciato il segno
e stare al mondo è già di più un impegno
e adesso giri con in tasca un pugno
nell’altra tasca il tuo rimario
….
Son stati giorni di tempesta e vento
ed era pronto solo chi era pronto
ma adesso sai a cosa vai incontro
chi non è morto è già più forte

[da ‘Quando canterai la tua canzone‘ – Ligabue 2010]

Queste parole di un brano a me molto caro sono, più o meno, il sunto ed il motivo della mia assenza di questo ultimo periodo.

Un’assenza dal mondo 2.0 che, mio malgrado, rischia di allungarsi ancora e che vedendo alcuni di voi scrivermi (a proposito, grazie di cuore!) per informarsi e sincerarsi delle motivazioni mi ha convinto a scrivere questo post. Anche perchè, volente o nolente, questo spazio dopo tanti anni è diventato un po’ il “polso” del mio status e vederlo abbandonato non fa piacere, né a chi aveva l’abitudine di leggerlo e nemmeno a me.

Leggi il resto di questo articolo »

Crederci a prescindere

Oggi finalmente era di nuovo il giorno, il giorno dopo qualche tempo di riaffacciarmi su queste pagine e condividere i miei pensieri.

Il primo era per Vik ma non è un pensiero di circostanza. Oggi, complice il calendario, è solo un po’ più forte di tutti gli altri giorni, di ogni volta per esempio che decido di leggere cosa capita a Gaza e non ci sei più tu a raccontarmelo o di quando guardo la tua mail che da quel maledetto giorno di un anno fa è appesa in ufficio accanto al monitor.

Non so se avrei scritto qualcosa su di lui perchè su e di persone come Vik parla chiaro la storia e quello che hanno fatto e ci hanno lasciato in eredità. Ma l’oggi viene dopo il ieri e quello appena passato è un giorno che lascia inevitabilmente dentro una profonda tristezza per quanto accaduto a Piermario Morosini.

Io non voglio far parte di quell’Italia e di coloro che senza sapere parlano, scrivono, eruttano dotte analisi e magici consigli. Certo, ho un pensiero ben preciso tra l’altro vissuto nel mio piccolo sulla mia pellaccia, ma non me la sento di parlarne qui ed in quest’occasione.

Leggi il resto di questo articolo »

Agosto mio non ti riconosco!

Difficile tornare a scrivere con qualcosa di originale dopo qualche tempo di ‘osservazione’ perché il menu delle news, piaccia o non piaccia, ultimamente è monotematico e finisce per rimescolare sempre la stessa solfa poi, sull’argomento ‘economia & finanza’ nonostante il titolo di studio di ragioniere imponga un minimo di know-how, non mi sento così ferrato. E non vorrei fare come quelli che senza aver mai messo piede su una barca, ai tempi di Luna Rossa parlavano di bompressi, vele e tangoni come fossero il loro pane quotidiano solo perchè ne sentivano parlare da altri.

Lascio volentieri parlare gli esperti di indici, percentuali, rimbalzi, crolli, tassi, macro e micro economie e provo a concentrarmi sull’estate, su questa stagione (almeno nelle intenzioni) per molti magica, per altri meno ma sicuramente l’unica che per quasi tutti è sinonimo di vacanza. Poi che uno riesca a godersela o meno è un altro paio di maniche che però… non voglio srotolare ora.

Pensavo alle estati del passato ed anche se è sempre molto difficile fare dei raffronti perché la percezione della realtà spesso cambia con l’età, se ci si sforza qualche raffronto è pur sempre possibile.

Leggi il resto di questo articolo »

Il mio Campovolo 2.0

Che Ligabue sia uno dei miei cantanti preferiti ormai chi segue questo blog lo avrà capito da tempo. Anche per questo e per i resoconti di tre concerti in questi cinque anni di blog, avevo deciso di non ammorbarvi oltre. Invece, complice qualche commento al post precedente ed un paio di richieste di “condivisione” degli scatti dell’evento, eccomi qui a raccontare quello che più che un semplice concerto è stata una vera e propria festa a base di musica e allegria. Ma credo sia giusto forse anche spiegare come e da quando nasce la mia conoscenza con questo artista.

Stento quasi a crederci anche io ma sono passati 21 anni ormai da quando, sul retro di una cassetta per autoradio (così si ascoltava la musica in auto a fine anni ’80) nella quale avevo chiesto di registrarmi alcuni brani inediti di Bruce Springsteen, un mio amico mi registrò il primo album di questo cantante allora sconosciuto.

Ascoltalo Chit perché è ancora un po’ acerbo ma secondo me si farà

fu la premonizione di Tony (il mio amico con il quale condividevo la passione per la musica, soprattutto quella del Boss Springsteen) e solo io so quanto mi piacerebbe rintracciarlo ora per dirgli che aveva avuto ragione. Ebbene, il caso volle che di quell’autoradio si ruppero quasi completamente i tasti ‘eject’ e ‘reverse’ cosicché mi ritrovai per lungo tempo ad ascoltare gioco forza le canzoni di quel rocker in erba.

Leggi il resto di questo articolo »

Tanto affannarsi quando poi tanto…

Io vorrei… non vorrei… ma se vuoi…

Queste parole di Lucio Battisti sono quelle che più e meglio di altre, caratterizzano questo periodo. Giornate frenetiche, senza un attimo di tregua, che vedono il mio tempo suddiviso tra l’organizzazione e lo smazzamento del lavoro e lo smazzamento e basta (l’organizzazione da tempo ormai l’ho abolita) dell’ordinaria amministrazione di una casa, di una famiglia e della propria vita dove mai come in quest’ultimo periodo, la sensazione che volere non sia potere, si dimostra ineluttabilmente vera.

A pagare questa crisi di tempo c’è inevitabilmente anche il blog.

Leggi il resto di questo articolo »

Arrivederci mostro di San Siro e grazie per le emozioni

Ci sarebbero tante cose da raccontare di un concerto così, delle sensazioni e delle emozioni che uno spettacolo del genere può lasciare in ognuno di noi, ma lo ammetto, mi trovo un po’ in difficoltà a cercare di trasformarle in parole ed in un racconto. E così preferisco lasciare per una volta alle immagini ed ai video di quella il compito di trasmettere quella che è stata un’altra magnifica serata di grande, grande musica.

16072010071

(clicca sull’immagine per accedere alla galleria fotografica)

Qui sotto il video (o meglio quello che sono riuscito a registrare) di ‘Buonanotte all’Italia’ con il montaggio rivisto ed “aggiornato” rispetto a quello del 2008:

Leggi il resto di questo articolo »

SanSiro 5 luglio 2008 – Ligabue – Secondo tempo: IO C’ERO!

…. la macchina è calda (la temperatura esterna pure lo era) e dove ci porta lo decide lei …

Così inizia una canzone del Liga e così alle 15.30 di ieri pomeriggio è iniziato il nostro viaggio in direzione di San Siro. Chi mi conosce da tempo sa del mio gradimento verso quest’artista, forse perchè l’ho visto “crescere” avendolo seguito fin dai primi concerti. Così ieri sera, in compagnia del fido nipote blogger, ci siamo recati in quel di SanSiro per il suo concerto del tour 2008. Quasi due ora e mezza senza interruzioni, in cui ha presentato i nuovi brani e rispolverato alcuni vecchi pezzi che, sinceramente, non sentivo da parecchio tempo nei sui concerti. Bella scenografia, grande band, ottimo coordinamento immagini-suoni soprattutto sulle note di ‘Non è tempo per noi’ che è stata cantata a squarciagola da tutto lo stadio mentre sul megaschermo scorrevano gli articoli della costituzione. Si, avete letto bene e siccome c’erano molti giovani e credo molto nella musica come veicolo educativo spero che il Liga continui su questa strada. Insomma ragazzi una serata very very good!
Purtroppo le foto non sono venute un granchè colpa della monoinquadratura e macchina foto che s’è messa a fare le bizze prima di ‘esaurirsi’. Questo è quel che ho sono riuscito a selezionare per il resto speriamo nelle foto del nipote.

Il concerto, poi promesso non vi racconto altro è finito con il nuovo brano ‘Buonanotte all’Italia’ nella cui prefazione ha ricordato di come dobbiamo vivere si in questo nostro Paese non come ‘ospiti’ ma come attori del nostro futuro e come coloro che ci governano, possono dire quel che vogliono, ma NON SIAMO ROBA LORO! Vi metto qui sotto il video del pezzo che ha mandato a casa più di qualcuno con i lucciconi perché sono sicuro che ognuno di voi, guardandolo, troverà in esso un piccolo ricordo e un pensiero.

Ore 4, stanchi ma felici, si ritorna in quel di Trieste contenti di poter dire un giorno
2008 IO c’ero“. Grazie Liga!


Autostrada, pensieri e musica

Ciao amici, causa trasferta familiare per qualche giorno starò lontano dal blog e dal web. Mi spiace ma per una volta credo questa lontananza possa essere positiva. Sono giorni di pensieri, dubbi, scelte e la piacevole monotonia di un’autostrada (in assenza di code ndr) ne facilita l’analisi. Immancabile un buon cd, la mia musica. Sono le 6.45, la prima canzone quasi un monito, è del Liga e le sue parole dicono:

Cosa vuoi che sia,
passa tutto quanto,
solo un po’ di tempo
e ci riderai su…

Siccome si dia il caso che ho voglia di ricominciare a ridere in fretta, ora il dilemma è; attendere il progredire degli eventi o affrontarli drasticamente? Voi avete qualche consiglio in merito?

Intanto l’auto mangia l’asfalto e la ricerca della soluzione del rebus il tempo del viaggio.
Siamo arrivati e…. ci rileggiamo lunedì.

[tags]Personale, Ligabue[/tags]

Concerto di Ligabue

Ieri sera come preannunciato siamo stati al concerto del Liga al Teatro Rossetti di Trieste. Per la prima volta dopo tanti anni l’ho visto non scorrazzante su e giù su un palco ma bello comodo su una sedia con un atmosfera fatta non tanto di watt e potenza quanto più di voce e parole. Ha letto degli splendidi versi di poesie da un libro intitolato “Lettere d’amore nel frigo“; penso coloro a cui piace il Liga (e non solo) dovrebbero dedicarci qualche minuto, c’è anche la possibilità di scaricarsi i files audio.
Cos’altro posso dirvi? … bè, le foto purtroppo non sono venute un granchè, vuoi per colpa di un energumeno della security che ha passato più di due ore a “intimidire” chiunque scattasse qualche immagine (lavoro veramente terribile ndr) vuoi per il fatto che non è sicuramente semplice fotografare al chiuso. Più delle foto resta comunque indelebile negli occhi e nelle orecchie quell’atmosfera magica che solo un forte, fortissimo legame tra il cantante, la band ed il pubblico possono creare.

Ancora una volta quindi … GRAZIE LIGA

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…