Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘malattie’

La Russa e il cancro

Credo che compito dei blog sia anche quello di divulgare notizie “scomode” che magari altri media occultano o ‘dimenticano’. Per quel che mi è stato possibile ho verificato questa notizia segnalatami da un amico che studia all’estero  (e oggi ripresa da Repubblica) e in base a come interpreto la funzione dei blog  leggo, riporto.

Se veramente così è andata (e da quel che mi è dato a sapere al momento non ho motivo di credere diversamente), credo siano persone come l’Onorevole La Russa il vero cancro del nostro Paese. Questa malattia è una brutta bestia, grazie alla scienza ed alla ricerca, non sicuramente quella (non) fatta con i soldi del “suo” governo!, oggi è un po’ meno incurabile di un tempo anche se c’è ancora molto da lavorare.

Leggi il resto di questo articolo »

Sesso orale: quel che è bene sapere

La notizia che arriva dalla Johns Hopkins University è di quelle destinate a far discutere. Secondo una ricerca condotta su un campione di 300 pazienti infatti la pratica del sesso orale può provocare  il cancro alla gola, in una misura potenzialmente maggiore di altri fattori come alcool e fumo. La colpa è del HPV (acronimo di Human Papilloma Virus) non a caso catalogato nella sezione dei ‘virus nudi’, anche se Monica Lewinsky insegna che, sopratutto con uomini importanti, è consigliabile praticarlo vestiti casomai poi qualcuno nutrisse dei dubbi…

Un altro duro colpo a questa pratica sessuale lo assesta Jon Goldin, pilota elicotterista della polizia di New York, di recente trovato positivo ad un controllo antidroga e quindi sospeso dal servizio. I suoi  legali hanno contestato la decisione, spiegando che l’agente non aveva mai fatto un uso personale della droga, ma piuttosto era rimasto contaminato attraverso un processo di “ingestione passiva” dipeso dalla pratica periodica di sesso orale con la fidanzata, cocainomane a sua insaputa. [link]

Da queste due notizie si evince che se da un lato il sesso orale  da un lato può rovinare la vita (oltre farti diventare Ministro ndr), dall’altro può (forse) salvare lavoro e reputazione. In entrambi i casi, non dite che non vi avevo avvisato!

 

Papa e lotta all’AIDS


metodi convenzionali

e
soluzione finale…

(clicca per vedere le due vignette del brother)

[tags]le vignette di ACh, papa,chiesa,aids,malattie,deliri,africa,salutel[/tags]

Trombe e salute

Voi non sapete quante volte mi sono chiesto l’etimologia, il motivo per cui “fare l’amore” nei vari dialetti italiani si dice in mille modi diversi ma “trombare”  è vocabolo pressochè universale. Si perchè se già “scopare” mi riusciva di difficile collegamento lessico-pratico bè, trombare mi risultava invece completamente oscuro. Ma il bello di vivere è che se si riesce a restare curiosi abbastanza a lungo prima o poi, in genere, le risposte si trovano.

La risposta a questo mio quesito mi arriva direttamente i medici del Loyola University Medical Center di Chicago che hanno miracolosamente salvato una donna da un rarissimo caso di ictus da sesso. Il trombo sarebbe stato probabilmente causato (cito testualmente) <<…da un insieme di fattori: l’uso della pillola anticoncezionale, un difetto cardiaco e, non ultimo, il rapporto sessuale.>>  (fonte notizia) In questo periodo di estrema confusione in un po’ tutti i campi, che trombare provochi trombi è comunque una certezza, magari poco piacevole, ma tant’è!?

Se vi viene in mente qualche altra connessione azione-effetto sono tutto orecchie sperando di non diventare orecchione!

[tags]usa,sanità,salute,ictus,trombi,sesso[/tags]

Marina Ripa di Meana: beneficenza e (dubbio) buongusto

Premesso che ritengo qualsiasi modo di far beneficenza valido ed utile, non vi nascondo, che sono dell’idea che non va possibilmente utilizzato “per fini personali” e, soprattutto, dev’essere di beneficio per tutti coloro che a vario titolo sono coinvolti.

Ebbene, scoprire che la sig.ra Contessa Marina Ripa nonchè di Meana (anche se nel paese della Valsusa nessuno la conosce ndr) quindi la chiameremo solo Marina Ripa, sta reclutando altre undici coscritte disposte a posare senza veli per una raccolta fondi per la ricerca sul cancro mi ha fatto un po’ riflettere.

Vero che lo scopo è nobile e meritorio e va rispettato ma… non è che si rischia da un lato di recuperare fondi per la ricerca sul cancro e dall’altro si corre il rischio di spenderne per la cura delle malattie cardiache? Certe visioni, seppur per beneficenza, non è che fanno molto bene.

Non era forse più “elegante” e di buongusto procedere a questa raccolta magari attraverso un party o un asta benefica?

McDonald’s se la conosci la eviti e invece…

obese mcdonald kid

L’obesità e le patologie ad essa collegate sono una delle fonti di maggiore spesa per i servizi sanitari dei vari paesi. Ne parlo perchè a Firenze, da ieri fino a venerdì, è in programma il IV Congresso Nazionale Sio (Società Italiana dell’Obesità).

Dove sta la stranezza? Forse non c’è anche se (opinione personale) il fatto che il primo giorno sia stata invitata a parlare la McDonald’s mi ha un po’ stupito. L’agenzia stampa nel breve comunicato riporta le seguenti note:

[…L’impegno dell’azienda si sviluppa su diversi fronti: dall’informazione nutrizionale all’ampliamento dell’offerta di prodotti con introduzione di frutta e verdura fresche, dall’introduzione di menu adeguati alle esigenze dei bambini fino ad iniziative volte a sottolineare l’importanza del movimento. …]

A parte il fatto che invitare McDonald’s ad un congresso del genere mi sembra come invitare il Dottor Morte ad un congresso sullo sviluppo delle tecniche di procreazione, resta comunque il fatto che l’azienda americana in questi anni ha lavorato e lavorato sodo e, soprattutto, in linea con quello che ha dichiarato. Aveva cominciato tempo fa in Nuova Zelanda offrendo “simpatici gadgets” assieme al menu Happy Meal, poi ha proseguito la campagna di scoraggiamento infilando teste di gallina dentro li suoi prodotti ma niente, i clienti non diminuivano.

Leggi il resto di questo articolo »

Aids: epidemia o business?

Come molti di Voi sapranno oggi è la giornata mondiale della lotta contro l’Aids. Personalmente sono CONTRO le “giornate per…”; siano esse per il cancro, per i bambini, per la fame nel mondo, per il lavoro o chicchessia.

Ritengo infatti l’impegno di un giorno quasi un’offesa per chi con questi problemi ci lotta ogni minuto, ebbene questa volta ho voluto andare a cercare qualche spunto di riflessione per capire veramente cosa c’è dietro questa malattia.

Qualcosina d’interessante l’ho scoperto, qui sotto Vi lascio i link per chi avesse tempo e voglia di leggere.

Io rimango con il mio dubbio; trattasi di epidemia o business??

Fonte: Grillo Parlante (non Beppe)

Cura l’impotenza con un porcospino

Mai dare retta a maghi e guaritori.

Lo si ripete in continuazione ma non c’è più sordo di chi non vuol sentire. Così Zoran Nikolovic, 35enne di Belgrado (Serbia) ha accettato il consiglio che un santone a pagamento gli aveva dato per combattere i suoi problemi di impotenza sessuale. Il rimedio proposto era di quelli davvero singolari: “Cerca un porcospino, un giovane porcospino, e fai sesso con l’animaletto. Guarirai entro pochi giorni“.
La cura avrebbe fatto scappare a gambe levate chiunque fosse sano di mente, magari tra risate convulse.

Invece, forse per disperazione, Nikolovic ha deciso di accettare. Risultato: dopo la prima “applicazione”, i suo povero pene era ridotto a brandelli. Il malcapitato riccio (motivo in più per considerarla una specie protetta) invece era in perfetta forma. Operato per la ricostruzione dell’organo danneggiato dall’assurda cura, l’uomo ha deciso di denunciare il suo presunto guaritore.

Fonte notizia: The Sun

 

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione &#039;spia&#039; header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…