Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘maroni’

Siamo un popolo senza libertà

556 o 156, dipende dalle fonti, comunque sempre troppi mi pare. No, non sono la sigle dei nuovi modelli dell’Alfa Romeo ma è il numero dei divieti emessi tramite ordinanza dai sindaci d’Italia per quest’estate. La fonte dell’articolo, ripresa poi da vari quotidiani, pare sia il Secolo d’Italia e avrei tanto voluto leggere l’articolo originale ma se si prova ad accedere al sito… bè provate anche voi. Da quel che ho appreso però il panorama dei divieti è ricco.

A Voghera ad esempio è vietato sedersi sulle panchine dopo le 23 in più di 3 persone mentre a Viareggio ci si può sedere a qualsiasi ora ma (giustamente!) non ci si possono poggiare i piedi sopra. Mi chiedo se serva fare un’ordinanza o basti un po’ d’educazione per tutto questo…

Se vi capita di avere irresistibilmente fame attenzione a dove siete. A Trapani per esempio dopo mezzanotte niente chiacchiere mangiando un gelato, a Roma niente consumazione di cibo davanti la fontana di Trevi mentre a Venezia divieto assoluto di consumare alimenti e/o bevande sui gradini dei monumenti. Non si sa bene se ad arrabbiarsi siano state fontana e gradini o i locali in zona ma tant’è!?

Leggi il resto di questo articolo »

Pacchetto sicurezza e gazebi della libertà

Da qualche giorno il nord è spazzato dal maltempo ed a Trieste stamattina soffia un vento abbastanza forte. Non bora o almeno, non nell’eccezione nella quale siamo abituati a vederla, ma sufficiente a farmi iniziare la giornata con un incontro ravvicinato con un gazebo che è stato letteralmente spostato dal vento investendomi proprio nel mentre stavo adempiendo al rito mattutino del caffè. Per fortuna nessun danno fisico, solo tanta paura per l’aggressione vigliacca (è arrivato alle spalle il bastardo!) e l’amarezza per la completa mancanza dei soliti poliziotti (solitamente puntualissimi… al bar) per la serie “quando serviamo, dove serviamo, noi non ci siamo“! Le indagini le sto quindi portando avanti da solo, sto raccogliendo informazioni circa l’estrazione politica e sociale del gazebo, sui suoi precedenti (pare anche esser stato presente ad altre manifestazioni) anche se da un primo sommario esame sembra appartenere al popolo della libertà. Forse i gazebo sono talmente liberi che, finita la campagna elettorale, qualcuno ha pensato bene di lasciarli al pascolo in alcuni angoli cittadini tanto ed in questo senso Trieste mi sembra la scelta migliore!
Alla pari di tanti extracomunitari anche loro sono apparentemente innocui ma la loro vista è pregiudizievole al decoro urbano. Se poi invece di adempiere alla loro funzione di collettori di mentecatti che vanno a firmare in cambio di una spilla ed una bandiera e si mettono a delinquere, aggrediscono ed investono anche i liberi cittadini bianchi italiani bè, allora credo che si sia passato il limite consentito. Mi auspico pertanto che il primo ministro italiano con un cognome genitale (Maroni per chi non l’avesse capito) nel suo decretino non abbia assimilato il problema gazebo a quello delle badanti e sia previsto per loro il pugno duro, l’espulsione o, perlomeno, l’ancoraggio a terra!

In tema di sicurezza dice la sua anche il ACh con la sua vignetta.

Buon gazebo, buon governo e buona giornata a tutti!

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…