Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘matrimonio’

GAY: stati d’animo a confronto

Sabato 25 giugno, mentre lo stato di New York ha approvato con un voto trasversale, una legge  che permette il matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Un traguardo storico, capitato e festeggiato quasi in concomitanza un po’ ovunque (dimenticandosi forse che fuori dagli States su certi temi la disponibilità al dialogo ed al confronto costruttivo è estremamente ridotta) nelle strade di tutto il mondo in occasione dei tanti gay pride in programma nei vari continenti.

Possiamo dire che l’intera comunità gay è in festa forse anzi, togliamo pure il forse, con un’unica eccezione che però, come si suol dire… non fa altro che confermare la regola.

Auguri chiaramente a tutt*, chi per un motivo chi per un altro…

Massa: tradimento virtuale, separazione reale

La vicenda  è a metà tra il comico ed il paradossale e provo a ricostruirla partendo dai pochi dettagli trapelati.

Protagonisti: lui e lei, quarantenni sposati da 15 e un amico di lui;

Scena: in un noioso pomeriggio estivo post-lavorativo due amici quarantenni si ritrovano a casa di uno di loro a gironzolare sul web;

I fatti:  tra i vari siti si soffermano su Second Life.  L’uomo sposato non lo conosce così l’amico per fargli capire le potenzialità del sito decide di fargli vedere come sia possibile anche fare sesso cibernetico con escort di lusso . Divertiti dalla situazione, decidono di andare avanti. E’ il momento della scelta del partner da conquistare, l’uomo “esperto” del web decide di presentare all’amico sposato quella attualmente è la sua partner di cyber-giochi. E qui mi immagino la scena un po’ come quella di Fracchia e la Belva umana… Il proverbio dice che la fortuna è cieca ma la sfiga ci vede benissimo e anche stavolta risulta difficile dargli torto. Tra le centinaia di migliaia di virtual-zoccole la scelta cade sulla moglie dell’amico che, mente eccelsa questo le va riconosciuto, s’è iscritta a suo tempo sul sito con tanto di nome e cognome. L’espressione dell’uomo sposato, che non mi immagino una “cima” ma probabilmente arriva a contare fino a due, improvvisamente cambia, si rabbuia. Lascia l’amico al pc e si precipita a casa dove trova la moglie ancora davanti al pc in compagnia di alcuni clienti.

Leggi il resto di questo articolo »

Torna la speranza per le coppie di fatto?

E’ dall’ultimo governo-blitz di sinistra che non si sentono più questi termini e non ne parlo solo perchè alla vigilia di un Pride , ma semplicemente prendo atto dei fatti. Questo esecutivo ha dimostrato che tutto quello che veramente ha voluto con le buone (raramente) o con le cattive (alias ‘fiducia’) l’ha sempre portato avanti.  Quindi stamane, dopo aver letto le prime pagine dei quotidiani e, soprattutto, dichiarazioni come questa e questa vien da pensare che forse una speranza c’è no?

In fondo lo diceva già il grande Massimo Troisi (di cui pochi giorni fa correva il 15mo anniversario della scomparsa) in un suo film:

«Io credo che in particolare un uomo e una donna siano le persone meno adatte a sposarsi tra loro».

Il film in questione era ‘Pensavo fosse amore invece era un calesse’. Chissà, forse questi stanno girando il sequel  che s’intitolerà “Pensavo fosse amore invece era un Carroccio”…


Religiosità territoriale

Tanto per provare a mettere qualche puntino sulle ‘i’ …

Sarkozy: “Radici della Francia sono cristiane” eppure io mi ricordavo che il Sig. Sarkozy
Poco male, magari il papa non lo sapeva, ma chi gli ha conferito l’onoreficienza di ‘Canonico d’onore’ però…

Ora mi è chiaro tutto. Avrei già dovuto capirlo dai funerali negati a Welby e concessi a Pavarotti e da molti altri episodi ma, evidentemente, esiste il principio della religiosità territoriale in base al quale un pessimo cristiano in Italia sia allo stesso tempo un ottimo cristiano altrove. Buono a sapersi…

Una cosa è però sicura; a differenza di altre unioni di vip italo-francesi questa tra Sarkozy e Carla Bruni non dovrebbe finire per colpa di immagini hard della compagna sul web, visto che lo stesso pullula di questo tipo di immagini. Nel dubbio io me ne sono scaricata qualcuna, sai mai che tra qualche anno quando tutti se ne sono dimenticati e il Chit non faccia lo scoop…

[tags]vaticano, francia, sarkozy, chiesa, matrimonio[/tags]

Immigrazione e regole

matrimonio_mistoE’ di oggi su tutti i giornali italiani la presa di posizione del Sindaco di Caravaggio (Bergamo) sui matrimoni tra cittadini italiani ed altri di diverse nazionalità.

La sua denuncia è precisa e, per certi versi, in parte condivisibile e porta in luce un controsenso (uno dei tanti) del nostro ordinamento: “immediatamente dopo ottiene d’ufficio il ricongiungimento familiare e, al contrario di chi entra con regolare permesso di soggiorno che aspetta 10 anni, dopo 2 anni può chiedere la cittadinanza“.

Il problema è sicuramente d’attualità, di difficile soluzione ed in questi casi, in epoca di ‘globalizzazione’ è buona norma guardare anche a quello che succede negli altri Stati.

Speriamo solo che le nostra grandi menti parlamentari che ci rappresentano non prendano spunto da qui

 

Quelli che… ai Dico dicevano no

Rieti, 11 febbraio –  Fini: Dico, matrimonio di serie B (Ansa)

http://www.youtube.com/watch?v=sOeKa3-ZMC0

Roma, 10 novembre – Fidanzata di Fini all’ottavo mese di gravidanza (Corriere)

e com’è abitudine di Berlusconi concludere i suoi comizi:
Viva la destra e viva la Casa delle Libertà

che poi non è anche quella della coerenza ma poco importa…

[tags]italia, gianfranco fini, matrimonio, dico,famiglia[/tags]

Sovrattassa per le “non vergini” all’altare

La testata inglese Metro.co.uk dà notizia dell’introduzione in una chiesa della Romania di un sistema di multe inteso a incoraggiare le donne a presentarsi ancora “pure” all’altare. Il Padre Petrica Bratu, di Valea Sarii, nella parte centrale del Paese, ha annunciato che imporrà nelle cerimonie da lui officiate una sovrattassa variabile a secondo del grado di “non-verginità” riscontrato nelle prossime spose.

Il prete spiega:

“La multa dipende dal grado d’intimità che la coppia ha avuto prima di sposarsi. Se convivono da poco, sarà attorno ai 15 euro, ma arriverà anche ai 90 euro se la sposa è incinta”.

Padre Bratu dice di difendere così la sacralità del matrimonio.

Chissà quale tipo di esame occorrerà superare per definire la “tariffa” …. 😕

Fonte notizia ITA : www.uaar..it

 

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…