Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘mode’

Moccia: prime frizioni all’interno del movimento!

Il fenomeno dei lucchetti dell’amore è stato discusso, studiato, addirittura analizzato da pool di psicologi per capirne a fondo il significato. Si è concluso che altro non è che un modo come un altro per riaffermare “l’appartenenza ad un gruppo attraverso l’uniformità di usi e costumi“.

Ebbene, se è così, da questa foto si evince che all’interno del movimento dei Moccini o Mocciosi che dir si voglia, cominciano ad esserci le prime spaccature e prese di posizione “forti”:


(clicca sull’immagine per ingrandirla)

Colui che ha appeso questo lucchetto (guardacaso “rosso”! ndr) lo ritenete un provocatore o molto più semplicemente… uno dei tanti idioti?

Mi rimetto al giudizio popolare…

Canada e fire challange

fire-challangeE’ di qualche giorno fa la notizia che nell’Ontario in Canada (attento Sig. Ponza!) pare dilagare tra i giovani la moda di cospargere il proprio corpo di spray infiammabili e poi darsi fuoco. Risultato di questa operazione è una fiammata, il più delle volte indolore e nulla più, salvo qualche “contrattempo” come quello che ha portato un 14enne in ospedale con gravissime ustioni su gran parte del corpo. Nonostante questo la moda dilaga…

Quando ero piccolo io e molti lettori di questo blog dovevano ancora nascere, un episodio simile ma con motivazioni molto diverse e più profonde, fece molto scalpore. Per la cronaca correva l’anno 1968, il protagonista si chiamava Jan Palach ed il luogo era una piazza di Praga dove lo stesso si diede fuoco in segno di protesta contro l’invasione sovietica nel suo Paese che aveva represso i moti nati con la Primavera di Praga. Oggi come oggi lo ricordano solo qualche attempato dalla memoria lunga come il sottoscritto e i versi di una canzone di Guccini.

Leggi il resto di questo articolo »

Funerali & mode

Ieri sera dopo tempo immemore m’è capitato di sedermi a tavola con la tv sintonizzata su un tg, tg5 per la precisione. Essendo estate e mangiando sul balcone vi confesso che non avevo nessuna voglia di alzarmi a cambiare canale e quindi mi sono beccato le prime notizie e relativi servizi. Due di questi riguardavano funerali, i funerali di Claudia (quella ragazza 16enne morta investita) e di quei due ragazzi di Fiumicino morti nello schianto dell’auto giudata dall’amico, minorenne tra l’altro (ma questo è irrilevante visto che ‘forse‘ era sotto effetto di hashish ndr).
Ebbene, in entrambi i casi, la gente applaudiva il feretro con una foga incredibile, manco fossero alla prima della Scala. Vi confesso che questa “moda”, così come quella di applaudire durante i minuti di silenzio (se si chiamano “di silenzio” che t’applaudi a fare?!), mi sta parecchio indigesta e la trovo pure di cattivo gusto.

Secondo voi trattasi di usanza diffusa o succede solo in presenza dei media?

Aheda Zanetti presenta il Burqini o Burkini… e anche l’Islam va al mare

MoS2 Template Master

Dominican Today, di Santo Domingo, informa di un’importante innovazione nella moda femminile islamica.

Il burqini (o burkini), una sorta di burqha da mare che permette alle donne musulmane di godersi la vita da spiaggia senza mostrare nè capelli nè un centimetro del corpo, come comanda il Corano.

La stilista australiana che l’ha creato, Aheda Zanetti, giura di aver avuto migliaia di richieste da tutto il mondo per l’indumento. Ogni giorno ha dichiarato qualche donna entra nella mia boutique e dice, “Finalmente! Ora non devo più stare solo a guardare mentre marito e figli giocano al mare!”

Sinceramente non noto molta differenza con un pigiama, e voi?

Fonte notizia: DominicanToday

 

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…