Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘obesità’

I nuovi ricchi

Tranquilli, nonostante il silenzio di questi giorni vi confermo che anche quest’anno ho superato brillantemente queste giornate che, almeno per me, hanno ormai perso totalmente la valenza originaria e sono diventate una specie di “30 ore per la vita” (la mia! ndr). Per fortuna ormai i nipoti sono cresciuti e non servono più pantomime in maschera rossa e barba bianca, i genitori ahimè lontani (purtroppo), così tutto s’è limitato ad un pranzo il 25 con il brother e nulla più.

E forse ho sbagliato scelta anche quest’anno. Avrei potuto mettermi all’ingrasso, mangiare come un maialino, ma chi mi conosce sa che sono persona che si prende facilmente più per il sedere che per la gola.  Ma cos’è che fa continuamente cambiare gli equilibri del mondo? Bè, per esempio notizie come questa, che infondono ottimismo in coloro che hanno esagerato con la tavola ma, sopratutto, che portano a nuovi equilibri economici. Basta sceicchi, sultani, terre ricche da bombardare per difenderle o farle proprie (confesso che non ho mai capito bene se c’è differenza). Basta con tutto questo! La notizia di cui sopra suona un po’ come un ground zero che porta ad identificare  una nuova classe sociale di potenziali miliardari. Qui di seguito qualche esponente di questa nuova classe di ricchi verso la quale già non mancano minacce

Me ne sono sicuramente dimenticato qualcuno, a voi il compito di ricordarmeli. Nel frattempo, se avete creduto a chi vi dice di spendere che la crisi è solo una “sensazione” bè… potete credere anche a questa news no?!

[tags]usa,obesità,bio-carburanti, Craig Alan Bittner,energie alternative,ambiente[/tags]

McDonald’s se la conosci la eviti e invece…

obese mcdonald kid

L’obesità e le patologie ad essa collegate sono una delle fonti di maggiore spesa per i servizi sanitari dei vari paesi. Ne parlo perchè a Firenze, da ieri fino a venerdì, è in programma il IV Congresso Nazionale Sio (Società Italiana dell’Obesità).

Dove sta la stranezza? Forse non c’è anche se (opinione personale) il fatto che il primo giorno sia stata invitata a parlare la McDonald’s mi ha un po’ stupito. L’agenzia stampa nel breve comunicato riporta le seguenti note:

[…L’impegno dell’azienda si sviluppa su diversi fronti: dall’informazione nutrizionale all’ampliamento dell’offerta di prodotti con introduzione di frutta e verdura fresche, dall’introduzione di menu adeguati alle esigenze dei bambini fino ad iniziative volte a sottolineare l’importanza del movimento. …]

A parte il fatto che invitare McDonald’s ad un congresso del genere mi sembra come invitare il Dottor Morte ad un congresso sullo sviluppo delle tecniche di procreazione, resta comunque il fatto che l’azienda americana in questi anni ha lavorato e lavorato sodo e, soprattutto, in linea con quello che ha dichiarato. Aveva cominciato tempo fa in Nuova Zelanda offrendo “simpatici gadgets” assieme al menu Happy Meal, poi ha proseguito la campagna di scoraggiamento infilando teste di gallina dentro li suoi prodotti ma niente, i clienti non diminuivano.

Leggi il resto di questo articolo »

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…