Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘privacy’

Google: dove controllare se la propria password é stata pubblicata

imagesAmmettiamolo, non saremo (almeno non lo saranno molti di quelli che leggeranno questo post) delle star e le nostre caselle non saranno piene di foto osè o compromettenti ma… vedere pubblicata su un sito la password di accesso al mondo Google non fa piacere a nessuno.

E’ di oggi la notizia della scoperta dell’ennesimo baco nel sistema di gestione di questi dati e del furto di qualche milionata di password degli account della società di Mountain View.

Niente di nuovo penserete voi, quasi periodicamente viene hackerato qualche server eppure… stavolta una piccola novità c’è. La novità  é che stavolta é a disposizione un sito nel quale potete verificare se il vostro account é tra quelli pubblicati, basta andare su:

isleaked.com/en.php

In bocca al lupo!

Vouyerismo, nudità, privacy e leggi

vouyerismoA New York il consigliere comunale Peter Vallone ha presentato una legge che regolamenta il ‘vouyerismo’. Questa scelta è stata presa dopo aver raccolto le lamentele di molte donne relativamente ad alcuni casi verificatisi alla fermata della subway vicino al suo ufficio dove pare fosse abitudine di un uomo stazionare sotto le scale mobili. Le nuove norme pare siano durissime e prevedano fino a tre mesi di carcere e una multa di 500 dollari per chi allunga troppo gli occhi sotto le minigonne delle signore o negli appartamenti altrui. Il tutto in difesa della privacy essendoci anche, tra l’altro, tanto di Garante che dovrebbe occuparsi della stessa.

In Italia, in una spiaggia il località Strada interrotta-Bufalara vicino a Latina, dove i naturisti sono soliti “riunirsi per prendere il sole e fare bagni in mare” (sarà poi così grave?), c’è stato un blitz della guardia Forestale conclusosi con 30 multe da 102 euro per atti osceni in luogo pubblico. Ricordo che la pratica del naturismo da noi non è attualmente regolamentata. Dalla metà degli anni ’90 infatti vengono regolarmente presentate proposte di leggi sul tema, vengono raccolte le firme necessarie per portare avanti il progetto ma poi terminano le legislature senza che le stesse vengano mai portate all’ordine del giorno. Anche in Italia esiste (che io sappia) un Garante della privacy ma evidentemente ha idee completamente divergenti dal suo collega americano.
Ed intanto… siamo fuorilegge!!

Sito federazione naturista italiana: fenait.org

 

Scoperto al mare con l’amante dalle telecamere del Giro

Il Giro d’Italia ha scoperto una tresca amorosa a Marinella. In diretta tv, grazie alle telecamere dell’elicottero al seguito della carovana rosa, un quarantenne spezzino è stato mostrato al mare in compagnia di una donna che non era la moglie. È stato il cognato ignaro, a complimentarsi con la moglie, che credeva essere la bagnante a fianco dell’uomo, un quarantenne rappresentante di commercio ben ripreso dalle telecamere. La donna è caduta dalle nuvole, ma ormai aveva scoperto la tresca del marito. E il rientro dell’uomo, con i segni evidenti della tintarella, ha fatto il resto. Quello sulla battigia di Marinella, sul litorale del Comune di Sarzana, era proprio lui. La storiella ha fatto il giro della vallata del Magra, ove si è registrato l’infortunio amoroso.

Diciamo che in questo caso per l’involontario protagonista, più che di “passione per la bici” si può parlare di “passione“… e basta!?

Fonte: Repubblica.it

 

Big Brothers Awards Italia 2007; i risultati

bb_logo_breit.gif

Vi ricordate del Big Brothers Awards di cui vi avevo parlato ad aprile? In Italia, il problema della privacy ci tocca solo quando riteniamo invasa la nostra; altrove invece è dibattuto da anni e, com’è giusto che sia, anche attraverso la satira e è comunque una forma d’espressione. Ebbene sabato a Firenze sono stati assegnati quelli per l’anno 2007.

Queste le categorie in concorso ed i vincitori:

Minaccia da una vita: Parlamento italiano.
Il Parlamento italiano e’ stato premiato per avere approvato in fretta e furia una legge contro le intercettazioni abusive e la loro diffusione solo quando i parlamentari si sono visti in pericolo personalmente. Mirabile esempio di senso civico e interesse per la tutela dei diritti della cittadinanza.
Peggiore azienda privata; Telecom Italia.
Migliaia di cittadini italiani sono stati intercettati da dipendenti Telecom Italia, titolare dell’unica rete nazionale di telecomunicazioni, senza garanzia costituzionale alcuna e senza esigenze dei servizi segreti o altre eccezioni legate a stati d’emergenza particolare. I loro dirigenti nella migliore delle ipotesi hanno omesso di controllare e di preoccuparsi di cosa facevano i loro dipendenti, nella peggiore … e’ meglio non pensarci.
Peggiore ente pubblico; Comune di Milano.
E’ stato premiato per aver installato una moltitudine di telecamere nella citta’ e sponsorizzato un’iniziativa privata che propone ai commercianti milanesi un rimborso del 50% per l’installazione di telecamere sul loro pezzo di marciapiede. Per il momento l’iniziativa ha riscosso poco successo. Forse perchè i depliant non sono stati tradotti in cinese?
Tecnologia più invasiva; Google.
Brin, uno dei fondatori di Google ama ripetere ai suoi dipendenti (o almeno cosi’ si dice) “Don’t be evil.” “Non fate i cattivi”. E’ diventato ormai lo slogan aziendale. Con l’acquisto di Doubleclick.com sembrerebbe che il motto possa ora diventare “Don’t be evil, buy the Devil!”.
– “Bocca a stivale”; Paolo Gentiloni, Ministro delle Telecomunicazioni.
Recentemente ha dichiarato: “Le intercettazioni sono strumento di indagini che come tale non si puo’ eliminare, e’ nel loro diventare pubbliche che nasce il problema. I giornali dovrebbero fare una prima scrematura” – ha detto ancora – “anche se non glielo puo’ imporre la legge.” “Altra questione é, invece, quella delle intercettazioni illegali nel quale caso cioè e ci deve essere un atteggiamento più severo.” “Ai giornalisti in ogni caso, direi che, se anche filtrano dagli uffici giudiziari bisognerebbe pubblicarle se hanno rilevanza per le indagini.”

Parere personale: DA RINCHIUDERE!

Big Brothers Award Italia 2007; aperte le nomination

Ricevo questa mattina la mail che ricorda che anche quest’anno siamo giunti al periodo delle nomination del Big Brother Award per l’Italia per l’anno 2007.

BBA-Logo-horizontal

Prima che pensiate che mi sia messo a guardare il GF7 preciso subito che questo è un “riconoscimento” che viene assegnato a chi è stato ritenuto colpevole di non aver rispettato la privacy degli individui. In Italia questo concorso esiste dal 2005 mentre in molti altri Paesi (sicuramente più attenti di noi sul discorso privacy) esiste da molto più tempo. Per chi volesse nel sito sono disponibili anche nominativi dei vincitori e motivazioni dei premi delle precedenti edizioni 2005 e 2006.

E’ possibile per chiunque, fino al 30 aprile, proporre uno o più candidati, utilizzando l’apposito form, indicandone la categoria di concorso. Il 17 maggio verranno resi pubblici i nomi dei vincitori. Queste le categorie in concorso:
Minaccia da una vita: assegnato alla persona che ha più danneggiato la privacy nella sua vita o carriera;
Peggiore azienda privata; assegnato alla società privata che abbia danneggiato maggiormente la privacy nel 2006;
Peggiore ente pubblico; assegnato all’organizzazione pubblica (ente governativo, ente pubblico, authority, etc.) che ha danneggiato maggiormente la privacy nel 2006;
Tecnologia piu invasiva; per una tecnologia che sia stata particolarmente dannosa per la privacy;
– “Bocca a stivale”; la “migliore” (più terrificante, più ridicola, più sbagliata, più falsamente tranquillizzante) affermazione pronunciata o pubblicata su un tema o fatto riguardante la privacy nel 2006.

Sarà perchè Telecom penso sia nominata di diritto e sia quasi ‘fuori-concorso’ visto il suo strapotere, ma io mi sono permesso di candidare nella categoria “Bocca a stivale” l’ex Ministro Scajola che ha dichiarato

“se non ci sono intercettazioni fraudolente non c’è nulla da distruggere”.

Ritirerò la nomination (forse) il giorno che mi fornirà i parametri per definire una registrazione fraudolenta o meno!


Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…