Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘Pubblicità’

ACRUX: il deodorante che cura la libido (e i suoi effetti collaterali)

La notizia è di qualche giorno fa, arriva dall’Australia e sembra destinata a rivoluzionare la vita sessuale di molte persone negli anni a venire. Secondo uno studio condotto dalla Acrux, compagnia australiana di biotecnologia infatti:

il 39% degli uomini oltre i 50 anni soffre di deficienza di testosterone. I sintomi includono, oltre a perdita di libido, letargia, perdita di peso, oscillazioni dell’umore e depressione. L’unico trattamento attualmente disponibile in Australia senza ricetta medica e’ una gelatina che si applica sulla parte superiore del corpo e impiega 10 minuti ad asciugarsi...

Per dare il via alla distribuzione del prodotto in 143 Paesi del mondo alla casa madre occorre l’autorizzazione del Food and Drug Authority degli Usa anche perchè, per prodotti di questo ‘tipo’, non bisogna dimenticare possibili effetti collaterali come quello illustrato in quest’altro spot: 

Leggi il resto di questo articolo »

E’ tutto un piangi piangi

Il pianto da sempre è presente nella storia anche perchè è la prima modalità espressiva dell’uomo neonato. Nella letteratura e nelle scritture uno dei primi a piangere secondo la Sacra Bibbia fu proprio Gesù (Giovanni 11,35). Sempre in tema religioso poi chi non ricorda l’epidemia di madonnine piangenti (più o meno spontaneamente) di qualche anno fa?  Ma la storia ci propone anche il muro del pianto, che leggenda vuole Tito lo abbia lasciato come triste ricordo per gli ebrei da parte di Roma che aveva sconfitto la Giudea e dove gli Ebrei (e non solo loro) pregano da più di duemila anni. La natura poteva essere risparmiata? No, infatti ci propone un tipo di pianta, il salice piangente, rifacendosi a un versetto dei Salmi in cui si rievoca il rimpianto della patria perduta dagli Ebrei che, fatti schiavi a Babilonia, avrebbero appeso le loro arpe ai salici in segno di lutto (Salmo 176). Portandoci avanti negli anni Modugno riuscì a far piangere  addirittura il telefono.

Insomma il pianto c’è sempre stato, vero, ma che ora che in Nuova Zelanda pensassero di far piangere anche i cartelloni pubblicitari seppur per un tema come la sicurezza stradale (che se è come da noi altro c’è altro che da piangere…) bè, francamente mi sembra una “forzatura” anche se dicono i risultati sono positivi.

Comunque se è vero (ma sarà poi così?) che, come scriveva Michelangelo,  “il pianto allegerisce il dolore” è probabilmente vero che “Chi piange per tutto e per tutti, finisce col perdere gli occhi“. Questo lo sapranno in Nuova Zelanda oppure è solo un proverbio italiano?

[tags]nuova zelanda,pianto,pubblicità,sicurezza stradale,michelangelo,curiosità,stranezze,proverbi[/tags]

Nucleare, ecologia e pubblicità di Airolo…

E’ di ieri la notizia che George W. Bush ha chiosato contro la “sua” intelligence e l’Iran per quanto riguarda il discorso del nucleare. “Condannabile chi lo sperimenta, lo sviluppa e chi lo smercia” ha dichiarato il Giorgino a stelle e strisce. Cambio sito e mi trovo quest’inquietante notizia: “Dalla n’drangheta plutonio a Iraq e paese arabi…“. Consiglio di fare attenzione a cosa ci volerà sulle teste nei prossimi mesi…

Sempre dagli States, dal Nevada per la precisione, arriva la notizia di un uomo condannato a 35 anni di carcere per arboricidio. In Italia invece si sradicano alberi … in nome di Dio.

Gli svizzeri, popolo serio, preciso, morigerato ed equilibrato “insorgono” per la nuova pubblicità della località turistica di Airolo nella quale si vedono due donne baciarsi. Petizione al comune, incazzatura di un tot di cittadini del paese ed autorità costrette a bloccare l’affissione degli stessi e ordinare di ristamparli. E fin qui tutto bene e tutto lecito se non che sorge il problema di cosa fare dei 20.000 manifesti già stampati con il lesbo-bacio. Dov’è il problema?! La Svizzera sconfina con l’Italia, lì finchè si mostrano culi & tette non se ne ha a male nessuno quindi… spedizione immediata e affissione sui muri (italiani ndr) delle città vicine al confine.

La pubblicità ha pertanto questi due volti:

bacio180x140_ch         bacio-180x140_ita
(versione svizzera)          (versione italiana)

Per un verso o per un altro oggi, da italiano, mi sento molto pattumiera del mondo…

 

Pubblicità Zazoo Condom

Spesso le pubblicità sono difficili da capire ed interpretare. In questo caso lascio a voi il giudizio:

Buona domenica a tutti!

 

Un uomo non vede altro, nuova pubblicita Fx tv… sarà vero?

Che scopo principale di una pubblicità sia quello di “colpire” il pubblico e far comunque parlare di se (bene o male che sia) è fatto ormai noto dai tempi delle campagne di Oliviero Toscani per Benetton. Ebbene, guardate un po’ la nuova campagna pubblicitaria che da qualche giorno campeggia sui muri delle città di Fx tv, il nuovo canale Sky dedicato (così dicono loro) “all’universo maschile” :

Penso che dopo un naturale e spontaneo sorriso, sia doveroso anche qualche attimo di riflessione. Al termine, Vi confesso, personalmente mi sono un po’ incazzato. L’unica cosa è che non ho ancora capito se per la mancanza di gusto o per l’aver letto una verità su un cartellone pubblicitario!?

Bloccata la pubblicità di D&G… e loro se la godono

E’ stata bloccata dal Comitato di controllo del codice di autodisciplina pubblicitaria la campagna di Dolce & Gabbana che aveva fatto discutere negli scorsi giorni.

Parliamo di quella pubblicità nella quale un uomo a torso nudo trattiene a terra una donna per i polsi è in manifesto contrasto con gli articoli 9 (violenza, volgarità , indecenza) e 10 (convinzioni morali, civili, religiose e dignità della persona) del codice di autodisciplina e rappresentata la donna in modo svilente, quale mero oggetto della prevaricazione maschile

Non voglio entrare in merito alla decisione anche se penso che certe immagini trasmesse dai Tg sono ben più crudeli e terribili di queste. Questa decisione mi sembra figlia di un bigottismo tipicamente italiano dove, più che altrove, “le porcherie” a quanto pare si fanno ma non si raccontano. Ciò premesso, essendo il fine primario di una pubblicità il far parlare del prodotto ebbene non sarà che tutta questa è solo una mossa pubblicitaria ben calcolata?!

Se così fosse bè, COMPLIMENTI al Comitato di controllo del codice di autodisciplina pubblicitaria.

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…