Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘salute’

A Renato Balduzzi ministro della Salute (lettera aperta)

Alla C.A.  Sig. Ministro della Salute Renalto Balduzzi

In questo periodo in cui le Istituzioni sembrano chiedere a noi cittadini partecipazione attiva alla vita politica, nonostante me lo faccia dire non è che ci invogliate molto, con la presente desidero condividere con Lei quanto mi è capitato in una giornata come tante, una domenica, una di quelle giornate che dovrebbero essere di riposo e di festa ma che ultimamente (almeno per me) spesso sono giornate di  ‘trasferimento’.

Anche quella passata per me non fa eccezione, lo scenario è quello del treno FecciaRossa, l’aria interna (come sempre d’estate) semplicemente ghiacciata e così non rimane che indossare un maglioncino, tirare fuori la scorta di giornali e incominciare ad ingannare il tempo. Faticosamente, aggiungo alla descrizione, perchè il panorama dell’attualità e le notizie non sono un granchè a dire il vero.

Le parole d’ordine sono Sanità e Spending-Review.

Pensavo che dopo le pensioni, la ricerca, la scuola e la cultura avessimo dato ma, a quanto dicono i “tecnici” anche se non sono Tozzi-Ruggeri-Morandi… si può dare di più!

Leggi il resto di questo articolo »

Grazie a Mercedes prossimamente Facebook farà più vittime del fumo!

Nel mondo da qualche anno è, mossa dalle più alte e nobili finalità (peccato non vedere la stessa abnegazione anche nei confronti di altri “flagelli medici” ndr), una lotta senza quartiere ai fumatori.

In Italia gli ultimi ‘paletti’ sono stati messi con la famosa legge del 2003 entrata in vigore il 10 gennaio 2005 più nota con il nome di legge Sirchia. La sua finalità principale, essendo noi un paese dove incivili e maleducati sono in larghissima maggioranza, era quella di imporre il buonsenso, ovvero decretava il divieto di fumare nei locali pubblici al fine di tutelare la salute dei non fumatori e incentivare le persone con problemi di tabagismo a smettere di fumare. Personalmente non mi serviva una legge per arrivarci ed infatti ho sempre fatto ben attenzione ma capisco che per molti altri una legge sia ancora poco.

Leggendo qua e là oggi si scopre che le statistiche confermano che con l’entrata in vigore di questa legge molti fumatori hanno quantomeno tentato di smettere di fumare avvalendosi dei più disparati metodi, dai più efficaci ai meno efficaci, dai più convenienti ai più dispendiosi. Solo in Italia l’uso di pastiglie, cerotti alla nicotina o trattamenti farmacologici mirati per smettere di fumare in questi è aumentato dal 2005 ad oggi del 39% (per la grande gioia di chi li produce). Inoltre non va dimenticato che la legge ha avuto anche l’effetto “sociale”, sicuramente collaterale e non voluto, “avvicinare” (mettendoli per strada!) i fumatori a prostitute ed homeless rendendoli in alcuno casi po’ meno soli e abbandonati.

Tutto a posto, tutti soddisfatti??

Leggi il resto di questo articolo »

Quanto ci costano le bufale sanitarie?

Tempi duri in cui non passa giorno durante il quale non si manifesti il fantasma di questa o quella forma di tassa o prelievo da parte dello Stato. E viene da chiedersi: ma sono possibili tagli, spese e risparmi  senza che l’onere di questi non sia dei cittadini? La risposta secondo me è si, basta non farsi prendere per il culo!

Nell’ottobre 2005 l’allora ministro (per poco) Storace stanza d’urgenza 5,5 milioni di euro per l’acquisto immediato di 32 milioni di vaccini. Non contento (o forse non sazio della mazzetta) nei mesi successivi furono stanziati altri 50 milioni di euro (la Roche ringrazia sentitamente ndr) per un totale di 55,5 milioni di euro per l’influenza dei polli. Ora sorge il sospetto che si chiamasse così perché solo dei “polli” potevano cascarci?

Passano neanche cinque anni ed eccoci a fronteggiare l’epidemia del nuovo millennio, l’influenza A (sperando che poi non passino alla B, C, etc.). Secondo i media trattasi del più grande pericolo dopo la peste del Manzoni, secondo altri esperti e addetti del settori trattasi solamente di un virus leggermente differente da quello dell’influenza normale, ma quel che più importa è che alcune case farmaceutiche dicono di aver trovato un vaccino e alcuni stati in piena crisi di shopping-convulsivo (finora riscontrata solo su Victoria Beckham) decidono di acquistarne ben 32 milioni di dosi per un costo di 60 milioni di euro. Peccato che poi non si sia trovato nessun pollo che se lo faccia somministrare così tra poco dopo il danno ora anche la beffa di doverli smaltire.

Leggi il resto di questo articolo »

Ho deciso: cambio visione del mondo!

Veramente non l’ho deciso io ma gli eventi e l’inarrestabile incedere del tempo.
No, nessuna conversione ma semplicemente grazie ad una nuova, costante, spero non troppo fastidiosa “compagnia”  da stasera la visione del mondo mi diverrà improvvisamente più nitida….

Leggi il resto di questo articolo »

ACRUX: il deodorante che cura la libido (e i suoi effetti collaterali)

La notizia è di qualche giorno fa, arriva dall’Australia e sembra destinata a rivoluzionare la vita sessuale di molte persone negli anni a venire. Secondo uno studio condotto dalla Acrux, compagnia australiana di biotecnologia infatti:

il 39% degli uomini oltre i 50 anni soffre di deficienza di testosterone. I sintomi includono, oltre a perdita di libido, letargia, perdita di peso, oscillazioni dell’umore e depressione. L’unico trattamento attualmente disponibile in Australia senza ricetta medica e’ una gelatina che si applica sulla parte superiore del corpo e impiega 10 minuti ad asciugarsi...

Per dare il via alla distribuzione del prodotto in 143 Paesi del mondo alla casa madre occorre l’autorizzazione del Food and Drug Authority degli Usa anche perchè, per prodotti di questo ‘tipo’, non bisogna dimenticare possibili effetti collaterali come quello illustrato in quest’altro spot: 

Leggi il resto di questo articolo »

Save the Boobs e PapTest; due spot progresso

Gli spot sono spesso molto discussi per i messaggi, palesi o subliminali, che possono lanciare agli spettatori.  Quello di cui vi voglio parlare oggi è uno spot che vede come ideatrice e protagonista la vj  canadese di Mtv Aliya-Jasmine Sovani che ha girato, per l’annuale campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi per il tumore al seno dal titolo Reth¿nk breast Cancer, questo video dal titolo ‘Save the Boobs‘ (salviamo le tette).

Leggi il resto di questo articolo »

Sesso orale: quel che è bene sapere

La notizia che arriva dalla Johns Hopkins University è di quelle destinate a far discutere. Secondo una ricerca condotta su un campione di 300 pazienti infatti la pratica del sesso orale può provocare  il cancro alla gola, in una misura potenzialmente maggiore di altri fattori come alcool e fumo. La colpa è del HPV (acronimo di Human Papilloma Virus) non a caso catalogato nella sezione dei ‘virus nudi’, anche se Monica Lewinsky insegna che, sopratutto con uomini importanti, è consigliabile praticarlo vestiti casomai poi qualcuno nutrisse dei dubbi…

Un altro duro colpo a questa pratica sessuale lo assesta Jon Goldin, pilota elicotterista della polizia di New York, di recente trovato positivo ad un controllo antidroga e quindi sospeso dal servizio. I suoi  legali hanno contestato la decisione, spiegando che l’agente non aveva mai fatto un uso personale della droga, ma piuttosto era rimasto contaminato attraverso un processo di “ingestione passiva” dipeso dalla pratica periodica di sesso orale con la fidanzata, cocainomane a sua insaputa. [link]

Da queste due notizie si evince che se da un lato il sesso orale  da un lato può rovinare la vita (oltre farti diventare Ministro ndr), dall’altro può (forse) salvare lavoro e reputazione. In entrambi i casi, non dite che non vi avevo avvisato!

 

Papa e lotta all’AIDS


metodi convenzionali

e
soluzione finale…

(clicca per vedere le due vignette del brother)

[tags]le vignette di ACh, papa,chiesa,aids,malattie,deliri,africa,salutel[/tags]

Spray tosti per tutti i gosti!

 
In origine esistevano quelli abbronzanti, poi quello per i capelli più spessi e robusti (gioia del buco dell’ozono). Se, utilizzandoli, li si confondeva poteva capitare al massimo di trovarsi i capelli più “abbronzati” o la barba un po’ più “robusta”.

Ma il “progresso” (o almeno quello che spacciano per tale) non si ferma giusto?

Leggi il resto di questo articolo »

Trombe e salute

Voi non sapete quante volte mi sono chiesto l’etimologia, il motivo per cui “fare l’amore” nei vari dialetti italiani si dice in mille modi diversi ma “trombare”  è vocabolo pressochè universale. Si perchè se già “scopare” mi riusciva di difficile collegamento lessico-pratico bè, trombare mi risultava invece completamente oscuro. Ma il bello di vivere è che se si riesce a restare curiosi abbastanza a lungo prima o poi, in genere, le risposte si trovano.

La risposta a questo mio quesito mi arriva direttamente i medici del Loyola University Medical Center di Chicago che hanno miracolosamente salvato una donna da un rarissimo caso di ictus da sesso. Il trombo sarebbe stato probabilmente causato (cito testualmente) <<…da un insieme di fattori: l’uso della pillola anticoncezionale, un difetto cardiaco e, non ultimo, il rapporto sessuale.>>  (fonte notizia) In questo periodo di estrema confusione in un po’ tutti i campi, che trombare provochi trombi è comunque una certezza, magari poco piacevole, ma tant’è!?

Se vi viene in mente qualche altra connessione azione-effetto sono tutto orecchie sperando di non diventare orecchione!

[tags]usa,sanità,salute,ictus,trombi,sesso[/tags]

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione &#039;spia&#039; header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…