Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘Sanità’

Olanda: dall’eutanasia all’omicidio di Stato il passo è breve!

L’Olanda ha sempre rappresentato per me uno di quegli Stati a cui guardare non dico con ammirazione, forse è esagerato, ma sicuramente con rispetto e come punto di riferimento per ciò che riguarda il rispetto dei diritti e delle libertà della persona.

Tra le tante dal 2002 (d’accordo o meno che uno possa essere ricordo essere un ‘diritto’ e non un ‘dovere’ ndr) c’è quella della possibilità del ricorso all’eutanasia assistita. Non a  caso l’Olanda fu uno dei Paesi che si resero disponibili ad accogliere Eluana Englaro negli ultimi giorni della sua esistenza. Ultimamente addirittura, sotto una forte pressione dell’opinione pubblica, s’è pensato addirittura di estendere questa facoltà di scelta non solo ai malati terminali ma anche alle persone che hanno superato i 70 anni e che non intendano più continuare a vivere.

E, ribadisco, trattasi di facoltà al pensiero della quale qualche tempo fa sarei sobbalzato sulla sedia ma che da qualche tempo, forse perchè tocca da molto vicino, vedo in maniera differente.

Questa era l’immagine che avevo dell’Olanda, ovvero quella di un Paese attento e sensibile alla condizione di vita dei suoi cittadini e per questo motivo sono rimasto allibito e senza parole quando ho che il Cvz (un’authority per la supervisione della spesa sociale) che sta valutando di modificare la legge che assicura automaticamente ogni cittadino per la copertura delle spese mediche girando il conto al sistema sanitario nazionale.

Leggi il resto di questo articolo »

A Renato Balduzzi ministro della Salute (lettera aperta)

Alla C.A.  Sig. Ministro della Salute Renalto Balduzzi

In questo periodo in cui le Istituzioni sembrano chiedere a noi cittadini partecipazione attiva alla vita politica, nonostante me lo faccia dire non è che ci invogliate molto, con la presente desidero condividere con Lei quanto mi è capitato in una giornata come tante, una domenica, una di quelle giornate che dovrebbero essere di riposo e di festa ma che ultimamente (almeno per me) spesso sono giornate di  ‘trasferimento’.

Anche quella passata per me non fa eccezione, lo scenario è quello del treno FecciaRossa, l’aria interna (come sempre d’estate) semplicemente ghiacciata e così non rimane che indossare un maglioncino, tirare fuori la scorta di giornali e incominciare ad ingannare il tempo. Faticosamente, aggiungo alla descrizione, perchè il panorama dell’attualità e le notizie non sono un granchè a dire il vero.

Le parole d’ordine sono Sanità e Spending-Review.

Pensavo che dopo le pensioni, la ricerca, la scuola e la cultura avessimo dato ma, a quanto dicono i “tecnici” anche se non sono Tozzi-Ruggeri-Morandi… si può dare di più!

Leggi il resto di questo articolo »

Quanto ci costano le bufale sanitarie?

Tempi duri in cui non passa giorno durante il quale non si manifesti il fantasma di questa o quella forma di tassa o prelievo da parte dello Stato. E viene da chiedersi: ma sono possibili tagli, spese e risparmi  senza che l’onere di questi non sia dei cittadini? La risposta secondo me è si, basta non farsi prendere per il culo!

Nell’ottobre 2005 l’allora ministro (per poco) Storace stanza d’urgenza 5,5 milioni di euro per l’acquisto immediato di 32 milioni di vaccini. Non contento (o forse non sazio della mazzetta) nei mesi successivi furono stanziati altri 50 milioni di euro (la Roche ringrazia sentitamente ndr) per un totale di 55,5 milioni di euro per l’influenza dei polli. Ora sorge il sospetto che si chiamasse così perché solo dei “polli” potevano cascarci?

Passano neanche cinque anni ed eccoci a fronteggiare l’epidemia del nuovo millennio, l’influenza A (sperando che poi non passino alla B, C, etc.). Secondo i media trattasi del più grande pericolo dopo la peste del Manzoni, secondo altri esperti e addetti del settori trattasi solamente di un virus leggermente differente da quello dell’influenza normale, ma quel che più importa è che alcune case farmaceutiche dicono di aver trovato un vaccino e alcuni stati in piena crisi di shopping-convulsivo (finora riscontrata solo su Victoria Beckham) decidono di acquistarne ben 32 milioni di dosi per un costo di 60 milioni di euro. Peccato che poi non si sia trovato nessun pollo che se lo faccia somministrare così tra poco dopo il danno ora anche la beffa di doverli smaltire.

Leggi il resto di questo articolo »

Italiani strana gente

Noi italiani evidentemente siamo confusi, continuiamo a venir bombardati da una parte di maggioranza che dice che la crisi non c’è, un’altra parte della stessa che invece sostiene esserci ma ‘siamo a metà del guado’ ed un’opposizione… ah no, quelli non contano perché sono comunisti-pessimisti.

Poi però leggo che negli ultimi tempi sono diminuite le spese mediche perché un italiano su cinque rinuncia a curarsi, sono diminuite le spese per prodotti alimentari mentre sono aumentate le spese sostenute per il gioco e, a sorpresa, quelle per i cellulari e la telefonia.

Leggi il resto di questo articolo »

H1N1: in Italia attenti a questi due

Premetto che sono dell’idea che qualche centinaio di casi al mondo faccia di un virus un possibile business più che una pandemia, ciò nonostante il virus H1N1 è arrivato ufficialmente anche in Italia. Se ne sa ancora poco, pare però certo che non si trasmetta tra animali (gioiscono le popolazioni padane, Calderoli è salvo!) ma solo da uomo a uomo secondo forme ancora in fase di studio. Se si fa riferimento al Messico, uno dei focolai dell’epidemia, ed alle possibili modalità di contagio, possiamo affermare che in Italia le possibili fonti, da quel che mi è dato a sapere, al momento risultano due:

Francesco Totti, soprannominato Er’Pupone, alle spalle un precedente nell’estate 2004 che gli costò tre giornate di qualifica per “scambio di liquidi corporei con il non consenziente Poulsen” ed il titolo di ‘Lama dell’anno’.

totti_poulsen_sputo

e il sen. Tommaso Barbato (Udeur) che nel gennaio 2008 sputò in faccia al collega Nuccio Cusumano (sempre Udeur) reo di aver votato la fiducia anzichè l’eutanasia al morente governo Prodi. Per lui niente squalifica, un po’ di “panchina” ed ora il gran rientro nel circo della politica con le candidature alle prossime europee.

tommaso-barbato2

Al momento non me ne vengono in mente altri quindi per ora… attenti a questi due!

[tags]attualità, sanità, pandemia,h1n1,febbre suina,totti,tommaso barbato[/tags]

Detti popolari in calce(struzzo)

Ce l’avete dalle vostre parti detti del tipo “bevi con l’acqua“, “metti un po’ di tabacco in quello che fumi” o similari?

Bè, se si, a costoro converrete con me che è proprio il caso di dire “lo volete mettere un po’ di cemento nel calcestruzzo?“.

Calcestruzzi_T_G_H_C

Spiacente doverli redarguire perché sono pure nostri “colleghi” ma di quelli per i quali il blog è fonte di pubblicità e va epurato di eventuali pareri discordanti da quanto loro dicono.

Insomma, un’etica del web molto simile a quella di Mastella, non resta di augurargli di fare la stessa fine!

Aborto, chi offre di meno?

Non sapevo che il federalismo fosse in stato così avanzato e comunque contavo sul fatto che, almeno su certi argomenti a mio avviso piuttosto “delicati”, ci fosse maggior concertazione tra i vari organi costituzionali. Invece stamattina ho appreso che la regione Lombardia, per pugno del suo presidente Roberto Formigoni, ha firmato una legge che abbassa da 24 a 22 settimane e 3 giorni il limite di applicazione dell’aborto terapeutico (link alla legge). Un amico medico mi ha precisato che comunque sia tale limite era già adottato sia dalla clinica Mangiagalli sia dall’ospedale SanPaolo di Milano.
La presente legge arriva dopo quella approvata ad ottobre sempre dalla premiata ditta Formy & Co che prevede l’assistenza sanitaria solo per chi pratica una “sana e responsabile sessualità” (link al testo, pagina 18, lettera C ).
Chi lo decide se è “sana e consapevole” dalla lettura della legge non si evince con precisione…

Perché tanto stupore da parte mia? Perché probabilmente sono ignorante ed illuso (decidete pure voi in quali percentuali) ma ero fermamente convinto che ci fossero dei limiti, riguardo all’autonomia decisionale degli enti locali almeno su certi argomenti. Ma forse, appunto, trattasi solo di profonda ignoranza da parte mia in materia.

O forse, semplicemente, la Regione Lombardia ha già cominciato a portarsi avanti con le riforme sicura che, tanto, il prossimo governo non se ne avrà a male. Il tutto, casualmente, capita sotto periodo di elezioni e all’indomani dell’uscita di Bagnasco che ribadisce la posizione della Chiesa sull’aborto.  Amen!

Cari politici, o tutti o nessuno no?

cocainaE’ di oggi la notizia che in Italia sempre più persone ricorrono ad interventi di chirurgia plastica per rifarsi il naso distrutto dall’uso di cocaina. Stasera, alcuni politici interpellati sul tema hanno dichiarato (concordando prima?)

senza contare la spesa per la Sanità… dovrebbero pagarseli da soli gli interventi“.

E che differenza c’è, cari politici, tra chi si distrugge le narici tirando di coca o chi ha un cancro ai polmoni per aver fumato 30 sigarette al giorno tutta la vita o un’altro ancora che ricorre al trapianto del fegato magari spappolato dall’alcolismo. Tutti sapevano esattamente a cosa andavano incontro no?

Voi la cogliete la differenza tra tutte queste prestazioni mediche che COMUNQUE paghiamo sempre noi? L’unica spiegazione che ho trovato è che forse, per loro, siamo curabili gratis solo per i danni provocati direttamente dai prodotti dei Monopoli di Stato…

Per carità, non che voglia difendere dei coglioni che un po’, confesso, mi gira le palle “curare” a mie spese ma credo i discorsi vadano fatti sempre a 360° e non secondo “le mode” del momento… o no?

 

Ritalin e Strattera: in Italia the times they’re A changin’

Bob Dylan si lui, mi ha ispirato il titolo del post, ma l’idea me l’ha data la seguente notizia:

Medicina: via libera all’uso del Ritalin per bimbi “iperattivi”
Via libera alla vendita in italia del Ritalin e dello Strattera, i controversi farmaci a base di metilfenidato cloridrato utilizzati già da tempo negli Usa nei bambini più agitati. Tali farmaci sono utilizzati nel trattamento della sindrome da deficit di attenzione e iperattività dei bambini (ADHD). L’Aifa, Agenzia Italiana del Farmaco ha approvato il commercio dello Strattera e del Ritalin, in integrazione però al supporto psico-comportamentale, inoltre precisando una serie di condizioni

Forse sarà anche “una” soluzione ma ai miei tempi i bimbi agitati (ed io appartenendo alla ‘categoria’ lo ricordo bene) li si mandava a fare sport, tanto sano sport ed i più si tranquillizzavano, eccome. Oggi si preferisce impasticcarli.

Tra le tante una sola è la riflessione che mi sorge spontanea; ma chi decide se si è o meno agitati??

Fonte notizia: Adnkronos.it

Del Ritalin si dice… clicca qui


Aggiornamento 14/03/2007 h. 16.25😕 per completezza di informazione o meglio, per VERA (visto che è vissuta sulla propria pelle purtroppo) informazione invito chi volesse avere un quadro più preciso della problematica esposta qui sopra a leggere quanto? scrive Stefania.
Grazie

 

C’era una volta l’aviaria…

Narra la leggenda che…

Luglio 2004; un gruppo di ricercatori americani pubblica un documento relativo allo studio delle reazioni di alcuni topi sottoposti ad esperimento. Constatano un aumento esponenziale negli ultimi 3 anni della virulenza negli animali;
Agosto 2005; l’organizzazione mondiale della Sanità (O.M.S.) pubblica un dossier (in inglese) con uno studio sulla malattia. I punti principali sono: il rischio di pandemia è grande, il rischio persisterà, l’evoluzione del virus non può essere predetta, etc.
E’ allarme!
Settembre 2005; l’O.M.S mette in guardia circa il fatto che “sono solo 15 i Paesi in grado di produrre vaccini influenzali” (vedi elenco); l’Italia, logicamente, non c’è!
Ottobre 2005: il ministro Storace ‘realizza’ il pericolo e ordina immediatamente 32 milioni di vaccini. Per l’acquisto vengono stanziati con decreto d’urgenza 5,5 milioni di euro tanto, oltre alla Tav, al Ponte sullo Stretto, la variante di valico sull’Appennino non c’è molto in Italia alla voce “spese” nel bilancio.
Febbraio 2006; un caso sospetto in Puglia, è mobilitazione! Storace si reca nei luoghi del dramma e dichiara; “momento difficile ma,niente ansie” (tanto teniamo i vaccini ndr).
Marzo 2006; il ministro Storace è “costretto” a dimettersi per qualche “porcheria” combinata durante le ultime elezioni. Il suo posto assunto ad interim da Berlusconi così ora i pericoli per il Paese diventano due! (e per il secondo pare non ci sia ancora il vaccino).
Aprile 2006; il ministero della Salute pubblica un “Piano nazionale in preparazione alla pandemia“. Non si sa ancora se arriverà ma intanto… ci si porta “avanti” con il lavoro, rassicurante.
Giugno 2006; pressochè ovunque si registrano casi della misteriosa malattia. Indonesia, Svezia, Danimarca, Turchia, Azerbaigian, Egitto. Per non “sbagliarsi” ogni volatile presente in quei paesi viene abbattuto, sia esso un uccello o un aeroplanino di carta… non si sa mai.
Settembre 2006; il ministero della Salute ottiene da Bruxelles il via libera alle vaccinazioni in Italia, mancano i vaccini ma… si può mica fare tutto subito no?!

Da questo momento in avanti, incredibile, ma non c’è più traccia del problema “aviaria” in tutto il web fino a questi giorni dove piccoli e vaghi segnali davano l’idea di un ridimensionamento del problema.
Domenica la lieta notizia; il sottosegretario Patta dichiara “Nessun rischio. [link]

Seppur abbia continuato a mangiare pollo ed odiare, “a prescindere” dal loro status di volatili, i piccioni Vi confesso che la notizia mi ha fatto sorridere ed anche un po’ incazzare. Mi avrebbe fatto solo sorridere se quest’enorme bufala non ci fosse costata tra vaccini, ispezioni, controlli, consulenze d’esperti e quant’altro ben 16 milioni di Euro.

Penso che dopo lo sbarco degli alieni sulla terra raccontato da Orson Wells sia stata la più grande bufala mediatica di questo secolo.

 

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…