Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘sicilia’

Nel giorno del ricordo di Peppino Impastato una speranza dagli studenti di Gela

Ebbene si, non sono scomparso ed ogni tanto trovo qualche notizia che ho ancora il piacere di condividere con chi passa da queste parti. Qualche notizia che non sia le solita triste riflessione su un’attualità che, tolto pochi e rarissimi casi (comunque a mio avviso da studiare ed analizzare ndr), non é che sia un granchè degna d’esser raccontata e commentata. Men che meno di provare

Ma oggi é una giornata particolare. E’ la giornata in cui ricorre il 35mo anniversario dell’uccisione di Peppino Impastato.

Peppino e la sua storia, raccontata anche nel film ‘I cento passi‘ di Marco Tullio Giordana, sono patrimonio e riferimento imprescindibile per tutti coloro che lottano e combattono perchè la mafia ed il suo ‘codice’ non abbiano la meglio su legalità e giustizia. In questi anni si è provato a combatterla in tanti modi, molto spesso si é fatto anche solo finta di farlo anche se, un po’ come nella lotta al doping nello sport, la sensazione é che per tanto che gli si corra appresso si é comunque sempre, drammaticamente e desolatamente in ritardo. Viene veramente da rassegnarsi. Ma si sa, oggi come oggi nessuno ‘regala’ nulla e speranza e fiducia occorre andarsele a cercare da soli.

Per la cronaca Gela é una città a forte infiltrazione mafiosa, é la città  dove fu scoperto il primo libro mastro del racket del pizzo, la citta teatro della “strage della sala giochi” dove il 27/11/1990 vennero uccise otto persone e rimasero ferite altre sette in uno di quelli che viene tutt’oggi ricordato come uno dei più feroci regolamenti di conti.

Ma per fortuna Gela oggi é anche molto altro.

Leggi il resto di questo articolo »

Da tenere a mente quando si analizzerà il voto in Sicilia

In queste ore in Sicilia é in corso lo spoglio per stabilire i risultati delle votazioni regionali tenutesi questo weekend.

A parte l’unico partito sempre e sempre più vincente in questi anni, quello dell’astensionismo ( 47,4%) pare esserci un testa-a-testa tra in candidato di Pd-Udc e quello del movimento cinque stelle di Beppe Grillo, unico certo vincitore finora a sentire e leggere i commenti di buona parte di giornalisti ed addetti ai lavori.

Personalmente non ho la loro competenza né conoscienza dei fatti, però ho un po’ di memoria storica e spero non se ne avranno a male se ricordo loro che:

Nel 1987 Cosa Nostra decide di punire la Dc, spostando i suoi voti in Sicilia  sul   PSI e, in misura minore, sui radicali….

e ancora

Leggi il resto di questo articolo »

Cento passi per ricordare, cento passi per non farli sentire soli!

Sono momenti bui, da tempo purtroppo. Argomenti di cui s’è sempre parlato come mafia, camorra e ndrangheta sembrano più che mai tornati d’attualità. Qualcuno per lungo tempo ha voluto farci credere con questo o quell’agnello sacrificale di turno che we can, potevamo farcela ma credo che questi sono veri e propri cancri per la nostra società e per il nostro Paese. Sono realtà che si fondano su violenza e corruzione e per quel che mi riguarda sono due ingredienti della quotidianità di cui faccio volentieri a meno.

Oggi è un giorno importante per la memoria storica del nostro Paese. Il 9 maggio del 1978  fu una delle pagine più buie della storia recente del nostro stato, fu il giorno del ritrovamento del cadavere di Aldo Moro e fu il giorno in cui  in Sicilia la mafia assassinò un ragazzo allora pressoché sconosciuto che aveva avuto il coraggio di ribellarsi e, cosa ancora peggiore, aveva convinto altri giovani a seguirlo in questo suo sogno. Se oggi esiste una Sicilia giovane e sana (vedi i ragazzi Gela) che danno ancora una speranza per un paese ed una società migliore lo dobbiamo soprattutto a persone come Peppino Impastato.

Questo brano è dedicato a lui e a tutti coloro che in quella terra (facile farlo da qui)
hanno avuto ed avranno il coraggio di dire NO ALLA MAFIA
ed è un modo come un altro per dirgli che non sono soli.

(clicca sulla freccia per ascoltare il brano)

PEPPINO IMPASTATO

Cinisi, 5 gennaio 1948 – Cinisi, 9 maggio 1978

C’è crisi quindi beccatevi questo 3×1

Weekend il cui andamento è stato influenzato dall’influenza ma in cui ho avuto modo di:

Dimentico qualcosa? Ah si… buon inizio settimana a tutt*!

[tags]italia, sicilia, associazione trans genere, anna paola concia, transfobia, foto, annozero, d’addario, belpietro,santoro, diritti,leggi[/tags]

A Marsala esiste l’antifurto dell’antifurto

Avete mai pensato a cosa succederebbe se vi rubassero l’antifurto? Allora meglio mettere l’antifurto all’antifurto…


Foto scattata a Marsala (TP)
(clicca sull’immagine per ingrandire)

 


Arrivederci Sicilia ‘bedda’

Ed eccoci di ritorno da questa settimana di vacanza in terra di Sicilia. Vi devo confessare che sono da sempre innamorato della cultura siciliana ed avevo un po’ timore di andarla a scoprire quasi per paura di rimanere magari deluso. Invece ho potuto (per quel che siamo riusciti a girarla in una settimana) scoprire una terra che ti permette di respirare frammenti di storia in ogni suo angolo, anche quelli più nascosti. Ho avuto modo di conoscere delle persone stupende con le quali ho dialogato ma dalle quali ho soprattutto ascoltato ed appreso. Forse grazie alla mia spontaneità, al mio cercare di parlare in siculo per NON voler metterli a disagio sono stato ben accolto, quasi coccolato da chiunque, amico, parente o barista di turno che fosse. Andando in giro ho avuto modo di constatare che i semafori servono “più o meno“, che le precendenze “non contano“, i caschi non s’indossano “fa caldo” e che quando qualcosa non si sa basta dire “nu’saccio“. Così intervallando qualche ora di mare, visite di cortesia ed un po’ di relax, si è riusciti a visitare oltre Marsala, purtroppo quasi sempre in orario serale Erice, Sciacca, Favignana e Mazara del Vallo. In attesa di fare un po’ di ordine vi anticipo qualche scatto dei luoghi visitati questa settimana:

(clicca sull’immagine per visualizzare la galleria fotografica)

Vengo via con il rimpianto di non esser riuscito a visitare tanti tanti luoghi ma, come scriveva il grande Sciascia, “i rimpianti si hanno solo per sensazioni intense” ed è proprio vero. Io ho avuto la fortuna di viverle quindi non posso far altro che dire grazie ancora splendida terra e arrivederci a presto.

[tags]italia, sicilia, marsala, erice, mazara del vallo, sciacca, favignana,foto,viaggi[/tags]

Via de che??

Si lo so, forse non è normale ma la mia è un’abitudine ed al tempo stesso una cabala. Così ieri, quando sono salito sull’aliscafo per le isole Egadi (Favignana per la precisione) non ho potuto non interrogarmi davanti a questo cartello:


(clicca sull’immagine per ingrandire)

Non conosco bene l’inglese ma paradossalmente mi è sembrata più chiara l’indicazione ‘Rescue Escape’

Più passano i giorni e più apprezzo l’originalità di questi luoghi, a presto.

[tags]italia, sicilia, vacanze[/tags]

Palermo è fimmina

Ieri come molti di voi sanno è stato l’anniversario della morte di Paolo Borsellino. Penso sia impossibile parlare di una persona senza tener conto del contesto nella quale la stessa ha operato e vissuto. Questa la descrizione a mio avviso più vera che ho trovato ieri girovagando per i blog. Rappresenta molto bene quella Sicilia che non vuole abbassare la testa.

Ci sono città che le attraversi e non senti niente: i ponti, le strade, le piazze…torni a casa e già ti sei scordato tutto…manco un pezzo di cielo o un albero o una nuvola ti è rimasta nella memoria. Eppure il cielo, gli alberi e le nuvole sono dappertutto. Però succede. Città piene di traffico, di luci, di rumori, ma vuote, talmente vuote che sembrano immaginate. Vero è. Ti può capitare. Pensaci.
A Palermo no. Palermo è diversa.
Palermo è fimmina.
Lo senti dall’odore che ti piglia allo stomaco, alla bocca, al naso su fino a riempirti la testa. Ti può capitare di sentirti ‘mbriacu camminando a Palermo. T’imbriachi di sale, di mare, di sole, di frittola e di meusa; t’imbriachi di scirocco, di scruscio di tamburi, di campane che rintronano, di vuci martellanti, di zoccoli di cavalli e di robbi stinnuti…
Palermo è fimmina e ti rapisce, manco te ne accorgi e sei già suo, perso dentro i suoi colori: ti tinge di rosso corallo e di viola, di azzurro mare e di blu notte, di giallo arraggiato e di bianco accecante, di virdi scuzzuni e di virdi spiranza… spiranza di vita, di aria, di luce, di ciauru di gelsomino e di basilicò…

Palermo è fimmina quannu chiovi e trema tutta che sembra non volerla finire più…
Palermo è fimmina sempre: quannu agghiorna e già all’alba sai che pioverà fuoco e suderanno pure i muri, quanno scura e il sole si va ad astutare piano piano dentro il mare…
Palermo è fimmina quando si apre a ridde di spettatori che la invadono e lei si lascia prendere muta, mentre li abbraccia per farli suoi per sempre…
Palermo è fimmina la notte, nel bordello assordante delle stratuzze chine di picciotti e di birra…
Palermo è fimmina di giorno quando i picciriddi iocanu o’ palluni…
Palermo è madre quando, piegata sui ginocchi, la testa scarmigliata, piange lacrime più amare del veleno a lavare il sangue rubino dei suoi figli ammazzati in mezzo alle strade che si tingono di nero vergogna.

N.d.r. (nota di Rosalio): questo post verrà letto durante la veglia dell’anniversario della strage di via D’Amelio.

di Maria Cubito
Fonte: rosalio.it

 

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…