Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘torino’

A Sandra non hanno stuprato il corpo ma la mente!

Tanto per sgombrare il campo da dubbi, alzi la mano chi di voi, chi più chi meno, non ha mai mentito da bambino per coprire qualche marachella?

Io, forse non l’avete visto, ma ne ho alzate due di mani (forse perchè le marachelle sono state numerose e le bugie di conseguenza) ma ho scoperto di non essere l’unico e, soprattutto, di non esser neanche quello che l’ha fatta o detta più grossa per pararsi il sederino.

Oggi parliamo di Sandra, una ragazza fino a qualche tempo fa sconosciuta ai più, da qualche giorno (sei per l’esattezza) un po’ meno sconosciuta a chi ha prestato attenzione agli ultimi accadimenti di cronaca.

Sandra è una ragazza di sedici anni, che ha studiato fino a pochi mesi fa (forse avesse continuato a farlo non era un male ndr), che adesso sogna un posto da barista e vive nella periferia di una grande metropoli ed è religiosa infatti [cito le sue risposte ad un’intervista pubblicata oggi su Repubblica]:

«…Si, come i miei. Andiamo in chiesa, siamo credenti, mi piace che in casa ci siano queste immagini (indica un quadro in cucina con il volto di Gesù)… Cerco di comportarmi onestamente, soprattutto per rispetto ai miei…»

Leggi il resto di questo articolo »

Leggi, fumo e leggi da mandare in fumo!

Si sa, noi italiani siamo un popolo che siamo molto bravi ad indignarci e scandalizzarci per certe notizie salvo poi accantonarle (nel migliore dei casi) o dimenticarsene proprio del tutto con il tempo o non appena il circo mediatico dell’informazione ce ne offre un’altra più fresca, più attuale.

Capita così che il primo maggio del 2008, mentre qualche idiota a Torino bruciava una bandiera israeliana, nella Verona del neo eletto sindaco Tosi (forse più impegnato a partecipare a cortei con gli “amici” naziskin che amministrare la città), Nicola Tommasoli, ragazzo di 28 anni, veniva massacrato di botte da 5 neofascisti per essersi rifiutato di offrire loro una sigaretta. I presunti responsabili, tutti rigorosamente come da copione di ‘buona famiglia’, vennero identificati, catturati e nonostante qualche politico si affrettò da buon ex (forse neanche troppo) camerata a fare queste dichiarazioni la giustizia fece il suo corso per i cinque arrivando nel settembre 2009 in primo grado a condanne per un totale di 50 anni. Peccato che in certi casi esistano anche gli altri gradi per cui a dicembre del 2010la corte d’Assise d’appello ribaltò il verdetto di primo grado arrivando a riconoscere tre assoluzioni e due condanne per un totale di 22 anni.

Un caso direte voi, uno dei tanti, solo che in tema di giustizia le sentenze (casuali o meno) diventano precedente e c’è il rischio che qualcun’altro possa trattare vicende analoghe nello stesso modo.

Leggi il resto di questo articolo »

I 150 anni visti dai Chit brothers

Aspettavo un’idea, uno spunto per onorare degnamente quest’anniversario.

Non sono riuscito ad andare oltre ad un semplice ma sentito header.

Le parole le prendo in prestito, non me ne vorrà, dall’ultimo commento al post precedente del brother.

Leggi il resto di questo articolo »

Le priorità della Fiat per il 2011

Dicembre 2010 - La Fiat detta in 36 pagine le condizioni per nuovi investimenti---
– clicca sull’immagine per vedere la vignetta del brother –

(cliccare qui per vedere la raccolta completa)

Alta velocità Trenitalia? Si ma solo dell’aumento del biglietto!

E’ di ieri la notizia che è stata inaugurata, alla presenza del Premier la nuova tratta ad alta velocità Torino-Milano. Finalmente ora i treni potrenno raggiungere i 300 kmh di velocità, il che fa pensare che i 125 km che separano le due città verranno coperti in poco meno di un’ora. BALLE!? Spiegano infatti i macchinisti che i tempi di “lancio” e “rallentamento” di questi convogli sono pari alla loro potenziale velocità quindi molto alti. Pertano la velocità di punta non può esser mantenuta che per pochi chilometri infatti se si va sul sito di Trenitalia si scopre che i tempi di percorrenza… bè, guardate voi stessi:

Leggi il resto di questo articolo »

Dubbio gusto

Non so voi come la pensiate ma a fare certi annunci trionfalistici proprio l’11 di settembre…

Forse il titolo del post è sbagliato, era meglio scrivere dubbia scelta… che poi, ad esser superstiziosi, rischia di menare anche un po’ sfiga.

[tags]usa,italia,torino,11 settembre,edilizia,attualità[/tags]

Primo maggio italiano: città che vai usanza che trovi! [vignette di ACh]

(clicca sulle immagini per vedere le vignette del brother)


Siamo il Paese del ‘all-inclusive’?

all_inclusiveQual’è stato per molto tempo lo slogan di tante generazioni riguardo allo stile di vita più trasgressivo? Indubbiamente sesso, droga & rock’n roll. E lo Stato cosa fa per venire incontro ai “voleri di tresgressione” del popolo?

Per il sesso, seppur a piccoli passi, qualcuno come Giacomo Chiappori, sindaco di Villa Faraldi (Imperia) si è già portato avanti con il “lavoro”. Ha infatti deciso di affittare temporaneamente a delle prostitute le case popolari sfitte del Comune per l’esercizio della loro attività.

A Torino il sindaco Chiamparino, promuove le stanze del buco, sale dove i tossicodipendenti possono andare a drogarsi con garantite un minimo di condizioni igienico-sanitarie e in contatto con uno psicologo e personale sanitario.

Al momento rimane il ‘problema del rock’n Roll’ ma, sono sicuro, verrà risolto a breve…

Al termine di una prima riflessione vi confesso che entrambe le iniziative non mi trovano poi così contrario anzi, le reputo una presa di coscienza di una realtà contro la quale, è ora di ammetterlo, le politiche proibizionistico-repressive hanno fallito. Una cosa però da una prima analisi emerge in tutta la sua incongruenza e cioè che è quanto meno bizzarro che una parte delle Istituzioni avalli e agevoli quello che, a torto o ragione non sta a me dirlo, l’Istituzione “madre” (alias Stato) dichiara ancora fuorilegge.

Ma con tutto quello che c’è da pensare da noi vuoi ancora che ci si fermi su queste quisquiglie?…

 

Perchè prendersela con un locale se non c’è amore?

Diva-night-clubLa vicenda è quella capitata a Villardora, comune della provincia di Torino, dove alcune moglie e fidanzate hanno fatto chiudere dalle autorità un locale (il ‘Laser Night Club’) ufficialmente registrato come circolo di cultura.
Dopo le numerose segnalazioni di alcune donne stanche delle continue uscite di casa del marito e di alcuni residenti stufi del continuo viavai le forze dell’ordine hanno fatto irruzione nel locale e verificato che il ”cul” c’era, il resto… meno.

Sentita la notizia mi sono venute imemdiatamente in mente le parole di ‘Bocca di Rosa’ del grande Fabrizio DeAndrè:

” Si sa che la gente da’ buoni consigli
sentendosi come Gesù nel tempio
si sa che la gente da’ buoni consigli
se non può dare cattivo esempio.
Così una vecchia mai stata moglie
senza mai figli, senza più voglie
si prese la briga e di certo il gusto
di dare a tutte il consiglio giusto.
E rivolgendosi alle cornute
le apostrofò con parole acute:
“Il furto d’amore sarà punito -disse-
dall’ordine costituito”…

Siccome non m’è mai successo di trovarmi in una situazione del genere, domando e chiedo:

  • fino a che punto arrivereste pur di non “perdere” la compagnia del partner?
  • Giusto prendersela con un locale e delle signorine (che sicuramente anch’esse NON credo vivano poi così bene!) quando siamo in regime di libero mercato quindi c’è un’offerta ma c’è anche una domanda?

Comunque da ieri, in “aiuto” legale dei partner trascurati, c’è la sentenza 21099 del 9 ottobre della Cassazione che sancisce “...il diritto alla separazione il coniuge che non ama più e che si trova a vivere un rapporto freddo che rende la convivenza intollerabile“.

Sentenza che, condivido ma mi sembra ben lontana dall’autorizzare a fare terra bruciata attorno al partner fedigrafo, che ne dite?


Notizie per tutti da questo pazzo pazzo mondo

Come sapete il buon Pierferdi-nando Casini ha sempre avuto una posizione di pieno appoggio ai dettami della Chiesa (almeno sulla “carta” essendo separato). E’ di qualche tempo la sua dichiarazione-eco di quella di Benedetto XVI “L’eutanasia va combattuta e condannata, non è lecita”.  Ieri sera ho visto una sua intervista in cui  diceva “Basta, è bene che il Governo faccia una cosa giusta, stacchi la spina!”. Pierfy, per favore, DECIDITI!

* * * * * * *

A Roma, nella zona di Tor di Valle c’è stato un furto ma i carabinieri hanno arrestato prontamente il ladro. Dove sta la “curiosità”? E’ che stavolta il ladro fosse italiano ed il derubato rumeno. Tranquilli, rileggete pure, giusto controllare, ma è proprio così!  (Fonte: RomaOne.it)

* * * * * * *

A Torino prosegue l’iter per l’istituzione di narcosale, locali cioè dove i toossici possono recarsi e iniettarsi l’eroina sotto controllo medico. Fermo restando la mia ferma condanna verso coloro che si drogano, rimane tuttavia un discorso a mio avviso non del tutto sbagliato quella di istituire questi luoghi dove esistano condizioni di igiene e riservatezza. Prima però, forse, non sarebbe male pensare alla depenalizzazione di queste droghe per uso personale altrimenti c’è il rischio che si vada incontro al reato di “favoreggiamento” o sbaglio? (Fonte: LaStampa.it)

* * * * * * *

Andiamo all’estero. Scoperto ciò che ha attratto nel Golfo centinaia di milioni di soldati. No, non è il petrolio bensì lei, tale Kayleigh Thewlis:

5270_022enne, soldatessa inglese inglese, impegnata nel Golfo a lubrificare carri armati e distruggere l’artiglieria nemica. Solo che poi si è stufata di quella vita ed ha intrapreso la carriera di modella iniziando con una copertina sul settimanale ‘Scarlett’ mentre gli altri soldati sono ancora là. (Fonte: Corriere.it)

 

 

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…