Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘Tv e radio’

Paralimpiadi: le Olimpiadi della vergogna del social-web?

Una breve considerazione che nel migliore dei casi cadrà semplicemente nell’oblio o forse farà “incavolare” qualcuno, da persona che ormai da qualche annetto (seppur senza farne una ragione di vita) frequenta web, blog e social network.

I primi accessi, peraltro senza la varietà di servizi & siti di oggi a disposizione, risalgono all’anno 2005 e da allora inevitabilmente molte cose sono cambiate. Un po’ le abbiamo cambiate noi con il nostro utilizzo della rete, un po’ le hanno cambiate gli eventi, tanto l’ha cambiato l’evolversi delle tecnologie ma qualcosa di ‘comune’ è rimasto, pensavo! Intendo l’attenzione a certe tematiche fino ad ora una specie di filo conduttore abbastanza comune in rete.

Appunto, pensavo perchè da quel che posso constatare oggi forse non è più così.

Leggi il resto di questo articolo »

L’ultima parola e i suoi sondaggi senza Paragone (anche se lui c’è)

Da tempo andiamo andati avanti con quelli del partito dell’amore che incolpano quelli del partito dell’odio di fare cattivo uso e di sperperare fondi e risorse pubbliche per trasmissioni come Annozero, Ballarò e similari. Quanti dibattiti, quante parole, quante opinioni differenti sul tema senza che mai cambiasse nulla (anche perché a ben vedere sono soldi pubblici anche quelli che pagano le multe per continuare a mandare in onda Rete4 ndr).

Personalmente non credo sia il taglio o la parzialità di una trasmissione lo strumento di giudizio, bensì semmai gli argomenti, i contenuti, i dati che le stesse propongono.
E mentre quando si parla di leggi, decreti legge, proposte di legge (ci sarebbero anche i fuori-legge ma di quelli chissà perché non se ne parla mai) mi trovo in difficoltà a ribattere con immediatezza, quando si parla di statistiche, sondaggi e matematica la mia mi sento di esprimerla. Anzi, più che esprimerla io, chiedo a Voi parere di quello che è andato in onda venerdì 30 aprile nel corso de L’ultima parola. Questi qui sotto sono i dati relativi ai primi 4 sondaggi argomento di discussione:

E poi dicono che la satira è solo di sinistra… perché questa è satira vero??

Leggi il resto di questo articolo »

Dormire fa perdere l’ultima parola (non che sia male)

oppure ‘L’ultima parola non ti fa dormire’, insomma il titolo del post potrebbe essere palindromo. Premetto che ultimamente dormo veramente poco e nella mia ricerca di qualcosa che aiuti allo scopo. Essendo però venute meno trasmissioni a me molto gradite come ‘P come protestantesimo‘  o le lezioni di Fisica2 su NettunoSat, mi ritrovo talvolta a fare zapping. Ed è così  facendo che venerdì sera mi sono imbattuto su Rai2 in L’ultima parola.

Non so se avete mai visto questa trasmissione, comunque potete tranquillamente farne a meno. Ve ne faccio io un piccolo sunto.

Partiamo dal conducente, conduttore, insomma chiamatelo come volete ma per favore non moderatore perché sarebbe l’unico vocabolo fuori luogo.
Quest’uomo, pardon, “questo”, si chiama Gianluigi Paragone è l’ex direttore del quotidiano La Padania, già conduttore (scopro ora) di una trasmissione dal titolo ‘Malpensa Italia’, ora vicedirettore di Rai2 nonché [definitelo voi] de ‘L’ultima parola’ una trasmissione (cito la loro home page) nata:

per affrontare – da un punto di vista diverso – l’attualità e i suoi problemi.

… mica pizza e fichi ragazzi!? Ed effettivamente il punto di vista è sicuramente ‘diverso‘, almeno dal mio e provo a spiegarvi il perché.

Leggi il resto di questo articolo »

Libertà di stampa e punti di (s)vista

Settembre 2009 - Libertà di stampa e.. punti di vista
– clicca sull’immagine per vedere la vignetta del brother –

(cliccare qui per vedere la raccolta completa)

[tags]le vignette di ACh,italia,politica interna,libertà di stampa,massmedia,governo,informazione[/tags]

Proprietà commutativa e informazione

Ve la ricordate vero? Quella secondo la quale “cambiando l’ordine dei fattori il risultato non cambia“.

Vista la rilevanza data a questa notizia devo dedurre che la seguente proprietà nel mondo dell’informazione non è applicata. E dispiace!

p.s. in tema di ingiustizie mi segnalano ora quest’iniziativa alla quale ho aderito e che Vi segnalo.

[tags]italia,romani,immigrazione,clandestini,incidenti,attualità,informazione,disinformazione,tv,radio,associazione trans genere[/tags]

La RAi e le Maledette immagini da Vienna (sottotitolo: tiè)

raiIeri sera c’era la semifinale del campionato europeo di calcio Germania-Turchia!

E guardandola ho metabolizzato due pensieri distinti: il primo, di esser stato “fortunato” testimone di una partita magnifica, il secondo che urge riforma del settore radiotelevisivo, uh si si. Non chiedetemi di che tipo, come, etc. che quelli sono affari di altri, ma urge rimodernamento.

Parliamo prima della partita: è stata stupenda per agonismo e sportività, un’altalena di emozioni come raramente accade. La seguivo su Rai1 quando l’immagine è saltata una prima volta e da studio è stato giustificato il tutto con un “salto delle immagini da Vienna. Il problema è stato generale, non solo della Rai“. Solita carrellata di “esperti”, allenatori, opinionisti, deficienti di turno e replay per ingannare il tempo e torna finalmente la partita. Bella, avvincente, giocata con il cuore, soprattutto dai turchi quando improvvisamente ZAC, altro salto dell’immagine!
**”?$$=+’ç° è stata la mia imprecazione all’apparire nuovamente da studio dello sfigato presentatore di turno che parla di “salto delle immagini da Vienna”. Quindi?

Leggi il resto di questo articolo »

Scacco al re Provenzano; complimenti!!

Ed eccoci giunti a fine settimana. Argomento del giorno? Bè, sarebbe facile e scontato andare dietro all’ormai consueto linciaggio politico o alla manifestazione di sabato a Vicenza (una sola considerazione in merito; ma non è che a furia “attenzione qui… attenzione lì… occhio su …. occhio giù” qui si sta menando sfiga??).
Siccome di tutto ciò ne stanno già parlando a sfinimento altri, preferivo parlarvi della fiction-documentario che ho visto ieri sera su Rai3 intitolato “Scacco al re“. Si tratta di una ricostruzione degli avvenimenti che hanno portato alla cattura di Bernardo Provenzano. Premesso che sono un appassionato di gialli, tecniche investigative e quant’altro faccia risaltare l’intelligenza rispetto la forza, devo confessarvi che ho visto veramente una bella ricostruzione dei fatti. Impreziosita sicuramente da intercettazioni ambientali audio e video di ottima qualità che permettono di capire bene la tipologia dei personaggi legati all’ambiente mafioso e i loro comportamenti, il documentario ha messo in evidenza un grande, grandissimo lavoro di intelligence delle forze dell’ordine.
Quasi un peccato aver saputo “casualmente” di una trasmissione del genere, forse ‘Mamma Rai’ avrebbe fatto meglio a spendere qualche secondo in meno per pubblicizzare Sanremo (che ancora deve iniziare ed ha già rotto!) e qualche secondo in più per promuovere una sua bella produzione. Purtroppo infatti, a giudicare dai dati Auditel, ieri sera erano molte di più le persone sintonizzate sul GF …. peccato!?

[tags]Televisione, Mafia, Provenzano[/tags]

L’ACQUA un bene “scontato” (per noi)

La domenica sera è uno degli appuntamenti “fissi” che il Chit ha con la Tv, con la tanto amata Juventus in B ormai praticamente l’unico domenicale. La trasmissione che seguo è Report su Rai3. Ieri sera uno degli argomenti era L’ACQUA e LA SUA DISTRIBUZIONE. Sono stati fatti vedere 2 servizi; uno riferito all’Italia che si occupava di “privatizzazioni” e l’altro di come il problema dell’acqua sia ancora attuale in India e Africa (se non ancora più marcato). Vi assicuro che mi è venuta la pelle d’oca a vedere, sentire e pensare a quanto questo bene VITALE sia da noi “fortunati” (che lo abbiamo a disposizione senza problemi) non apprezzato e rispettato a sufficiaenza. Prova ne sia l’enorme spreco che ne facciamo, tutti! nessuno escluso.
La mia riflessione è stata la seguente; ci si lamenta che i giovani non hanno valori. Bene. E allora perchè non ripristinare le famose ore che si facevano a scuola di educazione civica, dove si andava con la maestra in aula e si guardavano i documentari, questi documentari! Io mi ricordo di quelli che andavo a vedere sugli animali, etc. “Forse” questo potrebbe portare i bambini ed i ragazzi di oggi a considerare anche altri valori che non siano PlayStation o cellulari, che ne dite? Non sembra poi così difficile…

Buona settimana

 

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…