Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘università’

E chi lo dice che la scuola non è una buona palestra di vita?

Spesso si parla e sparla, a seconda dei relatori, dei contesti e della convenienza del momento (comunque mai o difficilmente di quella del popolo ndr) della scuola, di come con i tagli progressivi, costanti ed implacabili di questi ultimi decenni, siano venuti meno il suo valore formativo ed il suo ruolo educativo. Fino ad arrivare ad un punto in cui, potendo, si potrebbe pensare di citare un’intera classe politica in causa per “dismissione di ex funzione pubblica“.

Tanti sostengono che la scuola negli anni sia finita (o l’abbiamo relegata, punti di vista) sempre più distante dalla realtà. Eppure, leggendo oggi le terribili notizie che provengono dal fronte mercato del lavoro (disoccupazione mai così alta tra i giovani) e guardando qualche immagine presente sui quotidiani io… non l’ho mai trovata così vicina e propedeutica alla triste realtà futura di molti.

Non fosse altro per le modalità in cui entrambe queste realtà ti portano a conoscenza del futuro…

Leggi il resto di questo articolo »

Tremonti parla di università e si guadagna una laurea in cazzate!

“se c’è una fuga di cervelli, vuol dire anche che c’è una fabbrica di cervelli”

Un po’ come dire che se la moglie ti lascia non ti lamentare, significa che avevi una moglie o qualcosa del genere visto che sono coglione non capisco sempre bene i loro messaggi…

Questo è solo uno dei passaggi con i quali il Giuletto nazionale, durante un incontro ieri all’università di Pavia,  ha deliziato la sua platea e… mandato per traverso il mio caffè di stamane ma questa è un’altra storia.

Vabbè mi direte, si sa, in campagna elettorale così come in guerra e amore un po’ tutto è permesso.

Lo so, sono un inguaribile illuso e non so perché ma continuo sempre a sperare di leggere o sentire da chi (in teoria) ci governa (o dovrebbe) qualcosa di minimamente intelligente e sensato, ma più passa il tempo più mi rendo conto che la speranza è vana, molto vana.

Ma veniamo al punto.

Leggi il resto di questo articolo »

E se gli studenti fossero solo i primi?

Ieri sera guardavo un servizio sulle proteste degli studenti contro la riforma Gelmini, seguite dall’inevitabile opinione di questo o quel politicante di turno, quasi tutte concordi nel sostenere che gli studenti sbagliano a protestare in questo modo e che la polizia ha fatto il suo dovere. Ora, tralasciando le forze dell’ordine sulle quali non vorrei esprimermi perché ormai da tempo fatico a comprenderne certi comportamenti e riconoscerle come tali, parliamo dei politici (o presunti tali).

Tutti, indistintamente, dopo avere omaggiato questo o quel tetto della loro presenza, hanno sostenuto che questa protesta è [cito] “fuori luogo, esagerata, ingiustificata, dettata dall’ignoranza, strumentalizzata”, che la vera protesta è quella che si era portata avanti finora civilmente con qualche scioperello e qualche assemblea qua e la. Inspiegabile quindi quest’escalation di violenze e disordine? No signori, secondo me tutto terribilmente normale e preventivabile tanto che solo in un Paese che vive di favole come il nostro riesce a diventare l’eccezione.

Leggi il resto di questo articolo »

Antico il mestiere, nuova la laurea

E’ quasi paradossale che alcuni tra i mestieri più antichi del mondo siano tra gli ultimi a ricevere un riconoscimento a livello scolastico. L’anno scorso era toccato alla laurea in prostituzione. Quest’anno niente di così scabroso (tant’è che la Chiesa s’è messa a difendere i Rom) ma qualcosa di originale questo pazzo-pazzo mondo ce lo regala ugualmente. La notizia arriva da Belluno dove un giovane proprio oggi diventerà ‘Dottore in pane’, con una tesi dal titolo. Con una tesi dal titolo “dalle origini della panificazione alle odierne esigenze alimentari” completerà infatti il corso in Scienze culinarie all’Università Europeenne Jean Monnet.

Visti i prezzi del pane ultimamente credo che a breve le tariffe al chilo si avvicineranno molto a quelle orarie di ingenieri e avvocati quindi… doppi complimenti.

[tags]notizie curiose, italia, università, lauree, pane [/tags]

Nuove lauree, arriva quella in prostituzione

In Italia si parla da tempo di riforma delle università per renderle più attuali.

Ebbene in Nuova Zelanda il Governo ha avanzato l’ipotesi di offrire corsi di studio in prostituzione attraverso le università del Paese. La proposta fa parte di un pacchetto di iniziative intese a rendere più “pertinente” al mondo attuale l’offerta del sistema educativo nazionale.

Sorrido e penso alle “prove” d’ammissione….

Fonte: The Age

Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…