Categorie
Archivi

Articoli marcati con tag ‘verona’

Leggi, fumo e leggi da mandare in fumo!

Si sa, noi italiani siamo un popolo che siamo molto bravi ad indignarci e scandalizzarci per certe notizie salvo poi accantonarle (nel migliore dei casi) o dimenticarsene proprio del tutto con il tempo o non appena il circo mediatico dell’informazione ce ne offre un’altra più fresca, più attuale.

Capita così che il primo maggio del 2008, mentre qualche idiota a Torino bruciava una bandiera israeliana, nella Verona del neo eletto sindaco Tosi (forse più impegnato a partecipare a cortei con gli “amici” naziskin che amministrare la città), Nicola Tommasoli, ragazzo di 28 anni, veniva massacrato di botte da 5 neofascisti per essersi rifiutato di offrire loro una sigaretta. I presunti responsabili, tutti rigorosamente come da copione di ‘buona famiglia’, vennero identificati, catturati e nonostante qualche politico si affrettò da buon ex (forse neanche troppo) camerata a fare queste dichiarazioni la giustizia fece il suo corso per i cinque arrivando nel settembre 2009 in primo grado a condanne per un totale di 50 anni. Peccato che in certi casi esistano anche gli altri gradi per cui a dicembre del 2010la corte d’Assise d’appello ribaltò il verdetto di primo grado arrivando a riconoscere tre assoluzioni e due condanne per un totale di 22 anni.

Un caso direte voi, uno dei tanti, solo che in tema di giustizia le sentenze (casuali o meno) diventano precedente e c’è il rischio che qualcun’altro possa trattare vicende analoghe nello stesso modo.

Leggi il resto di questo articolo »

Le strisce che uccidono non sono solo quelle di cocaina!

Adesso non è per fare il solito ‘Bastian contrario’ o colui a cui non va mai bene niente ma leggendo oggi di «confronto a distanza fra Veronella e Isola della Scala» (due paesi del veronese ndr) il cui tema del contendere è la rappresentazione cromatica delle strisce degli attraversamenti pedonali. Immagino le vostre facce ma che ci volete fa, per qualcuno i problemi del Paese sono questi e non altri!
Al di là delle facili battute è vero che l’Italia vanta tra gli altri il triste primato di incidenti ai danni di pedoni. Alcuni danno la colpa alla maleducazione ed alla disattenzione degli automobilisti, altri all’approssimazione delle segnalazioni stradali soprattutto orizzontali, spesso vecchie e poco visibili. Così, con cogitatio tipico italiano dove il primo pensiero diventa spesso (per un mix di pigrizia ed ignoranza) l’unica soluzione possibile i due sindaci di Isola della Scala (PdL) e Veronelle (Lega Nord) hanno pensato bene di darsi battaglia ma non a colpi di educazione civica o altro ma semplicemente… a colpi di pennello. Così, appellandosi al fatto che non esiste una norma precisa su quale deve essere il colore del fondo in prossimità degli attraversamenti i due buontemponi hanno pensato di “personalizzare” politicamente il colore delle strisce pedonali. Non ci credete? Guardate qui sotto:

Leggi il resto di questo articolo »

Primo maggio di…

Di memoria per i tanti, sempre troppi morti sul lavoro. Primo maggio con il pensiero sempre vivo per i fratelli abruzzesi. Primo maggio con il ricordo e per non dimenticare Nicola Tommasoli e il vile suo assassinio di un anno fa a Verona da parte dei soliti (ex) “ragazzi perbene”. Qualcuno ha fatto di tutto perchè dimenticassimo questa vicenda, perchè dimenticassimo che il problema del razzismo c’è ed è ancora terribilmente attuale, perchè che se ne dica una bandiera bruciata non vale come una vita umana!

Purtroppo non sono a Verona e non riuscirò ad esserci ma per chi potesse esserci segnalo questa manifestazione:

Link al sito della manifestazione

Riuscire a fare si che tutto ciò non accada più, ecco il lavoro che ognuno di noi dovrebbe fare, ecco le  vere grandi opere che ci aspettano. Altro che ponti e gallerie!

Buon primo maggio a tutti.

[tags]italia,verona,nicola tommasoli,politica interna,fascismo,primo maggio[/tags]

Quando una sigaretta salva la vita!

Il fumo e lo dico da fumatore non incallito ma pur sempre tale, non fa bene!  Le tecniche e le politiche messe in atto per arginare questo fenomeno sono differenti da Paese a Paese. Per esempio in uno degli stati piu’ piccoli al mondo sta per mettere totalmente al bando il fumo proibendolo anche nelle abitazioni private e all’aperto. E’ Niue, un’isoletta di 1.400 abitanti del sud del Pacifico, che vive di pesce e noci di cocco, autogovernata dal 1974. Sono circa 250 fumatori e i costi per le cure delle malattie da fumo stanno mettendo a dura prova le casse del settore sanitario. Il disegno di legge presentato proibisce vendita e uso del tabacco in luoghi pubblici e abitazioni private. In Italia, a Verona in particolar modo, le tecniche sono decisamente diverse. Ne avevamo già avuto sentore il primo di maggio, oggi ne abbiamo avuto la conferma.

Un consiglio; se andate a Verona anche se non fumate, almeno un pacchetto da dieci sigarette, mettetevelo ugualmente in tasca perchè non si sa mai. Sembra un paradosso ma… una sigaretta salva la vita!

Ore 16.30: la notizia, per fortuna, viene ridimensionata

[tags]Italia, attualità, cronaca, verona, violenza[/tags]

Primo maggio italiano: città che vai usanza che trovi! [vignette di ACh]

(clicca sulle immagini per vedere le vignette del brother)


Aguzzate la vista

A frequentare le home page dei media il rischio di confondersi un po’ c’è…


Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…