Categorie
Archivi

Ritalin e Strattera: in Italia the times they’re A changin’

Bob Dylan si lui, mi ha ispirato il titolo del post, ma l’idea me l’ha data la seguente notizia:

Medicina: via libera all’uso del Ritalin per bimbi “iperattivi”
Via libera alla vendita in italia del Ritalin e dello Strattera, i controversi farmaci a base di metilfenidato cloridrato utilizzati già da tempo negli Usa nei bambini più agitati. Tali farmaci sono utilizzati nel trattamento della sindrome da deficit di attenzione e iperattività dei bambini (ADHD). L’Aifa, Agenzia Italiana del Farmaco ha approvato il commercio dello Strattera e del Ritalin, in integrazione però al supporto psico-comportamentale, inoltre precisando una serie di condizioni

Forse sarà anche “una” soluzione ma ai miei tempi i bimbi agitati (ed io appartenendo alla ‘categoria’ lo ricordo bene) li si mandava a fare sport, tanto sano sport ed i più si tranquillizzavano, eccome. Oggi si preferisce impasticcarli.

Tra le tante una sola è la riflessione che mi sorge spontanea; ma chi decide se si è o meno agitati??

Fonte notizia: Adnkronos.it

Del Ritalin si dice… clicca qui


Aggiornamento 14/03/2007 h. 16.25😕 per completezza di informazione o meglio, per VERA (visto che è vissuta sulla propria pelle purtroppo) informazione invito chi volesse avere un quadro più preciso della problematica esposta qui sopra a leggere quanto? scrive Stefania.
Grazie

 



Post attualmente letto 6.182 volte

Post simili:

17 Commenti a “Ritalin e Strattera: in Italia the times they’re A changin’”

  • Caro Chit,
    il discorso “educazione” temo sia molto complicato. E’ vero che ai nostri tempi facevamo sport ma avevamo anche e soprattutto “il cortile”. Ovvero uno spazio dove le mamme potevano lasciarci tranquillamente e dove oltre a divertirci, iniziavamo sin da piccoli a misurare i nostri spazi, a valutare i nostri diritti ma anche i nostri doveri per essere accettati in una comunit? .

    I ragazzini di adesso fanno probabilmente molto pi sport di noi, ma sono molto spesso troppo competitivi perch viene richiesto loro di primeggiare. E finiti lo sport ed i compiti che si fa? Provabilmente ci si mette davanti alla PlayStation e si gioca… ancora a vincere!

    Se dopo tutto questo i bambini manifestano il loro disagio attraverso l’iperattivit? non penso proprio che possiamo stupirci! Non credo che possa essere un farmaco a risolvere i problemi… suggerirei piuttosto una maternit? e paternit? pi consapevole.

    Un sorriso e buon we…

    Paola

  • Ed:

    Se ne parla anche qua e pure qua.
    Ciao.

  • Chit:

    @gattanera: infatti pi che concentrarsi sulla mancanza del cortile o dei luoghi risolviamo prima il problema della mancanza delle figure materne e paterne poi, ne sono convinto, il resto vien da se…

    @Ed: ti ringrazio, andr senz’altro ad informarmi 😉

  • Caro chit, questo un discorso molto complicato…io l’ho approfondito molto, perch mamma di un bimbo che ha dato segni di deficit dell’attenzione, iperattivit? , ed un lieve ritardo nello sviluppo del linguaggio ed in cura da una logopedista per quest’ultimo problema. Per fortuna col passare del tempo questi problemi si stanno pian piano risolvendo da soli… sempre un bimbo molto vivace, ma rispetto alle scenate inenarrabili che mi impedivano quasi di uscire di casa gi? dai suoi primi mesi di vita, la situazione molto migliorata.
    Bisogna fare una distinzione tra un bimbo “molto vivace” ed un bimbo affetto da ADHD…sono molto diversi, te lo assicuro…
    In via generale anch’io sono abbastanza contraria all’uso di anfetamine e simili per la cura dei bambini ADHD, ma a volte l’uso del farmaco necessario (purtroppo)…
    Ti consiglio di visitare questo sito per comprendere meglio di cosa stiamo parlando—-> http://www.aifa.it/home.htm

    Un abbraccio 😉

  • Chit:

    @pibua: Ciao Stefy, ti ringrazio per il link che mi hai lasciato, curioser senz’altro. Non volevo solo fraintendessi; quelli che ho riportato non vogliono essere dotte esternazioni ma semplici pensieri ad alta voce dettati, perch no, da uno scetticismo diffuso su tutto ci che viene presentato come ‘indispensabile’ e ‘necessario’.? Vista che la superficialit? diffusa e latente in tutti i campi (medicina compresa) non che poi una volta fornita la cura in base alla logica del profitto si diventi poi tutti ammalati? Spero tanto di sbagliarmi.
    Un abbraccio

  • Comprendo benissimo i tuoi dubbi…soprattutto di fronte ad una patologia come questa che spesso pu essere confusa con semplice “eccessiva vivacit? ” del bambino…certo che prima di dare una diagnosi di ADHD e di somministrare farmaci occorre rivolgersi a personale specializzato e serio, e devono essere condotte delle analisi approfondite dal punto di vista comportamentale, neuropsichiatrico e anche organico, perch una componente fondamentale di questa malattia di origine organica, ed ha origine nel cervello e in alcuni recettori della dopamina…

    certo che la superficialit? e l’interesse economico si possono
    trovare dappertutto e per questo ritengo giusto che si
    diano delle normative a riguardo…

    In ogni caso sono contenta che tu abbia affrontato l’argomento, perch magari qualcuno pu leggere e scoprire che forse il suo bambino non cattivo, ma malato, e che il problema non sta nella sua incapacit? ad educare i figli…sapessi quante volte mi hanno detto ma perch non gli impedisci questo, non gli impedisci quello, devi avere pi polso, sono capricci, viziato…e quante volte mi sono sentita in colpa…senza motivo.
    Ti ripeto, il mio caso probabilmente stato preso in tempo: Alessio era molto piccolo quando abbiamo avuto i primi dubbi, non ha mai preso farmaci, ma seguito con delle sedute settimanali di terapia comportamentale…posso ritenermi fortunata…

    scusa se mi sono dilungata…ma hai toccato nel vivo

    Un bacione carissimo! 😉

  • flo:

    Non si usa pi la cara vecchia camomilla? 😕

  • giudy:

    😐 E SI DEVO IMPARARE A DIRE PI SPESSO QUELLA BELLA E SANA PAROLA CHE ESPRIME IN MANIERA SOLIDA QUELLO CHE VOGLIO DIRE E PENSO…. MI STO ALLENANDO…. 😉 😉
    GRAZIE PER GLI ABBRACCI SUI TUOI SO’ DI POTERCI CONTARE
    BACIO ED ABBRACCIO BUON FINE SETTIMANA

  • sul ritalin ho fatto un blog mesi fa, sul mio secondo blog.
    solo come sempre una scelta economica…

    ps) aggiungo il tuo nome alla mia lista per il post su de gregorio, che sembra abbia comunque rimesso il commento di raqqash….

  • L’argomento pi che mai delicato, e ancora una volta noto come la medicina si prodiga a sperimentare ed inventare farmaci per qualsiasi cosa!!!
    Non so quale siano i criteri da usare per definire vivace un bambino, certo che i miei genitori non hanno mai considerato la mia vivacit? (e n tantomeno quella di mio fratello) come una malattia o qualcosa che avesse bisogno di medicine!
    E forse perch di per s l’essere vivaci non v? curata con una pillola o sbaglio???
    Cari genitori fate guardare di meno ai vostri bambini videogiochi poco educatvi e cartoni dal titolo incomprensibile, e fateli fare una bella partita a nascondino o una bella partita al calcetto!!! Dopo una bella sudata vedrete che saranno si stanchi, ma saranno contenti di aver giocato, scherzato e perch no magari litigato con un loro coetaneo!!!
    Buon fine settimana da una bambina che stata “affetta” da “vivacit? ” e ringrazia i suoi genitori per la “cura” a base di amore, rimproveri, risate, punizioni, abbracci e sorrisi!!!
    😉

  • Io non voglio entrare nel merito del farmaco, ho gi? detto che in linea generale sono contraria…ma mi sembra impossibile che si continui a confondere la “vivacit? ” con l’ADHD, evidente che nessuno di coloro che prende cos alla leggera l’argomento ha mai avuto a che fare con un bambino affetto da sindrome da deficit di attenzione e iperattivit? , molto riduttivo definirli “vivaci”…sono bambini impossibili, instancabili, irritabili, impossibile da tenere fermi, non si concentrano su niente per pi di qualche minuto (neanche il gioco del pallone, visto che si batte tanto su questo), hanno difficolt? ad apprendere proprio per l’impossibilit? a concentrarsi, hanno ritardi nello sviluppo del linguaggio e del pensiero logico.
    L’amore non c’entra niente, ci sono bambini seguiti ed amati con tutte le forze, rimproverati al momento giusto, assolutamente non viziati, che purtroppo sviluppano questa patologia, che, mi ripeto, ha un’importante componente genetica e non solo l’esternarsi di un carattere difficile.
    Scusami chit, sai che io comprendo tutto, e sono una persona accomodante, ma non sopporto la superficialit? e la presupponenza.

    Ciao

    Stefy

  • Chit:

    @pibua: Stefy, non ti devi scusare di nulla. Forse (proposta) penso sarebbe il caso che ne parli chi ne ha cognizione di causa e per esperienza diretta. Da parte mia non avr nessun problema a linkare un post sull’argomento. Che ne dici? 🙄

  • forse lo far…, grazie chit 😉

  • […] Questa la domanda che mi sono fatta quando ho visto alcuni dei commenti all’articolo sul ritalin postato da chit. Ho cercato di ribattere l “sul posto” ma mi rendo conto che l’argomento molto impegnativo e richiede pi spazio di un semplice commento ad un post. […]

  • Come puoi vedere l”ho fatto…
    buona giornata 😉

  • Chit:

    @pibua e come vedi anch’io ti ho subito linkato 😆 Passo a trovarti…

Lascia un Commento



Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…