Categorie
Archivi

Inghilterra: vende verginità per pagarsi gli studi

virginity_4_saleUna ragazza inglese, Carys Copestake, di 18 anni ha messo in vendita su un sito web utilizzato da prostitute la sua ‘prima volta’ per 10.000 sterline, circa 15 mila euro.

Nell’annuncio il cui titolo era «Virginity For Sale £10,000», la ragazza scrive:

«Penso che il titolo dica tutto . Sono una studentessa vergine di 18 anni e mi devo pagare gli studi, così vendo la mia prima volta per riuscire a farlo. Sono bruna, carina, occhi verdi, taglia 34 C di reggiseno (una terza piena, ndr) e ben proporzionata».

La notizia è stata letta da un cronista di People che s’è presentato a Carys come un cliente arrivando perfino a raccogliere delle confidenze della ragazza su questa sua decisione, da buon giornalista poi tutte pubblicate in un articolo sul suo giornale. Con il giornalista che aveva pubblicato la storia poi non se n’è fatto più nulla, colpa di una richiesta di sconto dello stesso e (voglio sperare) di un minimo di remore dello stesso. Ma avvicinata nuovamente da un cronista la ragazza ha dichiarato «Mi hanno offerto dei soldi in contanti, vado a farlo questo giovedì». Pertanto se qualche lettore avesse fatto qualche ‘pensierino’ vi informo che il tempo è scaduto!

Dicono che la “prima volta” sia spesso uno choch e poco divertente, che questo sia un modo come un altro per rendere meno brutto il ricordo? Una cosa è certa, non mi permetto di dare consigli a chi ha figli ma, se vi capitasse di ricevere una richiesta di contributo agli studi da parte di vostra figlia… accontentatela prima voi.

Fonte notizia: Corriere.it

 



Post attualmente letto 10.661 volte

Post simili:

35 Commenti a “Inghilterra: vende verginità per pagarsi gli studi”

  • …io lo dico da un pezzo: perché darla gratis? 8)

  • Credo che non sia la prima, tempo fa lessi una notizia simile…

  • Quelli che fissano i prezzi dei libri dovrebbero farsi qualche domanda. Io invece mi chiedo cosa mai potrei mettere in vendita io. 😯

  • Ed:

    Peccato…Da buon ligure avrei sperato in qualcosa tipo “sconti comitive” 😀

  • Chit:

    @LA GURESSA: zia, c’è sempre tempo a farlo più avanti negli anni dici? :mrgreen:

    @mad riot: spero che non sia sempre la stessa altrimenti…

    @Signor Ponza: amico mio la ‘stessa merce’ per favore no 🙄 😛

    @Ed: ora m’informo e poi ci aggiorniamo 🙂

  • Elle:

    Diciamo che la ragazza è stata previdente, perspicace e un’affarista. D’altra parte si sa la verginità può essere un bene prezioso 😉
    Buona giornata e… mi sono permessa di curiosare sul tuo blog. 😳

  • Non è la prima volta che una sento una notiza del genere…Ormai in america è diventata una moda.

  • Certo è un’occasione irripetibile per una fanciulla…dopo la prima volta non vale più 😛

  • ma ogni 3×2 passa una che la vede cara? avrò letto 200 articoli, sul genere 😯

  • engi:

    Una che conosco io mi raccontava che in macchina con un’amica si sono attardate al semaforo che così è diventato rosso senza che loro partissero. Quello dietro si è imbufalito e le ha gridato pu##ana muoviti, lei è scesa è ha risposto: eh no! pu##ana a me che non ho mai preso 100 lire in cambio. Mah! non che c’entri un granchè, ma rende l’idea come alla fine ognuno dà il proprio valore alle proprie faccende personali. Certo che con quello che mi è costata l’università…….
    🙄 🙄

  • Chit:

    @Elle: benvenuta e nessun problema, curiosa pure 🙂

    @viola: quindi non esportano solo democrazia ma anche “verginità” 🙄

    @Alianorah: esatto, buona la prima si dice 😛

    @FulviaLeopardi: e pensa che queste solo solo quelle che vengono scoperte :mrgreen: Chissaà che universo sommerso … 😉

    @engi: purtroppo oggi per molti non è un problema di tariffe ma di apparenze

    😕

  • Ma se una è brutta allora non può pagarsi gli studi, e quindi rimane brutta e ignorante. E’ un’ingiustizia!

  • Ciao,
    passavo a curiosare…
    mi sembra un po pochino per regalarla senza averne un buon ricordo poi.. 😉

  • avevo letto di una lesbica che aveva venduto la stessa cosa. mercificare così un concetto importante, mi fa tristezza.
    io ho aspettato fin troppo però ho un ricordo bellissimo. e mi ricordo la scena in cui, raccontandolo al mio exballerino, lui cercava di dirmi che “non ti preoccupare, è normale che non vada bene, ecc ecc ecc” ed io che insistevo che non poteva essere più bello ecc. ad un certo punto l’ho aggredito verbalmente per dirgli di starmi ad ascoltare.
    con uno sconosciuto, soprattutto per la prima volta, no. non riesco a concepirlo. no.
    ziapandi

  • £10000?
    Lei creativa e affarista senza dubbio.
    Lui però gonzo assai.
    O forse è proprio questa la famosa legge di mercato…!?!?

  • Oby:

    Lei peró non dovrá offendersi se la gente la chiamerá puttana, perché é esattamente qeullo che é. Quella della “costrizione” per la nobile causa degli studi non giustifica.

  • OBY: non sono d’accordo. non la definirei una puttana, quanto più una che non ha capito il valore di certe cose.
    è sempre la solita questione che una donna è una puttana mentre l’uomo un figo, se sono molto aperti di vedute…
    questo mi fa arrabbiare. ecco.

  • Chit:

    @Marco: se è brutta penso riesca al massimo a pagarsi il biennio 😛

    @Gabry: chissà che non sia meglio di quelle che hanno “meditato” tanto prima di… 🙄
    Grazie comunque della visita 😉

    @elisa: credo che ognuno la prima volta abbia diritto di viverla come meglio crede e spera. Come detto, da quel che sono confidenze di donne, la prima volta spesso “non è un granchè” da quel che ho sentito. Questa di “vendersela” poi, sinceramente, aldilà della facile ironia spero sia veramente una provocazione 😳

    @kincob: non so attualmente quali siano le tariffe, confesso la mia ignoranza 🙂

    @Oby: al limite, essendo inglese “bitch” (se non ho scritto male) :mrgreen:

    @elisa: bè, il discorso donna così, uomo colà lasciamolo ai luoghi comuni. Non devono esistere partiti presi e preconcetti. Non dimentichiamoci che esiste la prostituzione perchè esistono i “clienti”…dont’ forget! 🙄

  • esistono i clienti, chiaro. però il cliché c’è. definire però una ragazza puttana perché magari ha davvero bisogno (io cmq non approvo) non è che sia carino. tutto qui.
    se pensi che dicono (alcune conoscenti maestre che frequentavano un corso su abusi ecc) al giulia (centro commerciale, quindi non posti chissà dove) nei bagni 12enni fanno certi servizietti per guadagnarsi qualche soldino… ecco, io entrerei lì e prima di aver chiamato chi di dovere, una bella randellata agli uomini e poi una bella strigliata alle ragazzine.
    anzi, niente randellate ma tanta pubblicità. 😈

  • Chit:

    @elisa: credo entri nello specifico di un problema di mancanza di valori, di assenza di podestà (sempre più “amici” dei figli e meno genitori) e tanti altri problemi che riguardano il disagio giovanile e mancanza di ogni riferimento. Ma, permettimi di dirlo, anche alla mia età c’erano i bulli o le mignotte ma restava sempre e comunque la possibilità di scegliere cosa fare della propria vita… non a caso non ho mai fatto il bullo e non ho mai frequentato una mignotta. Nonostante questo sono arrivato a 40 anni; miracolo o prova vivente che si può fare a meno di seguire “bovinamente” il branco? 🙄

  • già. esattamente come io non ho mai provato a fumare e come il fatto che se le mie compagne alle medie facevano le ochette, i ragazzi (a suon di gomitate esattamente lì) smettevano di allungar le mani…
    è questione di valori. per alcuni più, altri meno.

  • mi sono registrata, vinco qualcosa??

  • hai un messaggio privato su splinder.

  • Elle:

    Sono di nuovo qui per ringraziarti della visita e per dirti che non avevo notato la tua provenienza Sistiana Trieste…ma lo sai che io li ci sono quasi di casa?
    Buona giornata 😯

  • Chit:

    @eslisa: se davi le gomitate lì, sicuramente “toccavi” dei valori :mrgreen: 😉

    @indirizzario/elisa: nulla 😛
    p.s. ti ho risposto in pvt

    @Elle: e vaiiii, finalmente una persona che non mi dirà “ah si Trieste, conosco, vicino a Trento” 😳 😉

  • ti ho ririsposto.
    urtavo dei valori molto sentiti, ma anch’io ho buone argomentaioni!! 8)

  • chit: a me di solito dicono la stessa cosa, che ci metto poco a tornare a casa (6-7 ore sob)… tretnto e trieste: U GUA LI!
    e quando dico che sono altoatesina di nascita, mi dicono “eh, sì, bello il trentino…” come dire: sto a ravenna – ah, bella l’emilia…

  • Chit:

    @elisa: mi consola non esser l’unico che viene messo nella grande provincia Trento-Trieste :mrgreen:
    Sai come li frego io quelli che dicono così? gli chiedo la targa della provincia ;-)… provaci! Si rendono conto da soli della caxxata che dicono 😉 😛

  • Questa si che è una ragazza volonterosa hihihiih… 😈 :mrgreen:

  • Chit:

    @Dolcelei: decisamente oserei dire che si applica :mrgreen:

  • flo:

    Direi che come esordio non dei più romantici! 😕

  • flo:

    Mancava la “è”… ma perchè mi perdo le letterine? 😐

  • Chit:

    @flo: guarda se che fai di questi errori ti rimando a scuola e te la paghi da sola!? :mrgreen: 😉

  • Non è la prima volta che sento questa notizia… mi chiedo solo a che punto stiamo arrivando…

  • Lory:

    Beh piuttosto che essere costretti a vendersi un rene per andare avanti…..
    Magari poteva trovarsi pure un lavoro….chissà perchè oggi i giovani fanno fatica a prendere in considerazione questa alternativa !!!
    Kiss Lory

Lascia una replica per mad riot



Segui il blog via email:

Visita il sito ufficiale
Inserisci il tuo indirizzo email:


Questo blog è
Leggi il post
clicca sul logo
per saperne di più
Questo blog sostiene:
Mi trovi anche su:
Le mie foto su Flickr
Nuovi ospiti nelle acque della città... Billy versione 'spia' header Tramonto triestino     
Premi e Riconoscimenti

In classifica
Tra i primi 10
Uno dei più belli
sito internet

Secondo classificato come

nei prossimi anni non ho intenzione di partecipare al concorso quindi il secondo posto è libero


Premio D eci e Lode
da Giorgia, Sara, Simona, Kit Jr. e Chiara

Thinking Blogger Awards
da Pibua, Giuseppe T. e UMI

foca.jpg
da Sciura Pina e Paola

Premio Symbelmine
da Silvia

logo del premio
da Ed, Giangidoe, Pibua, IvanSantoro, Guccia, Weblogin e Anna

logo del premio
da La Tela di Aracne, Nido di Scricciolo, Synnovea e Serendipity

logo del premio
da Occhidigiada

logo del premio
da Elle, NadiaFlavio, SERENdipity, Dolcelei, Sciura Pina e Oscar

Con molto orgoglio…